"Mi lasci? Ti ammazzo!"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Gio 14 Set 2017 - 6:53

Adesso anche i minorenni ammazzano le coetanee che li lasciano. Al di là della motivazione psicologica o psichiatrica che sta alla base del delitto, c'è da dire che forse si nasce già predisposti verso la criminalità, la delinquenza. Esistono personalità particolarmente aggressive che per un nonnulla s'incendiano. Figuratevi, poi, se la ragazza o la donna li lascia, magari per un altro. E quando ci si mette con questa gente, talvolta il proprio destino è segnato. Ma c'è un'altra ragione, che riguarda soprattutto chi soffre di un complesso d'inferiorità, chi si sente perseguitato dal destino, chi si sente -a torto o a ragione -un emarginato: la conquista di quella donna è motivo di vanto, oltre che una sorta di rivalsa sul destino o sulla società. Non è amore, è godimento del possesso, è piacere di esibire agli altri il godimento di quel possesso. Il cocktail composto dalla natura aggressiva e dalla debolezza della vanità è micidiale: se il motivo di tanta vanagloria sfugge, colui che di quella donna ha fatto il proprio vanto non accetta il contraccolpo. Ai suoi occhi l'abbandono è uno "scorno" inaccettabile. Gli esseri umani (non parlo solo delle donne), soprattutto nell'età adolescenziale, talvolta confondono la natura aggressiva con la forte personalità. Soprattutto a sedici anni si confonde l'individuo calmo con l'individuo docile, che non dà sicurezza. Si cerca nel partner quella protezione che manca dalla famiglia o che non si vuole più avere dalla famiglia. E allora la natura aggressiva appare come il carattere forte, solido, protettivo. Colui che sembra avere un carattere forte poi si vanta con gli amici perchè sta con quella ragazza, con quella donna, che quando cresce comincia a distinguere l'aggressività dalla forza di carattere. E può essere la fine. C'è un mezzo per prevenire tutto ciò? Sì, vabbè,le battaglie culturali a favore del rispetto della donna, il riconoscimento dell'emancipazione femminile, la consapevolezza che la donna non è un oggetto su cui vantare il diritto di possesso, tutto quello che volete. Ma parliamoci chiaro:nessuna battaglia culturale può sconfiggere la debolezza della vanità, nessuna battaglia culturale può sconfiggere una natura particolarmente aggressiva. Bisogna purtroppo accettare che talvolta si è artefici del proprio destino. Sia chiaro, non intendo colpevolizzare la donna o la ragazza, ci mancherebbe. Osservo solo che talvolta le scelte sbagliate, sebbene aiutino a crescere, possono avere conseguenze tragiche. Non tutti hanno la fortuna di poter tornare indietro e imparare dai propri errori. A chi va bene, a chi va male. Amen.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Gio 14 Set 2017 - 6:57

Detto ciò, io l'assassino di Noemi lo condannerei a morte. Non me ne frega nulla che sia minorenne.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Gio 14 Set 2017 - 16:44

Mah, non mi piace parlare di malattie mentali dei minori , e credo che non ne sapremo molto di più,  ma sembra che il ragazzo sia  un caso critico e  certamente ha  avuto molteplici   TSO  

Allora sposto l'attenzione  , oltre che sulle responsabilità individuali, ineludibili ovviamente, anche  sulle autorità e sulla magistratura minorile che non hanno prestato la dovuta attenzione alle denunce  ,
 
poi sui genitori del ragazzo, se è vero che il padre lo ha aiutato a nascondere il cadavere della ragazzina ,
sui genitori della ragazzina, che  vista la situazione di rischio e l'ostinazione di lei, avrebbero dovuto chiuderla in casa, altro che lasciarla uscire di notte. Evil or Very Mad
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Gio 14 Set 2017 - 17:21

Ma che cavolo dici? Prova a chiudere tuo figlio in casa e a non farlo uscire la sera con gli amici. Quello ti fa causa e la vince. Nove vollte su dieci, quando ti metti con un tipo del genere e lo vuoi lasciare il tuo destino è segnato.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Gio 14 Set 2017 - 18:52

Non te ne intendi, né di cause, né  di ragazzini .   Si parla di minori . Un minore non può agire autonomamente per promuovere una causa  . Deve intervenire un tutore , se il giudice ritiene la famiglia inadeguata   . Altrimenti, il tutore naturale è il genitore. E sul tutore  ricade  la responsabilità della gestione del movimenti del minore.   Se poi  si  decide di ricoverare il minore in una comunità  per minori per sottrarlo alla famiglia , lì c'è addirittura il coprifuoco.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Ven 15 Set 2017 - 9:48

La tua è un'osservazione becera. Sei totalmente fuori dalla realtà. Se un ragazzo o una ragazza si rivolge al Tribunale affermando che la sera i genitori non gli permettono di frequentare gli amici, partono le indagini e - nove volte su dieci, se non dieci su dieci - il minore viene sottratto alla crudeltà mentale dei genitori e a un tutore. E di fronte a una prospettiva del genere, qualunque genitore cede. Piantala con le cazzate, grazie.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Ven 15 Set 2017 - 9:51

I figli lii chiude in casa, lei, e la sera non li fa uscire. Te lo dico amichevolmente: vai a quel paese Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Ven 15 Set 2017 - 9:52

Qui ci sono dei genitori, vero? Vai a chiedere agli altri forumisti se i loro figli accetterebbero senza reagire di essere chiusi in casa la sera. E vedi che ti rispondono. Ma dove cazzo vivi?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Ven 15 Set 2017 - 12:52

sandrocchio ha scritto:La tua è un'osservazione becera. Sei totalmente fuori dalla realtà. Se un ragazzo o una ragazza si rivolge al Tribunale affermando che la sera i genitori non gli permettono di frequentare gli amici, partono le indagini e - nove volte su dieci, se non dieci su dieci - il minore viene sottratto alla crudeltà mentale dei genitori e a un tutore. E di fronte a una prospettiva del genere, qualunque genitore cede. Piantala con le cazzate, grazie.
Non sai quasi niente, e straparli. E continui a confondere, non so se per ignoranza o volutamente, i generici " ragazzi " conviventi coi genitori , con i figli minori.
Ti ho messo il link di una fonte autorevole , e l'hai ignorato. Quindi le osservazioni becere sono le tue .

Nel caso di di minori, questi non possono rivolgersi direttamente al Tribunale neanche attraverso un, legale : lo può fare in loro rappresentanza un adulto, ad esempio l'assistenza sociale a ciò deputata . Ma ciò non succede certo se le restrizioni imposte dai genitori riguardano le ore notturne , e anche le ore diurne se il minore manifesta comportamenti inadeguati ( ad es bigia la scuola, fa uso di droghe ecc ) , o se ci sono situazioni e frequentazioni pericolose .
Anzi, sono frequentissimi i casi opposti di genitori disperati che si rivolgono all'assistenza sociale o al giudice perchè non sono in grado di impedire che il figlio minore assuma comportamenti pericolosi , e che ne chiedono perciò il ricovero temporaneo in una comunità.

Quanto ai "ragazzi" che sono figli maggiorenni possono andarsene quando vogliono.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Ven 15 Set 2017 - 17:16

Sei tu che continui a non replicare. Ti ho detto che un genitore non può proibire ai figli di uscire la sera, in caso contrario il minore può rivolgersi a un tribunale e chiedere di usufruire dello stesso diritto di cui usufruiscono i suoi amici, per non sentirsi emarginato. Ma tu fingi di non sentire, e continui a sparare cazzate. Se un minore si rivolge al tribunale perchè i genitori gli impediscono di uscire la sera con gli amici, come minimo il giudice chiede a quei genitori di giustificarsi e di dimostrare che non si servono della patria potestà per esercitare un sopruso. Dopodichè tu devi dimostrare coi fatti che quelle sono cattive compagnie. Sai qual è il nocciolo della questione? Il vero problema è che tu non accetti l'ineluttabilità del destino, quindi pensi di poterla evitare con azioni preventive. Al di là delle tue ridicole affermazioni, la cazzata di fondo sta nella tua logica. Se una ragazza si mette con un potenziale assassino incensurato e lo lascia, nove volte su dieci ci rimette la pelle. E non c'è nulla che si possa fare per evitarlo.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Ven 15 Set 2017 - 17:21

Ecco qua. Visto che non ci arrivi con la logica, vediamo adesso cosa replichi.

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Sab 16 Set 2017 - 8:48

La maggiore delle  due sorelle  era maggiorenne .

Sarebbe logica la tua ? No, è incompetenza: di ragazzini, di leggui sui minori, di educazione familiare, ed è anche colpevole lassismo .
Da sempre i genitori hanno l' ingrato compito e dovere di saper dire di no quando occorre . In  lunghi periodi  dell'adolescenza, età minorile,  gli scontri sulle uscite , i patteggiamenti con le ore dedicate allo studio, con la scarsa affidabilità di certe frequentazioni ,  sono spesso quotidiani. Chi per quieto vivere lascia fare , chi non si accorge della fragilità del figlio,  è colpevole . Troppo comoda la tua posizione , e pericolosa.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Sab 16 Set 2017 - 13:04

Se una sola delle due è maggiorenne,l'altra è minorenne. E comunque, visto che accusi gli altri di incompetenza, mentre in realtà vivi in un mondo tutto tuo, dove secondo te se un genitore impedisce a un figlio 17enne di uscire la sera da casa quello obbedisce, guardala in faccia la realtà,invece di voltarti dall'altra parte, pensando di evitare l'ineluttabilità del destino attraverso azioni preventive da scemi. Perchè solo un genitore idiota oggi potrebbe pensare di impedire al figlio di uscire la sera di casa. No, non esce.Ti sta a fare compagnia mentre si rompe le palle a vedere Rai 5. Ma fammi il piacere Razz Razz Razz
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Sab 16 Set 2017 - 13:08

Tu la sera a 17 anni non uscivi? No. Stavi a casa a vedere Rischiatutto.. E stiamo parlando di quarant'anni fa. Figurati oggi. Se la pensi così,il tuo mondo è affollato di babbei. Gente che non vive e si crea una realtà tutta sua, dove i genitori dicono ai figli "Tu stasera non esci" e quelli rispondono: "Sì, babbo, faccio come dici tu". In ogni caso, congratulazioni. Hai uno spiccato senso dell'umorismo. Peccato che sia involontario.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Sab 16 Set 2017 - 13:12

Come si vede che non hai a che fare coi 17enni di oggi. Se tu avessi un figlio o una figlia di 17 anni, dovresti ringraziare il Padreterno se almeno una sera su due torna a casa prima di mezzanotte. Altro che "tu stasera non esci". Ma da quanto non insegni? Sempre che tu abbia mai insegnato ...
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Sab 16 Set 2017 - 17:04

Esperienze dirette , ( mia figlia è stata adolescente) , esperienze numerosissime indirette . Lasciando da parte le realtà degradate , le famiglie che non hanno saputo dire " no " al momento giusto sono quelle permissive che sostengono che ai figli " si deve dare sempre fiducia ", o non hanno voglia di discutere per stanchezza e senso di inadeguatezza , o hanno sensi di colpa per il lavoro troppo assorbente o la separazione tra genitori .
Poi c'è differenza fra la maturità degli individui, fra maschi e femmine, tra 14 anni e 17, per dire.
Spesso i ragazzini sono davvero in buona fede, e credono illusoriamente di poter affrontare con successo da soli tutti i pericoli.
ma sono numerose anche le famiglie che riescono a far capire che non si può, che non è il caso.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Sab 16 Set 2017 - 20:56

Devi essere (o devi essere stata) marxista. Fai delle buone analisi. Il problema è che le tue soluzioni sono ridicole. Marx analizzò molto bene la logica del profitto, ma quando si trattò di teorizzare un'alternativa al capitalismo si arenò. Quando tu affermi che i genitori talvolta danno troppa fiducia ai figli è evidente che vedi bene. Ma la soluzione di non farli uscire la sera - ho studiato a Oxford - fa cagare. Quando il ragazzo prende una cattiva strada, a 17 anni è quasi uomo. Il lavoro va fatto prima, e comunque ci sono ragazzi di ottima famiglia, di ottima educazione, che sono attratti dalla canaglia. E se sono ragazze, a volte sono predestinate a finir male. E non c'è nulla che si possa fare. Cosa fai se tua figlia è attratta dai delinquenti? Le impedisci di vivere? la chiudi in convento? Non puoi fare nulla. Puoi solo sperare che se la cavi e abbia il tempo di maturare sui propri errori. Cosa che Noemi non ha avuito. Proibire a un 17 enne di uscire la sera è assurdo. Crei solo rancore. Vai avanti con le analisi, perchè là ogni tanto la azzecchi, quando non sei accecata dall'ideologia, ma lascia perdere le soluzioni. Sono allucinanti.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Sab 16 Set 2017 - 21:00

Mettiti nei panni di una coppia che lavora, visto che con uno stipendio una famiglia a Milano non può vivere. Mammut e babbut non vedono i figli per tutto il giorno. Quelli fanno il cavolo che vogliono, e poi i genitori non li fanno uscire la sera? Ma tu sei matta Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Dom 17 Set 2017 - 18:55

sandrocchio ha scritto:Devi essere (o devi essere stata) marxista. Fai delle buone analisi. Il problema è che le tue soluzioni sono ridicole. Marx analizzò molto bene la logica del profitto, ma quando si trattò di teorizzare un'alternativa al capitalismo si arenò. Quando tu affermi che i genitori talvolta danno troppa fiducia ai figli è evidente che vedi bene. Ma la soluzione di non farli uscire la sera - ho studiato a Oxford - fa cagare. Quando il ragazzo prende una cattiva strada, a 17 anni è quasi uomo. Il lavoro va fatto prima, e comunque ci sono ragazzi di ottima famiglia, di ottima educazione, che sono attratti dalla canaglia. E se sono ragazze, a volte sono predestinate a finir male. E non c'è nulla che si possa fare. Cosa fai se tua figlia è attratta dai delinquenti? Le impedisci di vivere? la chiudi in convento? Non puoi fare nulla. Puoi solo sperare che se la cavi e abbia il tempo di maturare sui propri errori. Cosa che Noemi non ha avuito. Proibire a un 17 enne di uscire la sera è assurdo. Crei solo rancore. Vai avanti con le analisi, perchè là ogni tanto la azzecchi, quando non sei accecata dall'ideologia, ma lascia perdere le soluzioni. Sono allucinanti.
Chi ha parlato di soluzioni ?
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  sandrocchio il Dom 17 Set 2017 - 21:33

Tu, nel tuo primo intervento in questo topic, quando affermi che i genitori di Noemi avrebbero dovuto chiuderla in casa. E' una cavolata.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  savita il Mar 19 Set 2017 - 9:14

sandrocchio ha scritto:Tu, nel tuo primo intervento in questo topic, quando affermi che i genitori di Noemi avrebbero dovuto chiuderla in casa. E' una cavolata.
Non intendo più parlare dei dettagli di questo specifico caso per varie ragioni , poichè sono coinvolti due minori , e poi perchè, per questo motivo, in futuro giustamente ne sapremo poco , molto meno di quando l'autore del delitto è un adulto.
In generale,ribadisco solo che i genitori, al di là delle proprie difficoltà logistiche , hanno il dovere di esercitare la sorveglianza opportuna sui figli minori . Se un figlio o una figlia minori sono in situazione di rischio, attivo o passivo, oltre a mettere in atto altri interventi possono e devono impedire loro quantomeno di uscire la sera o alle 4 di mattina , E' vero che fatti spiacevolissimi possono succedere anche a minori cresciuti in famiglie che sembrano in grado dare una buona educazione , ma statisticamente, ti assicuro, se ne verificano di più nelle famiglie , disattente, distratte o sfasciate .
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14919
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Mi lasci? Ti ammazzo!"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum