La Juve come il Napoli

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

La Juve come il Napoli

Messaggio  sandrocchio il Dom 4 Giu 2017 - 7:00

Una premessa. Mi rivolgo in particolar modo a chi viene da altri forum e prova a scrivere nel nostro. Non voglio essere diplomatico. Voglio dire pane al pane e vino al vino, e non me ne frega niente dalle conseguenze. Se un forumista che viene dal forum Pincopallo decide di scrivere qui, dev'essere psicologicamente preparato a fare un salto di qualità. Qui si possono anche scrivere cazzate, ci mancherebbe, ma anche se scrivi una cazzata devi saperla argomentare. Se tu vieni dal forum Pincopallo, vedi la Juve che perde contro la Roma e scrivi "La Juve si è scostata", restatene dove sei. Non sei degno di scrivere qua. Non sei pronto per il salto di qualità. Te ne stai nel tuo bar del cazzo, a parlare con quelli che sono al tuo livello e che non scrivono una parola se prima non leggono i commenti degli altri, per poi fingere di essere dei saputelli, quando in realtàdi calcio non capiscono una sega. Qua dentro si argomenta. Se non sei in grado di argomentare, restatene nel forum Pincopallo e non venire a creare tensione e a rompere i coglioni.
Finita questa premessa, passo al dunque. La Juve è una squadra anziana, dall'età media superiore a quella di quasi tutte le altre squadre. Questo cosa significa? Che più di così, questa squadra non può dare. Ha raggiunto il massimo. E' inutile che Allegri spari la cazzata "Ci proveremo l'anno prossimo". Ci hai provato due anni fa e sei stato umiliato dal Barcellona. Ci hai provato quest'anno e sei stato umiliato dal Real Madrid. Dove cazzo vuoi andare? L'anno prossimo si aggiungeranno in Champions il Chelsea di Conte e lo United di Mourinho, e i nostri eroi - già anziani - avranno un anno in più sul groppone. Saranno ancora meno reattivi di fronte a squadre giovani, valide e aggressive. Ho già scritto che questo Napoli, riguardo al Campionato, si è fermato. Anzi, è regredito, perchè è arrivato al terzo posto, superato dalla Roma. Stesso discorso per la Juve in campo internazionale. Ieri, per questa Juve, era l'ultima chance. E' andata male. Questo significa che è finita l'epoca di metterci delle pezze. Bisogna avere il coraggio di affrontare il dolore, ringraziare i nostri giocatori per quello che hanno fatto, e ricostruire quasi dalle fondamenta, vale a dire - sissignori - dal portiere, e pure dal reparto difensivo. Questa difesa regge perchè è protetta dal centrocampo. Ma se il centrocampo protegge la difesa, non può creare gioco. Questo è il punto. Ieri siamo stati umiliati da una squadra che ha creato gioco e che noi, dopo un primo tempo più che dignitoso, pensavamo di poter gestire, e di sconfiggere approfittando magari di un suo errore difensivo. Quelli, i madridisti, sono tornati in campo e ci hanno letteralmente massacrato. Erano tornati in campo non per gestire la partita, ma per vincerla. Senza se e senza ma. E noi non siamo stati in grado di contrapporre un gioco valido al loro, perchè il centrocampo si era ritirato a protezione dei nonnetti del reparto difensivo. E le abbiamo prese. A questo punto si pone una domanda:bisogna ricostruire con Allegri o va cambiato anche l'allenatore? La risposta al prossimo post.-
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12979
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La Juve come il Napoli

Messaggio  sandrocchio il Dom 4 Giu 2017 - 7:12

Credo che quando finisce un ciclo, questo finisca per tutti, compresa la panchina. Bisogna scegliere un altro modulo di gioco e capire quale allenatore ne sia uno dei massimi interpreti. E chiedergli di collaborare nell'impostazione della nuova squadra. Perchè dico che bisogna scegliere prima il modulo di gioco e poi l'allenatore? Semplice. Perchè se quell'allenatore non va, lo si può allontanare e chiamare un altro interprete dello stesso modulo di gioco. Se tu scegli prima l'allenatore e poi il modulo di gioco, se quell'allenatore non funziona ti ritrovi con una squadra scelta per un modulo di gioco che poi deve adattarsi al modulo di un altro allenatore. E i giocatori non capiscono più una mazza. Proprio com'è successo all'Inter. Se allontani De Boer devi chiamare un altro interprete del gioco offensivo, non puoi chiamare Pioli. Per tornare ad Allegri, alla Juve ha fatto un grande lavoro. E' stato eccezionale. Ma ciò non è bastato per vincere la Champions, perchè mettendo il centrocampo a protezione della difesa abbiamo trovato sempre, in campo internazionale, dei creatori di gioco che ci hanno fatto fuori. In ordine cronologico Barcellona, Bayern e Real Madrid. Dobbiamo accettare il fatto che un ciclo si è chiuso, e si è chiuso onorevolmente. Con una squadra che è stata finalista della Champions per due volte in tre anni. Di più, non le si può chiedere. E credo non lo si possa chiedere neppure ad Allegri. Ricostruiamo!
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12979
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum