Stupro nella Guardia Medica

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 14:36

Va bene l'indignazione, ci mancherebbe altro, ma non deve far indignare solo l'atto di violenza. Deve far indignare anche il fatto che una donna, per portarsi a casa lo stipendio, debba correre il rischio di subire uno stupro e restare in balia dello stupratore per quasi tutya la notte. Non è accettabile. Se di notte non ci sono uomini che possano offrire quel servizio, si sospende il servizio. Punto. Una cosa del genere può succedere in una guardia medica, in una farmacia notturna, in un supermercato aperto di notte, in qualunque esercizio sia presumibile che gli avventori siano rari. Noi sappiamo che, grazie anche alla tecnologia, la donna può svolgere quasi tutti i mestieri che una volta venivano affidati agli uomini. Ma in certe condizioni una donna non può, non deve rimanere da sola. Magari quel giovane di 26 anni aveva davvero bisogno di un medico. Può darsi anche che lo stupro non fosse premeditato. Non c'era nessuno in sala d'aspetto, si è sentito attratto dalla dottoressa, era quasi certo che a quell'ora nessuno lo disturbasse, e ha agito. Gli è venuto un attacco erotico che la ragione non ha saputo o voluto mediare, ha strappato i fili del telefono, ha messo fiori uso l'allarme e ha agito. Ma ha potuto farlo perchè lì, nella guardia medica, a quell'ora di notte, c'era una donna indifesa. Non c'è nulla di antifemminista se di notte lavorano solo gli uomini, specialmente se non si lavora in squadra. Non ci sono uomini? Non si offre il servizio. Punto.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 14:40

Vorrei evitare ogni equivoco. Ciò che ho scritto non significa che la donna non possa uscire la notte da sola. In un Paese civile, dove la donna viene rispettata, una donna ha il diritto di fare quello che vuole, a qualsiasi ora. Ma in un Paese come il nostro, dove lo stupro è reato che si consuma quasi ogni giorno, un conto è se una donna sceglie di uscire la notte da sola, un altro è se una donna è obbligata a stare da sola di notte in un esercizio aperto al pubblico, per portarsi a casa lo stipendio. Ci sono molti modi per proteggere la donna. Uno di questi è non obbligarla a correre certi rischi per procurarsi il pane.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  savita il Mar 19 Set 2017 - 16:52

Per me il  problema è anche  un  altro :    ci sono situazioni  di lavoro in cui una  lavoratore , uomo o donna che sia, non può essere lasciato da solo  . E il fatto di ieri notte  mi ha stupito oltre che indignato  : non ho mai visto nè sentito di  un P.S: in cui ci sia di giorno o di notte, un solo, dico un solo addetto, in questo caso il medico, senza un infermiere  , senza un collega . Ma che razza di posto , che razza di Pronto Soccorso  era quello ? O c'era qualche collega assente che non ha potuto essere sostituito ? O è effetto dei tagli ? O i colleghi si sono accordati spontaneamente e improvvidamente per fornire una copertura completa a turno però senza sovrapposizioni notturne in modo da risparmiare a ciascuno qualche ora ? Non so.
Se tutto ciò è legale, allora si deve modificare la legge ed equiparare un lavoratore in certe condizioni al pilota di un aereo o al macchinista di un treno  
Certo, comunque nei lavori in orario notturno resterebbe  sempre il problema del rientro a casa, quasi sempre in automobile o parzialmente a piedi  : anche in questo caso  il lavoro deve essere organizzato in modo da  non rendere pericoloso il turno.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 21:00

Credo ci sia un equivoco, Savita. Lo scrivo con prudenza, perchè non sono competente in materia. Il servizio di guardia medica è attivo quando gli ambulatori dei medici di base sono chiusi. Non sono centri di pronto soccorso. Negli ambulatori dei medici di famiglia, tanto per intenderci, gli infermieri non ci sono. Non credo che la legge preveda la presenza di un infermiere negli ambulatori di guardia medica. Penso anzi che l'assenza dell'infermiere sia cosa del tutto normale.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  sandrocchio il Mar 19 Set 2017 - 21:10

Se non vado errato la cosa funziona così. Io,paziente, accuso un malessere e il mio medico non è in servizio. O vado alla guardia medica o telefono. In caso di telefonata il medico di guardia mi ascolta e decide se venire a trovarmi, se devo essere io a raggiungerlo o, nei casi più lievi, se devo pazientare e rivolgermi l'indomani al mio medico o a una struttura ospedaliera. Il medico in genere è da solo. Al massimo ci può essere un volontario che gli faccia da autista per le visite domiciliari.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  savita il Mer 20 Set 2017 - 6:30

Ma come funzionano le Guardie Mediche pubbliche  ? che differenza con il Pronto Soccorso ? A Milano la Guardia Medica è  accessibile fisicamente ai pazienti  solo dalle 8 alle 20 nelle varie sedi , mentre  nelle ore notturne è contattabile solo telefonicamente;   e di notte  i sanitari della Guardia, se lo ritengono opportuno intervengono  solo a domicilio, eventualmente invitano a  chiamare  il 118 per un P.S. , e sono sempre almeno  in 2 , medico e paramedico .

Comunque, non ne farei un discorso di genere ,ma di sicurezza dei lavoratori, cosa che  vale anche per i conducenti di autobus, treni,  ecc, che viaggiano di notte. Anche gli uomini in queste circostanze vengono aggrediti, picchiati, rapinati, e pure stuprati, anche se in quest'ultimo caso sono più restii a denunciare il fatto specifico . E gli atti di follia sono spesso imprevedibili.

Cioè , le leggi  devono provvedere alla sicurezza dei lavoratori in specifico nelle ore notturne , qualunque lavoro svolgano e di qualunque genere siano.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  sandrocchio il Mer 20 Set 2017 - 21:31

Sono d'accordo, anche se a volte la cosa è difficilmente praticabile. In ogni caso dispenserei le donne dal lavoro notturno, soprattutto se si lavora da soli. So che vengo meno al principio dell'uguaglianza fra i sessi, ma talvolta i principi devono scendere a compromesso con la realtà. Prima trasformi la realtà, poi attui i principi.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  flea il Gio 21 Set 2017 - 13:07

Giusto un paio di osservazioni.
Cosa omessa - comprensibilmente - dai giornali, tranne quelli locali, lo stupratore - che aveva dato in escandescenze e spaccato tutto prima di sequestrare la dottoressa - era seguito dai servizi sociali, perché squilibrato, beveva ed aveva già avuto un TSO.
Dico "comprensibilmente", nell'affanno odierno di parificare le, chiamiamole così, difficoltà d'integrazione degli immigrati in massa e l'"anche gli italiani lo fanno, anzi peggio".
In realtà, sarebbe forse il caso di discutere ed esaminare cosa fa un welfare sempre più ridotto all'osso per i malati mentali, a carico e incubo delle famiglie, come ha sostenuto la madre dello stupratore di Trecastagni. Le persone abbandonate a se stesse.
Da noi la guardia medica è attiva dalle 20 alle 6 i giorni feriali e tutto il giorno il sabato e la domenica e io la trovo utie, per esempio se hai bisogno di un farmaco di sera, ti si aggrava una malattia e hai bisogno dell'antibiotico o del cortisone, oltre, naturalmente per tutte le persone di passaggio, turisti, marinai, ecc.
Ci sono anche delle dottoresse spesso in servizio, e finora non ci sono mai stati problemi.
Finora.

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Stupro nella Guardia Medica

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum