Salvini non parla del Nord

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 18 Set 2017 - 9:20

"Con noi la polizia avrà le mani libere". Questo vuol dire però che del Nord se ne frega e fa della lotta alla criminalità la base della propria campagna elettorale. Dovrebbe però avere il coraggio di ammettere che la Lega si presenta come un partito nazionale. E in ogni caso - su questo Bossi non ha torto - l'appuntamento di Pontida perde ogni significato. Quello che ieri Salvini ha detto a Pontida poteva dirlo anche a Cefalù o a Rosarno. Che senso ha la Lega oggi?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 18 Set 2017 - 9:23

Ma almeno l'ha fatto un accenno ai referendum autonomisti? Perchè se non ha fatto neppure quello, l'ideologia della Lega è andata in frantumi, nel senso che la Lega sta prendendo il posto di Alleanza Nazionale. Un partito di Destra che punta sull'ordine. In questo caso Salvini non ha preso il posto di Bossi, rimasto vacante, ma di Fini.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  renzone il Lun 18 Set 2017 - 15:52

di autonomia ne ha parlato il diretto interessato Zaia.
Ma Salvini fa bene a parlare di quello che tutti sentono come una priorità, cioè immigrazione e sicurezza....primo perchè è una cosa giusta occuparsene, secondo perchè fa benissimo a mettere il bottino elettorale prima del nord, e per fare questo purtroppo bisogna turarsi il naso non poco e rivolgersi anche alle genti del sud visto che purtroppo votano.
Ma sandrino nessuno chiede il tuo voto, tu vota pure quei quattro ebeti dei pentastellati: la lega ha dimostrato di poter governare decentemente, quei quattro efebi dei pentastellati di cui non capisco ancora che cosa pensino che cosa vogliano concretamente (cioè a parte tutte le minchiate virtuali e no che partoriscono) cosa hanno dimostrato?
Di essere dei ridicoli pasticcioni, incapaci e inesperti probabilmente come chi li vota.
E poi chi c'è, il pd o Forza italia, che per me pari sono tanto che dovrebbero governare assieme....per quanto mi sforzi e anche cercando di mettere da parte l'enorme imbarazzo non riuscirei mai a mettermi nei panni di chi li vota, gente troppo lontana da me, abissalmente...

Secondo:l'elettorato di alleanza nazionale era molto diverso da quello della lega nord, e non credo che alla sparizione di quel partito si sia travasato nella lega.
I leghisti si considerano molto meno di destra che non gli elettori di forza italia o gli ex di alleanza nazionale, oper certi versi gli elettori del pd direi... Twisted Evil

Inoltre, e con questo cerca di non scoppiare di rabbia, la Lega vale il 14,3% nelle intenzioni di voto, il suo potenziale elettorale è ben più ampio: il 23,6% degli intervistati esprime una Ptv (propensione al voto)  per la Lega tra 6 e 10. Un valore che è secondo solo alla Ptv del Pd e superiore di 3 punti sia a Forza Italia che al Movimento 5 Stelle. La Lega è infatti oggi il terzo partito italiano, ma ragionando in termini di potenziale elettorale è il secondo (vedi Tabella 2).

Tab. 2 – Ptv dei 4 principali partiti italiani


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

L’allargamento del potenziale elettorale leghista apre nuove opportunità di espansione anche geografica, trasformando la “ex” Lega Nord in partito dalla prospettiva nazionale, in linea con la nuova svolta lepenista impressa da Salvini. I nostri dati lo rivelano chiaramente: se alle politiche 2013 su 100 voti alla Lega 92 venivano dalle regioni del Nord e meno del 2% dal Lazio in giù, oggi lo scenario è radicalmente cambiato: nel bacino leghista “solo” 62 potenziali elettori sono del Nord. Fra i 38 provenienti dall’Italia che sta sotto il Po, ben 22 sono elettori meridionali. Complessivamente, al Sud la Lega ha un potenziale elettorale che sfiora il 15%, contro circa il 20% della Zona rossa e il 32% del Nord (vedi Tabella 3). Intendiamoci, sono elettori potenziali, non intenzioni di voto effettive. Tuttavia il dato è davvero significativo nell’evidenziare un chiaro potenziale espansivo della Lega su tutto il territorio nazionale.

Tab. 3 – Ptv Lega Nord per zona geografica


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Ma chi sono questi potenziali elettori leghisti? Guardiamo innanzitutto il loro comportamento elettorale passato. Quasi tre quarti di loro non avevano votato Lega alle europee 2014 e nemmeno alle politiche 2013. Il bacino potenziale della Lega è composto per il 32% da ex elettori di Forza Italia, per il 20% da ex elettori del Pd di Renzi e per il 16% da ex 5 stelle (vedi Tabella 4). Si nota dunque, come abbiamo visto all’inizio, che la Lega ha una forte capacità di attrazione verso l’elettorato berlusconiano. Tuttavia, anche una quota significativa di elettori che alle europee avevano votato Pd o M5S prende in considerazione la possibilità di votare la Lega in futuro. Il bacino dei potenziali elettori della Lega va dunque al di là del recinto tradizionale del centrodestra.

Tab. 4 – Voto alle politiche 2013 e alle europee 2014 del bacino elettorale leghista


[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]

Et cetera.
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

Ergo mi raccomando, prima di sparare cazzate un'altra volta tieniti sottomano quanto ti ho agevolato và...


Ultima modifica di renzone il Lun 18 Set 2017 - 16:01, modificato 1 volta
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9641
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  renzone il Lun 18 Set 2017 - 15:59

Ich wiederhole: il 20 % dei renziani potrebbero votare perla Lega.

mancano solo maserati e savita cazzo....
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9641
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 18 Set 2017 - 17:31

L'autonomia del Nord dal Paese è la ragione per cui è nata la Lega. A Pontida, ieri, il segretario della Lega non ne ha fatto cenno, lasciando l'argomento a Zaia e a Maroni, come se quel referendum fosse solo roba dei veneti e dei lombardi, non la ragione stessa dell'esistenza della Lega. Come se quel referendum fosse estraneo alla strategia del partito, cosa che in effetti è. Ma tu non vuoi vedere. La Lega è morta, perchè è morta la ragione per cui è nata. Riguardo al mio voto, mi sembra di essere stato chiaro. Non ho ancora deciso se votare Cinquestelle o centro-destra. Quando deciderò lo dirò, e ne spiegherò le ragioni. Oggi come oggi, forse, voterei Cinquestelle. Ma da qui alle elezioni può succedere di tutto. Per esempio, non sono interessato tanto al referendum, al quale non parteciperò, ma alla reazione di Salvini - vale a dire del vertice della Lega - all'esito del referendum. E' da lì che si vedrà se la Lega intende diventare davvero un partito nazionale o se la sua zona d'influenza rimane limitata al nord, al di là della propaganda. E' ovvio, infatti, che il leader di una coalizione nazionale non potrà mai essere uno che esulta per la vittoria degli autonomisti al referendum. Intendo dire che se Salvini esultasse per la vittoria degli autonomisti e diventasse leader del centro-destra, automaticamente io scioglierei ogni dubbio e voterei Cinquestelle.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 18 Set 2017 - 17:43

Ma poi, per la miseria, cerca di ragionare. Se la Lega dovesse sfondare al Sud (cosa che reputo poco probabile) vorrebbe dire che gli elettori del Sud tengono Salvini per le palle. Ti faccio un esempio concreto, così è più chiaro per tutti. Il PCI era nato come partito del proletariato. Quando la borghesia ha "aperto" al PCI, si è avuto l'imborghesimento del partito, non la proletarizzazione della borghesia. Sono gli elettori che trasformano i partiti, non viceversa. Se Salvini davvero sfondasse al Sud - e il "se" è d'obbligo - i tuoi sogni di autonomia andrebbero per sempre a farsi benedire. E Salvini lo sa, al di là del referendum con cui potrai pulirti ... hai capito cosa. Così come lo sa Bossi. In questo senso la Lega è morta. E non risorgerà.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  renzone il Lun 18 Set 2017 - 20:24

sandrocchio ha scritto:Ma poi, per la miseria, cerca di ragionare. Se la Lega dovesse sfondare al Sud (cosa che reputo poco probabile) vorrebbe dire che gli elettori del Sud tengono Salvini per le palle. Ti faccio un esempio concreto, così è più chiaro per tutti. Il PCI era nato come partito del proletariato. Quando la borghesia ha "aperto" al PCI, si è avuto l'imborghesimento del partito, non la proletarizzazione della borghesia. Sono gli elettori che trasformano i partiti, non viceversa. Se Salvini davvero sfondasse al Sud - e il "se" è d'obbligo - i tuoi sogni di autonomia andrebbero per sempre a farsi benedire. E Salvini lo sa, al di là del referendum con cui potrai pulirti ... hai capito cosa. Così come lo sa Bossi. In questo senso la Lega è morta. E non risorgerà.




che fastidio vi da l'autonomia di una regione, quando qui attorno ce ne sono 2?
Stasera ho sentito unaintervista al sindaco pidiota di treviso, eperfino lui sarebbe d'accordo se non fosse che l'ha proposto la lega...
E'ora che maturiate voi del sud, piantatela con la mentalità da lazzaroni  assistiti e rapaci,che fate schifo
Io sarò sempre con la lega e per una italia federale, al limite pure per la secessione, non c'è alternativa, e per questo sarei disposto ad allearmi con chiunque.
Della destra, delle alleanze con berlusconiani o quello che è personalmente me ne sbatto le palle, non li considero nemmeno, tant'è che secondo me dovrebbero governare col pd non con la lega
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9641
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  maserati il Mar 19 Set 2017 - 8:14

renzone ha scritto:

sandrocchio ha scritto:Ma poi, per la miseria, cerca di ragionare. Se la Lega dovesse sfondare al Sud (cosa che reputo poco probabile) vorrebbe dire che gli elettori del Sud tengono Salvini per le palle. Ti faccio un esempio concreto, così è più chiaro per tutti. Il PCI era nato come partito del proletariato. Quando la borghesia ha "aperto" al PCI, si è avuto l'imborghesimento del partito, non la proletarizzazione della borghesia. Sono gli elettori che trasformano i partiti, non viceversa. Se Salvini davvero sfondasse al Sud - e il "se" è d'obbligo - i tuoi sogni di autonomia andrebbero per sempre a farsi benedire. E Salvini lo sa, al di là del referendum con cui potrai pulirti ... hai capito cosa. Così come lo sa Bossi. In questo senso la Lega è morta. E non risorgerà.






che fastidio vi da l'autonomia di una regione, quando qui attorno ce ne sono 2?
Stasera ho sentito unaintervista al sindaco pidiota di treviso, eperfino lui sarebbe d'accordo se non fosse che l'ha proposto la lega...
E'ora che maturiate voi del sud, piantatela con la mentalità da lazzaroni  assistiti e rapaci,che fate schifo
Io sarò sempre con la lega e per una italia  federale, al limite pure per la secessione, non c'è alternativa, e per questo sarei disposto ad allearmi con chiunque.
Della destra, delle alleanze con berlusconiani o quello che è personalmente me ne sbatto le palle, non li considero nemmeno, tant'è che secondo me dovrebbero governare col pd non con la lega


Sandrocchio ti sta dicendo un'altra cosa, che poi è quello che ti ripeto io da un sacco di tempo:
Nei piani della Lega di Salvini il nord non esiste più.
Se Maroni e Zaia fanno i referendum auonomisti e Salvini lascia fare è
1) perché deve far finta che la Lega sia ancora il partito del Nord, sperando che al sud non se accorgano
2) perché i referendum non cambieranno nulla.
Supponiamo che i referendum siano un successo (il che significa e va a votare almeno il 70% degli elettori e che il SI vince per almeno il 90%, altrimenti lo faranno passare per un fiasco) poi che succede? un cazzo!
Si metteranno in piedi comitati, commissioni, progetti di riforma che si impantaneranno nei secoli.
Salvini non si opporrà al'autonomia del lombardo-veneto, anzi farà finta di essere a favore, ma nei fatti lascerà più o meno da soli gli autonomisti a farsi impantanare nella palude.
La lega di Salvini non è più il partito del nord. Salvini ha deciso il nord continuerà ad essere la mangiatoia del sud, basta che il sud voti Salvini.
E la cosa comica è che voi pecoroni polentoni leghisti manco ve ne siete accorti di come Salvini vi ha fregato.
Vi ha promesso 4 mangallate in testa ad africani e zingari, basta che continuiate a pagare le pensioni d'invalidità di Ciro e Salvatore, nuovi elettori di Salvini.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6713
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 8:29

renzone ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Ma poi, per la miseria, cerca di ragionare. Se la Lega dovesse sfondare al Sud (cosa che reputo poco probabile) vorrebbe dire che gli elettori del Sud tengono Salvini per le palle. Ti faccio un esempio concreto, così è più chiaro per tutti. Il PCI era nato come partito del proletariato. Quando la borghesia ha "aperto" al PCI, si è avuto l'imborghesimento del partito, non la proletarizzazione della borghesia. Sono gli elettori che trasformano i partiti, non viceversa. Se Salvini davvero sfondasse al Sud - e il "se" è d'obbligo - i tuoi sogni di autonomia andrebbero per sempre a farsi benedire. E Salvini lo sa, al di là del referendum con cui potrai pulirti ... hai capito cosa. Così come lo sa Bossi. In questo senso la Lega è morta. E non risorgerà.





che fastidio vi da l'autonomia di una regione, quando qui attorno ce ne sono 2?
Stasera ho sentito unaintervista al sindaco pidiota di treviso, eperfino lui sarebbe d'accordo se non fosse che l'ha proposto la lega...
E'ora che maturiate voi del sud, piantatela con la mentalità da lazzaroni  assistiti e rapaci,che fate schifo
Io sarò sempre con la lega e per una italia  federale, al limite pure per la secessione, non c'è alternativa, e per questo sarei disposto ad allearmi con chiunque.
Della destra, delle alleanze con berlusconiani o quello che è personalmente me ne sbatto le palle, non li considero nemmeno, tant'è che secondo me dovrebbero governare col pd non con la lega
Mi sembri un comunista che esprimeva parole di disprezzo verso la Democrazia Cristiana mentre Berlinguer aveva basato la sua strategia sul compromesso storico. Non hai neanche il senso del ridicolo. E poi, ti raccomando la domanda iniziale, che è tutto un programma. "Che fastidio vi dà l'autonomia di una regione ecc.ecc.", come se il Sud dovesse concedervi il permesso per diventare autonomi. Ma il Sud non vede l'ora di prendervi a pedate nel culo e togliervi dai coglioni. Siete voi che non ve ne andate. Siete voi che avete bisogno degli insegnanti del sud, mentre loro preferiscono fare i supplenti che entrare in contatto diretto con voi, visto che vi schifano. Ma che cazzo dici?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 8:36

Guarda che sono stati i napoletani a prendere Salvini a pedate nel sedere, non viceversa. A questo vi siete ridotti. E ancora blateri su un'autonomia che, nei fatti, Salvini non può volere, se no la leadership del centro destra se la può solo sognare.  La Lega, come il PCI berlingueriano, è solo un gruppo di potere che ha perso di vista le ragioni per cui è nato il partito. Salvini sta accettando lo scambio, a costo - ripeto - di essere sputato in faccia dai napoletani: rinuncia alla secessione, e forse pure al federalismo, per diventare il capo del centro-destra. Ecco perchè aspettano tutti la sua reazione al referendum. Perchè se Salvini esprime anche un minimo di soddisfazione per la vittoria degli autonomisti, la sua carriera nel centro-destra è finita. Nel senso che rimarrà il leader della Lega e non farà un passettino avanti all'interno della coalizione. Lo stiamo aspettando, Salvini, per cuocerlo a fuoco lento. Ed è già mezzo arrostito.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  renzone il Mar 19 Set 2017 - 9:49

maserati ha scritto:
renzone ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Ma poi, per la miseria, cerca di ragionare. Se la Lega dovesse sfondare al Sud (cosa che reputo poco probabile) vorrebbe dire che gli elettori del Sud tengono Salvini per le palle. Ti faccio un esempio concreto, così è più chiaro per tutti. Il PCI era nato come partito del proletariato. Quando la borghesia ha "aperto" al PCI, si è avuto l'imborghesimento del partito, non la proletarizzazione della borghesia. Sono gli elettori che trasformano i partiti, non viceversa. Se Salvini davvero sfondasse al Sud - e il "se" è d'obbligo - i tuoi sogni di autonomia andrebbero per sempre a farsi benedire. E Salvini lo sa, al di là del referendum con cui potrai pulirti ... hai capito cosa. Così come lo sa Bossi. In questo senso la Lega è morta. E non risorgerà.







che fastidio vi da l'autonomia di una regione, quando qui attorno ce ne sono 2?
Stasera ho sentito unaintervista al sindaco pidiota di treviso, eperfino lui sarebbe d'accordo se non fosse che l'ha proposto la lega...
E'ora che maturiate voi del sud, piantatela con la mentalità da lazzaroni  assistiti e rapaci,che fate schifo
Io sarò sempre con la lega e per una italia  federale, al limite pure per la secessione, non c'è alternativa, e per questo sarei disposto ad allearmi con chiunque.
Della destra, delle alleanze con berlusconiani o quello che è personalmente me ne sbatto le palle, non li considero nemmeno, tant'è che secondo me dovrebbero governare col pd non con la lega



Sandrocchio ti sta dicendo un'altra cosa, che poi è quello che ti ripeto io da un sacco di tempo:
Nei piani della Lega di Salvini il nord non esiste più.
Se Maroni e Zaia fanno i referendum auonomisti e Salvini lascia fare è
1) perché deve far finta che la Lega sia ancora il partito del Nord, sperando che al sud non se accorgano
2) perché i referendum non cambieranno nulla.
Supponiamo che i referendum siano un successo (il che significa e va a votare almeno il 70% degli elettori e che il SI vince per almeno il 90%, altrimenti lo faranno passare per un fiasco) poi che succede? un cazzo!
Si metteranno in piedi comitati, commissioni, progetti di riforma che si impantaneranno nei secoli.
Salvini non si opporrà al'autonomia del lombardo-veneto, anzi farà finta di essere a favore, ma nei fatti lascerà più o meno da soli gli autonomisti a farsi impantanare nella palude.
La lega di Salvini non è più il partito del nord. Salvini ha deciso il nord continuerà ad essere la mangiatoia del sud, basta che il sud voti Salvini.
E la cosa comica è che voi pecoroni polentoni leghisti manco ve ne siete accorti di come Salvini vi ha fregato.
Vi ha promesso 4 mangallate in testa ad africani e zingari, basta che continuiate a pagare le pensioni d'invalidità di Ciro e Salvatore, nuovi elettori di Salvini.


si ma si da il caso che se uno non va al potere non può fare un cazzo.
E al potere non ci vai se ciro merda non ti vota, e se non vai al potere cosa fai, la rivoluzione per l'autonomia?
Se ciro merda vota forza italia o altro, allora l'autonomia si che ce la fischiamo davvero....infatti io fuffa italia la vedo alleata del pd e non della lega.
Ma poi voglio dire, se mollasse davvero manganellate in testa a zingari e africani mica mi metterei a piangere eh...

Vedi anche ammesso che tu possa avere un 20% di ragione cosa cambierebbe?
Nulla, perchè di fatto io o Bepi non potremmo mai votare per il nemico PD o per forza italia, partiti che trovo repellenti e i cui esponenti trovo inguardabili e inascoltabili.
E i 5 stelle di fatto sono fuffa vestita di niente, scimmiottano i politici senza avere proposte decenti, un pò come i tuoi amati radicali (ma in forma un pò più moderna ed accettabile)
A me Salvini piace un sacco invece,se ne fai una questione di persona politica questo è quanto.
Mi piace perchè direi esattamente quelloche dice lui,ne più ne meno. (magari le manganellate le farei rifilare davvero...)
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9641
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 11:05

Ma benedett'uomo, come fai a farti votare nel Sud se non crei nel territorio una classe dirigente con persone del luogo? E se non allarghi la segreteria a gente che viene dal sud? Davvero pensi che al Sud votino un partito la cui classe dirigente è monopolizzata dai nordisti? Vuio i voti del sud? Non solo devi creare una struttura nel sud, ma devi far entrare gente del sud al vertice del partito. Ciro Merda, come tu lo chiami, te lo trovi come vicesegretario, non come elettore, se no i voti del sud non li prendi. E' chiaro? A volte,scusa, ma mi sembra che ragioni col fondoschiena ... Il sud vi tiene per le palle. Fattene una ragione Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 11:07

Come l'ex PCI ha come segretario Renzi, un giorno il segretario della Lega sarà Ciro Esposito Razz Razz Razz Razz Razz
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12621
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  Jeff Buckley il Ven 22 Set 2017 - 0:53

renzone ha scritto:di autonomia ne ha parlato il diretto interessato Zaia.
Ma Salvini fa bene a parlare di quello che tutti sentono come una priorità, cioè immigrazione e sicurezza....primo perchè è una cosa giusta occuparsene, secondo perchè fa benissimo a mettere il bottino elettorale prima del nord, e per fare questo purtroppo bisogna turarsi il naso non poco e rivolgersi anche alle genti del sud visto che purtroppo votano.


Sono anni che frequento il forum, ma certe forme di razzismo ancora mi saltano agli occhi. Sinceramente non riesco a capire se il tuo ormai è un ruolo, una maschera, un personaggio a cui devi tenere fede, o se davvero pensi che i meridionali siano inferiori, ignoranti e peggiori di chi nasce al nord.
Io ho sempre diviso le persone tra stupidi e intelligenti, l'etnia, il colore, la religione per me erano sono e resteranno sempre dettagli.

Non ho mai pensato a te come a una brutta persona, un cretino di destra ma ad un uomo che ha preso certe posizioni quando la politica tutta lo deluse e la Lega era in forte ascesa. Ma dopo quanto fatto da Bossi e famiglia, dopo quel che stai vedendo da Salvini, che piange anche quando si scioglie il sangue di San Gennaro pur di prendere voti, sarei più cauto su certe affermazioni folk. Lo dico affettuosamente, perché ritengo che anche per te, per questo forum, da tempo, il "muro" sia caduto, forse è meglio parlare di contenuti e non di razzismo.
Ciao.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9492
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Salvini non parla del Nord

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum