Il Bluff del nord

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Sab 7 Ott 2017 - 0:59

Ecco quanto costa il referendum inutile in Lombardia e Veneto: vogliono pagare meno soldi a Roma ma poi buttano 64 milioni. Cartelloni, messaggi su mezzi pubblici e web. E 24mila tablet per il voto elettronico

di Dario Martini - il Tempo

5 Ottobre 2017

Vogliono dare meno soldi allo Stato-sanguisuga ma spendono 64 milioni di euro per un referendum che non è neanche necessario. È quanto avviene in Lombardia e Veneto, dove i governatori Maroni e Zaia hanno chiamato i cittadini ad esprimersi sulla richiesta di maggiore autonomia.

L’appuntamento è fissato per il 22 ottobre, ma lo spreco di denaro è iniziato molti mesi fa. Un esempio? Questa estate il Pirellone ha deciso di acquistare ben 24mila tablet per il voto elettronico (in Veneto, invece, si utilizzeranno ancora scheda cartacea e matita). Costo: 22 milioni di euro. In pratica, 916 euro a «tavoletta». Le critiche non sono mancate, così Maroni ha annunciato che, una volta utilizzati, donerà i tablet alle scuole.

Il referendum, in realtà, non è necessario, in quanto solamente consultivo. Non è altro che un sondaggio sul gradimento della popolazione. La richiesta di maggiore autonomia può essere inoltrata allo Stato anche senza questo strumento. Basta che sia decisa dall’assemblea regionale che conferisce ai propri amministratori l’incarico di trattare con il Parlamento (come ha fatto ieri proprio l’Emilia Romagna). Solo Camera e Senato, infatti, possono «allargare» le competenze regionali, approvando una legge a maggioranza assoluta.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Sab 7 Ott 2017 - 12:27

Sei troppo buono. Io invece sono carogna e calo l'asso di briscola: spendono 64 milioni per un referendum che non c'azzecca nulla con la strategia di Salvini. E poi ci dicono che la realtà si basa sul raziocinio. Dov'è la logica in tutto questo? Ammettiamo che al referendum stravincano i sì. Ci sarà una Lega al nord che chiede a gran voce l'indipendenza mentre Salvini va a fare proselitismo al Sud. Mica male come barzelletta.


Ultima modifica di sandrocchio il Sab 7 Ott 2017 - 20:48, modificato 1 volta
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Sab 7 Ott 2017 - 16:06

sandrocchio ha scritto:Sei troppo buono. Io invece sono carogna e calo l'asso di briscola: spendono 64 milioni per un referendum che non c'azzecca nulla con la strategia di Salvini. E poi ci dicono che la realtà si basa sul raziocinio. Dov'è la logica in tutto questo? Ammettiamo che al referendum stravincono i sì. Ci sarà una Lega al nord che chiede a gran voce l'indipendenza mentre Salvini va a fare proselitismo al Sud. Mica male come barzelletta.

Spiegalo a renzone, per me la contraddizione è palese.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  savita il Sab 7 Ott 2017 - 16:44

Convengo che questo referendum sia superfluo . Ma , oltre a questo, qualcuno di voi ha capito il perchè della differenza fra le modalità del referendum in Lombardia ( senza quorum) e in Veneto ( con quorum ) ?
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Sab 7 Ott 2017 - 17:15

Jeff Buckley ha scritto:Ecco quanto costa il referendum inutile in Lombardia e Veneto: vogliono pagare meno soldi a Roma ma poi buttano 64 milioni. Cartelloni, messaggi su mezzi pubblici e web. E 24mila tablet per il voto elettronico

di Dario Martini - il Tempo

5 Ottobre 2017

Vogliono dare meno soldi allo Stato-sanguisuga ma spendono 64 milioni di euro per un referendum che non è neanche necessario. È quanto avviene in Lombardia e Veneto, dove i governatori Maroni e Zaia hanno chiamato i cittadini ad esprimersi sulla richiesta di maggiore autonomia.

L’appuntamento è fissato per il 22 ottobre, ma lo spreco di denaro è iniziato molti mesi fa. Un esempio? Questa estate il Pirellone ha deciso di acquistare ben 24mila tablet per il voto elettronico (in Veneto, invece, si utilizzeranno ancora scheda cartacea e matita). Costo: 22 milioni di euro. In pratica, 916 euro a «tavoletta». Le critiche non sono mancate, così Maroni ha annunciato che, una volta utilizzati, donerà i tablet alle scuole.

Il referendum, in realtà, non è necessario, in quanto solamente consultivo. Non è altro che un sondaggio sul gradimento della popolazione. La richiesta di maggiore autonomia può essere inoltrata allo Stato anche senza questo strumento. Basta che sia decisa dall’assemblea regionale che conferisce ai propri amministratori l’incarico di trattare con il Parlamento (come ha fatto ieri proprio l’Emilia Romagna). Solo Camera e Senato, infatti, possono «allargare» le competenze regionali, approvando una legge a maggioranza assoluta.


sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.
A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI, perchè i politici di Roma devono capire che stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Sab 7 Ott 2017 - 20:52

Si sta solo osservando che Salvini non sta muovendo un dito per appoggiare i referendum. L'impressione è che la Lega non c'entri nulla. Sono iniziative locali su cui il vertice del partito non mette bocca. Affermare questo non vuol dire avere paura del referendum. Prenditela con Salvini.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Sab 7 Ott 2017 - 23:28

renzone ha scritto:sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.

Vuoi che ripesco le tue e le dichiarazioni di Salvini sui terroni, e tu vieni a fare le pulci a me? Io ho sempre letto la stampa di destra dic entro e di sinistra. Non vado pesca, leggo quel che mi incuriosisce. Pensa alle tue contraddizioni con il referendum e Salvini che cerca voti in tutta Italia.



renzone ha scritto:A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI,  perchè i politici di Roma devono capire che  stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?

Io non ho nessuna paura, renzone, a me personalmente frega davvero poco se diventate autonomi o indipendenti. Magari restituite indietro tutto quel che avete ricevuto da Roma e dalla UE (molto, tanto di più di quanto versato) e poi andate a farvi di grappa dove volete, per me, ripeto, nessunissimo problema.
Altra cosa. Non è inutile perché proposto dalla Lega, inutile perché è solo una spesa di soldi quando c'è un iter senza costi che arriva alla stesso risultato, se non di più.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Dom 8 Ott 2017 - 9:20

sandrocchio ha scritto:Sei troppo buono. Io invece sono carogna e calo l'asso di briscola: spendono 64 milioni per un referendum che non c'azzecca nulla con la strategia di Salvini. E poi ci dicono che la realtà si basa sul raziocinio. Dov'è la logica in tutto questo? Ammettiamo che al referendum stravincano i sì. Ci sarà una Lega al nord che chiede a gran voce l'indipendenza mentre Salvini va a fare proselitismo al Sud. Mica male come barzelletta.


Appunto per quello sarebbe bello che stravincessero i SI: la cosa metterebbe Salvini in grave imbarazzo.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Dom 8 Ott 2017 - 9:23

savita ha scritto: Convengo che questo  referendum sia superfluo  . Ma , oltre a questo, qualcuno di voi ha capito il perchè della differenza fra le modalità del referendum  in Lombardia (  senza quorum) e in Veneto ( con quorum ) ?

Da quello che ho capito se in Veneto non si raggiungesse il quorum Zaia non promuoverebbe l'iter per la richiesta di autonoma, nemmeno in presenza di una vittoria schiacciante dei SI.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  savita il Dom 8 Ott 2017 - 11:35

maserati ha scritto:

Da quello che ho capito se in Veneto non si raggiungesse il quorum Zaia non promuoverebbe l'iter per la richiesta di autonoma, nemmeno in presenza di una vittoria schiacciante dei SI.



La scelta del Veneto e di Zaia mi sembra conrtribuire alla  chiarezza, ma quella della Lombardia , dove potrei votare io , no.
In Lombardia  , in teoria , anche in assenza di quorum, una discreta partecipazione ( quanto, in percentuale? )  con vittoria  del Sì potrebbe essere di stimolo ai governi centrali affinchè facciano quanto già previsto da leggi e costituzione,  ma potrebbe essere anche strumentalizzata da aspiranti scissionisti.
Insomma , come al solito  ognuno volgerà i dati a proprio favore , e le motivazioni di chi voterà o non voterà  potranno essere ambigue.  Molto più che in Veneto.   Credo proprio che non andrò a votare .  Evil or Very Mad
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 8 Ott 2017 - 12:44

Jeff Buckley ha scritto:
renzone ha scritto:sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.


Vuoi che ripesco le tue e le dichiarazioni di Salvini sui terroni, e tu vieni a fare le pulci a me? Io ho sempre letto la stampa di destra dic entro e di sinistra. Non vado pesca, leggo quel che mi incuriosisce. Pensa alle tue contraddizioni con il referendum e Salvini che cerca voti in tutta Italia.




renzone ha scritto:A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI,  perchè i politici di Roma devono capire che  stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?


Io non ho nessuna paura, renzone, a me personalmente frega davvero poco se diventate autonomi o indipendenti. Magari restituite indietro tutto quel che avete ricevuto da Roma e dalla UE (molto, tanto di più di quanto versato) e poi andate a farvi di grappa dove volete, per me, ripeto, nessunissimo problema.
Altra cosa. Non è inutile perché proposto dalla Lega, inutile perché è solo una spesa di soldi quando c'è un iter senza costi che arriva alla stesso risultato, se non di più.


Col cazzo che si arriverebbe allo stesso risultato.....come ti ho scritto la Toscana ci ha provato e il risultato sono PICCHE.


Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 8 Ott 2017 - 12:46

maserati ha scritto:
savita ha scritto: Convengo che questo  referendum sia superfluo  . Ma , oltre a questo, qualcuno di voi ha capito il perchè della differenza fra le modalità del referendum  in Lombardia (  senza quorum) e in Veneto ( con quorum ) ?


Da quello che ho capito se in Veneto non si raggiungesse il quorum Zaia non promuoverebbe l'iter per la richiesta di autonoma, nemmeno in presenza di una vittoria schiacciante dei SI.

quindi tu fai il tuo bravo dovere di elettore centralista e stattene a casa.
Ci andrò io per te, e porterò quanta più gente possibile, al costo di andarli a stanare mentre scopano con la moglie o con il loro amico gay
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 8 Ott 2017 - 12:51

savita ha scritto:
maserati ha scritto:

Da quello che ho capito se in Veneto non si raggiungesse il quorum Zaia non promuoverebbe l'iter per la richiesta di autonoma, nemmeno in presenza di una vittoria schiacciante dei SI.




La scelta del Veneto e di Zaia mi sembra conrtribuire alla  chiarezza, ma quella della Lombardia , dove potrei votare io , no.
In Lombardia  , in teoria , anche in assenza di quorum, una discreta partecipazione ( quanto, in percentuale? )  con vittoria  del Sì potrebbe essere di stimolo ai governi centrali affinchè facciano quanto già previsto da leggi e costituzione,  ma potrebbe essere anche strumentalizzata da aspiranti scissionisti.
Insomma , come al solito  ognuno volgerà i dati a proprio favore , e le motivazioni di chi voterà o non voterà  potranno essere ambigue.  Molto più che in Veneto.   Credo proprio che non andrò a votare .  Evil or Very Mad

beh insomma....i veneti sono molto più indipendentisti dei lombardi
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 8 Ott 2017 - 12:53

maserati ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Sei troppo buono. Io invece sono carogna e calo l'asso di briscola: spendono 64 milioni per un referendum che non c'azzecca nulla con la strategia di Salvini. E poi ci dicono che la realtà si basa sul raziocinio. Dov'è la logica in tutto questo? Ammettiamo che al referendum stravincano i sì. Ci sarà una Lega al nord che chiede a gran voce l'indipendenza mentre Salvini va a fare proselitismo al Sud. Mica male come barzelletta.



Appunto per quello sarebbe bello che stravincessero i SI: la cosa metterebbe Salvini in grave imbarazzo.
e perchè mai? Salvini ha un compito, Zaia un altro
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Dom 8 Ott 2017 - 15:31

renzone ha scritto:


maserati ha scritto:



sandrocchio ha scritto:Sei troppo buono. Io invece sono carogna e calo l'asso di briscola: spendono 64 milioni per un referendum che non c'azzecca nulla con la strategia di Salvini. E poi ci dicono che la realtà si basa sul raziocinio. Dov'è la logica in tutto questo? Ammettiamo che al referendum stravincano i sì. Ci sarà una Lega al nord che chiede a gran voce l'indipendenza mentre Salvini va a fare proselitismo al Sud. Mica male come barzelletta.






Appunto per quello sarebbe bello che stravincessero i SI: la cosa metterebbe Salvini in grave imbarazzo.



e perchè  mai? Salvini ha un compito, Zaia  un  altro


sì certo, Zaia ha il compito di dire ai veneti che si terranno i loro soldi mentre Salvini ha il compito di dire ai napoletani che i veneti continueranno a mantenere i loro falsi invalidi.
Ma i veneti (e i lombardi pure) sono sufficientemente fessi da non essersi ancora accorti del doppio gioco. e qui bisogna dare atto a Salvini che è stato molto abile ad approfittare di tale fessaggine, grazie anche ad una classe giornalistica di paraculi che non lo ha mai inchiodato alle sue contraddizioni.
ma se i due referendum nordici dovrebbero dare come responso un SI forte e chiaro il tuo Salvini farebbe molta fatica a continuare a nascondersi.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Dom 8 Ott 2017 - 16:45

renzone ha scritto:
Jeff Buckley ha scritto:

renzone ha scritto:sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.



Vuoi che ripesco le tue e le dichiarazioni di Salvini sui terroni, e tu vieni a fare le pulci a me? Io ho sempre letto la stampa di destra dic entro e di sinistra. Non vado pesca, leggo quel che mi incuriosisce. Pensa alle tue contraddizioni con il referendum e Salvini che cerca voti in tutta Italia.





renzone ha scritto:A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI,  perchè i politici di Roma devono capire che  stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?



Io non ho nessuna paura, renzone, a me personalmente frega davvero poco se diventate autonomi o indipendenti. Magari restituite indietro tutto quel che avete ricevuto da Roma e dalla UE (molto, tanto di più di quanto versato) e poi andate a farvi di grappa dove volete, per me, ripeto, nessunissimo problema.
Altra cosa. Non è inutile perché proposto dalla Lega, inutile perché è solo una spesa di soldi quando c'è un iter senza costi che arriva alla stesso risultato, se non di più.



Col  cazzo che si arriverebbe allo stesso risultato.....come ti ho scritto la Toscana ci ha provato e il risultato sono PICCHE.


Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)
Cominciate a restituire i soldi della Brebemi ...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 8 Ott 2017 - 18:32

sandrocchio ha scritto:


renzone ha scritto:



Jeff Buckley ha scritto:




renzone ha scritto:sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.






Vuoi che ripesco le tue e le dichiarazioni di Salvini sui terroni, e tu vieni a fare le pulci a me? Io ho sempre letto la stampa di destra dic entro e di sinistra. Non vado pesca, leggo quel che mi incuriosisce. Pensa alle tue contraddizioni con il referendum e Salvini che cerca voti in tutta Italia.








renzone ha scritto:A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI,  perchè i politici di Roma devono capire che  stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?






Io non ho nessuna paura, renzone, a me personalmente frega davvero poco se diventate autonomi o indipendenti. Magari restituite indietro tutto quel che avete ricevuto da Roma e dalla UE (molto, tanto di più di quanto versato) e poi andate a farvi di grappa dove volete, per me, ripeto, nessunissimo problema.
Altra cosa. Non è inutile perché proposto dalla Lega, inutile perché è solo una spesa di soldi quando c'è un iter senza costi che arriva alla stesso risultato, se non di più.






Col  cazzo che si arriverebbe allo stesso risultato.....come ti ho scritto la Toscana ci ha provato e il risultato sono PICCHE.


Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)



Cominciate a restituire i soldi della Brebemi ...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


A parte in fatto che qui si sta scantonando, perchè il discorso era sull'utlità del referendum per l'autonomia (che mi pare semplicemente OVVIA), io sono veneto ma ti chiedo lo stesso: lo sai quanti soldi ogni anno non tornano in Lombardia?
Sai quante te ne fai di brebemi? (il che non toglie che sia una autostrada inutile peraltro, ma questo è un altro discorso ancora)
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Lun 9 Ott 2017 - 1:58

renzone ha scritto:Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)

Domandina semplice. Ma tu conti quanto versate da quando siete diventati una Regione ricca, o da quando la DC vi manteneva (ricordi le Coop bianche, si...)? Perché, tranne Venezia e Verona, il Veneto, purtroppo, non era ricco, certo se lo guardi oggi, o negli ultimi 25 anni avete versato, ma l'Italia esiste da prima. La Lombardia è stata sempre ricca, e il discorso si fa diverso.
Non sono io ad avere la faccia tosta, io ti dico come la vedo: se fai 4 conti, scoprirai che quanto è stato sostenuto il Veneto, dal dopoguerra, è ai livelli di regioni del centro sud.
Poi diventi ricco, e decidi che vuoi autonomie e magari se fosse possibile anche l'indipendenza. Poi fai due conti, e capisci che è rischiosa anche l'autonomia.
I romani e il lazio sono i secondi a versare di più, se scegliamo l'autonomia a noi non cambia molto, anche se io sto bene al mare, dove è una Regione autonoma ma soprattutto educata, di gente che ha grande rispetto della propria terra e degli altri.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Lun 9 Ott 2017 - 8:38

Jeff Buckley ha scritto:
renzone ha scritto:Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)


Domandina semplice. Ma tu conti quanto versate da quando siete diventati una Regione ricca, o da quando la DC vi manteneva (ricordi le Coop bianche, si...)? Perché, tranne Venezia e Verona, il Veneto, purtroppo, non era ricco, certo se lo guardi oggi, o negli ultimi 25 anni avete versato, ma l'Italia esiste da prima. La Lombardia è stata sempre ricca, e il discorso si fa diverso.
Non sono io ad avere la faccia tosta, io ti dico come la vedo: se fai 4 conti, scoprirai che quanto è stato sostenuto il Veneto, dal dopoguerra, è ai livelli di regioni del centro sud.
Poi diventi ricco, e decidi che vuoi autonomie e magari se fosse possibile anche l'indipendenza. Poi fai due conti, e capisci che è rischiosa anche l'autonomia.
I romani e il lazio sono i secondi a versare di più, se scegliamo l'autonomia a noi non cambia molto, anche se io sto bene al mare, dove è una Regione autonoma ma soprattutto educata, di gente che ha grande rispetto della propria terra e degli altri.

Senti, inutile che la smeni: l'autonomia non deve essere una prerogativa di 5 regioni, la vogliamo anche noi, punto e basta.
Ci siamo rotti i coglioni delle sperequazioni regionalistiche, dellasicilia ma anche dell'alto adige,che vivono a sbafo mentre a noi ci tocca fare i muli ed essere trattati come capre.
E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.
Perciò faremo pressioni sul governo co un referendum, altrimenti nessuno ci caga.
Il residuo fiscale (adesso è di 17 miliardi, cioè 34000 miliardi delle vecchie lire) lo vogliamo qua per intero, abbiamo già dato anche troppo....e se hai qualcosa da ridire porta qui i numeri,non le tue supposizioni: quanto residuo abbiamo lasciato giù a Roma dagli anni 70 ad oggi?

Il Veneto nonostante la crisi endemica, ha ancora un Pil strepitoso se confrontato con quello della Romania, dell'Estonia e di altri Paesi diciamo pure minori. Ma, a dispetto della ricchezza che esso produce nel pieno di enormi difficoltà di mercato, sul territorio ne rimane ben poca per via della falcidia fiscale che azzera gli utili delle imprese. Di conseguenza le aziende licenziano o, peggio, chiudono, e i consumi calano fino sotto terra, dove finiscono gli industriali morti suicidi. Le esportazioni soffrono meno o non soffrono per nulla, come dimostrano i dati, ma se lo smercio interno si riduce ai minimi termini, ovvio che il giro degli affari rallenti e provochi miseria e allarme.

Con chi te la vuoi pigliare? I veneti si scagliano contro Roma e contro Equitalia. Si rafforza in loro l'opinione che le disgrazie dipendano dalla malagestione a livello di governo. Come fai a dare torto a chi la pensa così? Le cifre gli danno ragione. Il Veneto manda ogni anno 70 miliardi alle casse romane, e solo 50 ritornano a casa. Ne mancano 20. Che fine fanno? Con questi soldi la regione sarebbe in grado di fronteggiare agevolmente le necessità locali. Poiché questi numeri sono reali, è impossibile quietare la rabbia dei cittadini della defunta Serenissima.

Da notare che i veneti sono un'antichissima stirpe che con l'Italia non ha molto da spartire. Se si confrontano con altre popolazioni del Belpaese si sentono danneggiati, sfruttati. Sono persuasi di dover sborsare per mantenere chi lavora pochino e vive a sbafo con la testa tuffata nella greppia burocratica. Non ce l'hanno col Sud, contrariamente a quanto si dice semplificando rozzamente, ma con l'idrovora capitolina. Ambiscono ad arrangiarsi in proprio, convinti (è arduo contraddirli) che chi fa da sé fa per tre. Si domandano: perché mai non ci lasciano in pace, concedendoci l'opportunità di cavarcela senza l'apporto di terzi?

Per 11 secoli la Serenissima è stata indipendente dal bordello italico e non ha avuto bisogno di nessuno. Per quale motivo - chiedono i nostalgici - non ci restituite l'autonomia? Perché non vi conviene, maledetti? Perché puntate a succhiarci il sangue? Noi non pretendiamo nulla da voi, siete voi a pretendere da noi il pagamento del dazio. Vogliamo la nostra libertà.

Saranno ragionamenti da sempliciotti. Saranno quel che saranno. Ma il punto è che l'Italia senza il Veneto ci smena, il Veneto senza l'Italia ci guadagna. Il sentimento nazionale, di fronte all'interesse, passa naturalmente in secondo, anzi in ultimo, piano. Lo stesso calcolo vale per la Sicilia (e per altre regioni). La quale, se trattenesse per sé le accise sui carburanti raffinati in loco, disporrebbe di una decina di miliardi l'anno e non avrebbe più la necessità di piatire denaro dallo Stato. Sarebbero sufficienti questi denari alla pubblica amministrazione isolana? È probabile.

Comunque l'autonomia o è tale davvero, e serve ad alimentare la responsabilità, oppure è inutile. Un Paese lungo e disomogeneo quale il nostro, che va dalle Alpi all'Africa del Nord, non può avere un «padrone» solo. I singoli popoli, l'uno tanto diverso dagli altri, meritano di costruirsi il proprio destino. Negare simile diritto è egoismo o disprezzo della realtà.
Adesso è ora di essere anche noi come gli altoatesini, invece che farci prendere per il culo da loro.
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Lun 9 Ott 2017 - 9:35

renzone ha scritto:
Jeff Buckley ha scritto:

renzone ha scritto:Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)



Domandina semplice. Ma tu conti quanto versate da quando siete diventati una Regione ricca, o da quando la DC vi manteneva (ricordi le Coop bianche, si...)? Perché, tranne Venezia e Verona, il Veneto, purtroppo, non era ricco, certo se lo guardi oggi, o negli ultimi 25 anni avete versato, ma l'Italia esiste da prima. La Lombardia è stata sempre ricca, e il discorso si fa diverso.
Non sono io ad avere la faccia tosta, io ti dico come la vedo: se fai 4 conti, scoprirai che quanto è stato sostenuto il Veneto, dal dopoguerra, è ai livelli di regioni del centro sud.
Poi diventi ricco, e decidi che vuoi autonomie e magari se fosse possibile anche l'indipendenza. Poi fai due conti, e capisci che è rischiosa anche l'autonomia.
I romani e il lazio sono i secondi a versare di più, se scegliamo l'autonomia a noi non cambia molto, anche se io sto bene al mare, dove è una Regione autonoma ma soprattutto educata, di gente che ha grande rispetto della propria terra e degli altri.


Senti, inutile che la smeni: l'autonomia non deve essere una prerogativa di 5 regioni, la vogliamo anche noi, punto e basta.
Ci siamo rotti i coglioni delle sperequazioni regionalistiche, dellasicilia ma anche dell'alto adige,che vivono a sbafo mentre a noi ci tocca fare i muli ed essere trattati come capre.
E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.
Perciò faremo pressioni sul governo co  un referendum, altrimenti nessuno ci caga.
Il residuo fiscale (adesso è di 17 miliardi, cioè 34000 miliardi  delle vecchie lire) lo vogliamo qua per intero, abbiamo già dato anche troppo....e se hai qualcosa da ridire porta qui i numeri,non le tue supposizioni: quanto residuo abbiamo lasciato giù a Roma dagli anni 70 ad oggi?

Il Veneto nonostante la crisi endemica, ha ancora un Pil strepitoso se confrontato con quello della Romania, dell'Estonia e di altri Paesi diciamo pure minori. Ma, a dispetto della ricchezza che esso produce nel pieno di enormi difficoltà di mercato, sul territorio ne rimane ben poca per via della falcidia fiscale che azzera gli utili delle imprese. Di conseguenza le aziende licenziano o, peggio, chiudono, e i consumi calano fino sotto terra, dove finiscono gli industriali morti suicidi. Le esportazioni soffrono meno o non soffrono per nulla, come dimostrano i dati, ma se lo smercio interno si riduce ai minimi termini, ovvio che il giro degli affari rallenti e provochi miseria e allarme.

Con chi te la vuoi pigliare? I veneti si scagliano contro Roma e contro Equitalia. Si rafforza in loro l'opinione che le disgrazie dipendano dalla malagestione a livello di governo. Come fai a dare torto a chi la pensa così? Le cifre gli danno ragione. Il Veneto manda ogni anno 70 miliardi alle casse romane, e solo 50 ritornano a casa. Ne mancano 20. Che fine fanno? Con questi soldi la regione sarebbe in grado di fronteggiare agevolmente le necessità locali. Poiché questi numeri sono reali, è impossibile quietare la rabbia dei cittadini della defunta Serenissima.

Da notare che i veneti sono un'antichissima stirpe che con l'Italia non ha molto da spartire. Se si confrontano con altre popolazioni del Belpaese si sentono danneggiati, sfruttati. Sono persuasi di dover sborsare per mantenere chi lavora pochino e vive a sbafo con la testa tuffata nella greppia burocratica. Non ce l'hanno col Sud, contrariamente a quanto si dice semplificando rozzamente, ma con l'idrovora capitolina. Ambiscono ad arrangiarsi in proprio, convinti (è arduo contraddirli) che chi fa da sé fa per tre. Si domandano: perché mai non ci lasciano in pace, concedendoci l'opportunità di cavarcela senza l'apporto di terzi?

Per 11 secoli la Serenissima è stata indipendente dal bordello italico e non ha avuto bisogno di nessuno. Per quale motivo - chiedono i nostalgici - non ci restituite l'autonomia? Perché non vi conviene, maledetti? Perché puntate a succhiarci il sangue? Noi non pretendiamo nulla da voi, siete voi a pretendere da noi il pagamento del dazio. Vogliamo la nostra libertà.

Saranno ragionamenti da sempliciotti. Saranno quel che saranno. Ma il punto è che l'Italia senza il Veneto ci smena, il Veneto senza l'Italia ci guadagna. Il sentimento nazionale, di fronte all'interesse, passa naturalmente in secondo, anzi in ultimo, piano. Lo stesso calcolo vale per la Sicilia (e per altre regioni). La quale, se trattenesse per sé le accise sui carburanti raffinati in loco, disporrebbe di una decina di miliardi l'anno e non avrebbe più la necessità di piatire denaro dallo Stato. Sarebbero sufficienti questi denari alla pubblica amministrazione isolana? È probabile.

Comunque l'autonomia o è tale davvero, e serve ad alimentare la responsabilità, oppure è inutile. Un Paese lungo e disomogeneo quale il nostro, che va dalle Alpi all'Africa del Nord, non può avere un «padrone» solo. I singoli popoli, l'uno tanto diverso dagli altri, meritano di costruirsi il proprio destino. Negare simile diritto è egoismo o disprezzo della realtà.
Adesso è ora di essere anche noi come gli altoatesini, invece che farci prendere per il culo da loro.

non vorrei sembrare ripetitivo, ma visto che continui a rimuovere la questione te lo ripeto di nuovo:

tutto molto bello, ma Salvini ha deciso che non si fa, perché vuole i voti dei terroni per fare il partito nazional-centralista di estrema destra alleato coi fascistoni coatti all'amatriciana della Meloni, di Casa Pound e di tutti i paladini del più ammuffito degli assistenzialismi.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 9 Ott 2017 - 10:26

renzone ha scritto:
sandrocchio ha scritto:



renzone ha scritto:




Jeff Buckley ha scritto:





renzone ha scritto:sei andato a menzionare quei fascistoni del tempo vedo....commovente.







Vuoi che ripesco le tue e le dichiarazioni di Salvini sui terroni, e tu vieni a fare le pulci a me? Io ho sempre letto la stampa di destra dic entro e di sinistra. Non vado pesca, leggo quel che mi incuriosisce. Pensa alle tue contraddizioni con il referendum e Salvini che cerca voti in tutta Italia.









renzone ha scritto:A parte che il referendum del veneto costa solo 14 milioni, io non capisco davvero cosa sia tutta questa PAURA , tutto questo ASTIO nei confronti di due regioni che vogliono più autonomia.
E' EVIDENTE che l'autonomia seppur prevista non verrebbe MAI E POI MAI concessa, se non sbaglio proprio la leghistissima Toscana ci aveva provato pigliandosela in quel posto.....ma siccome non sapete a che cosa appigliarvi tirate fuori che è inutile.
Questo perchè il referendum l'ha proposo la lega.
Invece il referendum è UTILE, se vice il SI,  perchè i politici di Roma devono capire che  stanno andando contro il volere della gente nel caso si mettano di traverso.
Cosa deve succedere, deve saltare fuori un nuovo Klotz che fa saltare i tralicci per farci ascoltare?







Io non ho nessuna paura, renzone, a me personalmente frega davvero poco se diventate autonomi o indipendenti. Magari restituite indietro tutto quel che avete ricevuto da Roma e dalla UE (molto, tanto di più di quanto versato) e poi andate a farvi di grappa dove volete, per me, ripeto, nessunissimo problema.
Altra cosa. Non è inutile perché proposto dalla Lega, inutile perché è solo una spesa di soldi quando c'è un iter senza costi che arriva alla stesso risultato, se non di più.







Col  cazzo che si arriverebbe allo stesso risultato.....come ti ho scritto la Toscana ci ha provato e il risultato sono PICCHE.


Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)




Cominciate a restituire i soldi della Brebemi ...

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]



A parte in fatto che qui si sta scantonando, perchè il discorso era sull'utlità del referendum per l'autonomia (che mi pare semplicemente OVVIA), io sono veneto ma ti chiedo lo stesso: lo sai quanti soldi ogni anno non tornano in Lombardia?
Sai quante te ne fai di brebemi? (il che non toglie che sia una autostrada inutile peraltro, ma questo è un altro discorso ancora)
E' un referendum ridicolo, oltre che inutile, nel senso che la Lega in Veneto (e in Lombardia) propaganda un obiettivo estraneo alla strategia della Lega stessa a livello nazionale. Voi pensate di avere l'autonomia proprio quando Salvini cerca consensi nelle regioni più favorevoli all'unità d'Italia. Sai quanto se ne frega l'Italia del referendum nel Veneto? Vi prendete le prime pagine dei giornali per un giorno e il giorno dopo tutto tornerà come prima. E' un referendum farlocco, finalizzato solo a tenere alta la tensione dei leghisti. Cosa in cui Bossi era un maestro. Ma quei tempi sono finiti, così com'è finita la Lega.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 9 Ott 2017 - 10:28

Se a Salvini proponessero la leadership del centro-destra in cambio di Napoli capitale d'Italia, quello accetterebbe. Altro che autonomia del Veneto Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 9 Ott 2017 - 10:30

Ricordo infine che Benetton è veneto, e si è espresso contro il referendum. Non tutti i veneti vogliono l'autonomia. Vedremo in che percentuale vanno a votare, poi facciamo i conti.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Lun 9 Ott 2017 - 12:14

maserati ha scritto:



renzone ha scritto:




Jeff Buckley ha scritto:





renzone ha scritto:Restituite indietro tutto quello che avete ricevuto da Roma?
E se fosse il contrario, non ti sfiora l'idea? Veneto e Lombardia lasciano giù OGNI ANNO  un sacco di miliardi in più dell'equivalente in servizi che ricevono.
Se fai la somma ti salta fuori quasi un altro debito pubblico peril resto d'Italia, altro che...restituite (ma che faccia tosta)







Domandina semplice. Ma tu conti quanto versate da quando siete diventati una Regione ricca, o da quando la DC vi manteneva (ricordi le Coop bianche, si...)? Perché, tranne Venezia e Verona, il Veneto, purtroppo, non era ricco, certo se lo guardi oggi, o negli ultimi 25 anni avete versato, ma l'Italia esiste da prima. La Lombardia è stata sempre ricca, e il discorso si fa diverso.
Non sono io ad avere la faccia tosta, io ti dico come la vedo: se fai 4 conti, scoprirai che quanto è stato sostenuto il Veneto, dal dopoguerra, è ai livelli di regioni del centro sud.
Poi diventi ricco, e decidi che vuoi autonomie e magari se fosse possibile anche l'indipendenza. Poi fai due conti, e capisci che è rischiosa anche l'autonomia.
I romani e il lazio sono i secondi a versare di più, se scegliamo l'autonomia a noi non cambia molto, anche se io sto bene al mare, dove è una Regione autonoma ma soprattutto educata, di gente che ha grande rispetto della propria terra e degli altri.






Senti, inutile che la smeni: l'autonomia non deve essere una prerogativa di 5 regioni, la vogliamo anche noi, punto e basta.
Ci siamo rotti i coglioni delle sperequazioni regionalistiche, dellasicilia ma anche dell'alto adige,che vivono a sbafo mentre a noi ci tocca fare i muli ed essere trattati come capre.
E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.
Perciò faremo pressioni sul governo co  un referendum, altrimenti nessuno ci caga.
Il residuo fiscale (adesso è di 17 miliardi, cioè 34000 miliardi  delle vecchie lire) lo vogliamo qua per intero, abbiamo già dato anche troppo....e se hai qualcosa da ridire porta qui i numeri,non le tue supposizioni: quanto residuo abbiamo lasciato giù a Roma dagli anni 70 ad oggi?

Il Veneto nonostante la crisi endemica, ha ancora un Pil strepitoso se confrontato con quello della Romania, dell'Estonia e di altri Paesi diciamo pure minori. Ma, a dispetto della ricchezza che esso produce nel pieno di enormi difficoltà di mercato, sul territorio ne rimane ben poca per via della falcidia fiscale che azzera gli utili delle imprese. Di conseguenza le aziende licenziano o, peggio, chiudono, e i consumi calano fino sotto terra, dove finiscono gli industriali morti suicidi. Le esportazioni soffrono meno o non soffrono per nulla, come dimostrano i dati, ma se lo smercio interno si riduce ai minimi termini, ovvio che il giro degli affari rallenti e provochi miseria e allarme.

Con chi te la vuoi pigliare? I veneti si scagliano contro Roma e contro Equitalia. Si rafforza in loro l'opinione che le disgrazie dipendano dalla malagestione a livello di governo. Come fai a dare torto a chi la pensa così? Le cifre gli danno ragione. Il Veneto manda ogni anno 70 miliardi alle casse romane, e solo 50 ritornano a casa. Ne mancano 20. Che fine fanno? Con questi soldi la regione sarebbe in grado di fronteggiare agevolmente le necessità locali. Poiché questi numeri sono reali, è impossibile quietare la rabbia dei cittadini della defunta Serenissima.

Da notare che i veneti sono un'antichissima stirpe che con l'Italia non ha molto da spartire. Se si confrontano con altre popolazioni del Belpaese si sentono danneggiati, sfruttati. Sono persuasi di dover sborsare per mantenere chi lavora pochino e vive a sbafo con la testa tuffata nella greppia burocratica. Non ce l'hanno col Sud, contrariamente a quanto si dice semplificando rozzamente, ma con l'idrovora capitolina. Ambiscono ad arrangiarsi in proprio, convinti (è arduo contraddirli) che chi fa da sé fa per tre. Si domandano: perché mai non ci lasciano in pace, concedendoci l'opportunità di cavarcela senza l'apporto di terzi?

Per 11 secoli la Serenissima è stata indipendente dal bordello italico e non ha avuto bisogno di nessuno. Per quale motivo - chiedono i nostalgici - non ci restituite l'autonomia? Perché non vi conviene, maledetti? Perché puntate a succhiarci il sangue? Noi non pretendiamo nulla da voi, siete voi a pretendere da noi il pagamento del dazio. Vogliamo la nostra libertà.

Saranno ragionamenti da sempliciotti. Saranno quel che saranno. Ma il punto è che l'Italia senza il Veneto ci smena, il Veneto senza l'Italia ci guadagna. Il sentimento nazionale, di fronte all'interesse, passa naturalmente in secondo, anzi in ultimo, piano. Lo stesso calcolo vale per la Sicilia (e per altre regioni). La quale, se trattenesse per sé le accise sui carburanti raffinati in loco, disporrebbe di una decina di miliardi l'anno e non avrebbe più la necessità di piatire denaro dallo Stato. Sarebbero sufficienti questi denari alla pubblica amministrazione isolana? È probabile.

Comunque l'autonomia o è tale davvero, e serve ad alimentare la responsabilità, oppure è inutile. Un Paese lungo e disomogeneo quale il nostro, che va dalle Alpi all'Africa del Nord, non può avere un «padrone» solo. I singoli popoli, l'uno tanto diverso dagli altri, meritano di costruirsi il proprio destino. Negare simile diritto è egoismo o disprezzo della realtà.
Adesso è ora di essere anche noi come gli altoatesini, invece che farci prendere per il culo da loro.





non vorrei sembrare ripetitivo, ma visto che continui a rimuovere la questione te lo ripeto di nuovo:

tutto molto bello, ma Salvini ha deciso che non si fa, perché vuole i voti dei terroni per fare il partito nazional-centralista di estrema destra alleato coi fascistoni coatti all'amatriciana della Meloni, di Casa Pound e di tutti i paladini del più ammuffito degli assistenzialismi.




anch'io sarò ripetitivo: Salvini si occupa di un priblema, gli immigrati ....e qua bisogna essere alleati dei terun.
Zaia e Maroni si occupano dei referendum. Se Salvini parlasse rischierebbe di comprometrere equilibri fragilissimi.
Ma il referendum si farà, è giusto farlo anche o forse proproio perchè l'autonomia è prevista dalla costituzione.
Tra l'altro pare che anche i pidioti votino SI, ammesso che vadano a votare...


Ma poi non vorrei offenderti, ma io considero proprio dei maiali traditori quelli che criticano Salvini.
Non tanto per il referendum della lega, ma per il fatto che Salvini è l'unico che tuona contro questi maledetti immigrati che ci stanno rompenedo proprio il cazzo.
Hai sentito della banda di africani (sette otto) che hanno tenuto in ostaggio un treno intero qui  Treviso, facendo morire di paura famiglie con bambini a bordo?
Ecco, per dirti chi sono i maiali del pd e della sinistra sappi che il prof di filosofia di una mia nipote che fa il classico è uno che è stato dalle iene per mostrare che lui i clandstini se li porta a casa perchè lui è comunista...
Bene, in terza liceo si dovrebbe studiare aristotele, platone...pitagora...e sto qua fa comperare agli studenti il manifesto ed altri giorali di merda per farli poi commentare in classe durante l'ora di filosofia, il che non c'azzecca un cazzo coi programmi ministeriali....
Ed ovviamente offende chiunque non la pensi come lui, che è un multiculturlista convinto (il primo giorno di scuola ha proclamato la non esistenza nè del veneto nè dell'italia....), antiitaliano, antiveneto...un cane insomma, se non la pensi come lui prende provvedimenti punitivi....ovviamente questa merda umana deve avere il culo ben parato per permettersi di spadroneggiare in questo modo...
Vorrei proprio vedere se ha fatto commentare ciò che è avvenuto in quel treno per mano di quella baby gang di africani.
Ecco, questi sono i sinistri benpensanti di oggi.
E tu critichi Salvini?
Ma sfancula i sinistrati di merda và, che è meglio!
Han creato l'emergenza ius soli, vanno a fare leggi contro ilnemico numero uno del paese, cioè i 4 gatti di fascisti, sperdono tempo a giuggiolarsi con problemi platonici e a tempo perso si sfracellano in diecimila divisioni interne per far vedere che fanno qualcosa, senza dare le risposte reali che il paese richiede per i suooi problemi.
Sono dei porci, degli immondi laidi , e tu mi parli di Salvini.
Ma fammi stocazzo di piacere va.
Almeno sandrocchio deve dire certe cose, anche se sa che sono uscite da un buco nero..va ben Jeff Backley , che non ha compreso che l'autonomia è una cosa necessaria per il veneto....ma anche tu a menarmela sempre con Salvini?
Quando Salvini tuona contro gli immigrati FA BENE cazzocazzo.
Quando Salvini si occupa di fregare dei voti al sud fa bene cazzo cazzo, perchè il problema di cui si occupa è tanto del nord che del sud!!!
E dell'autonomia basta ed avanza che se ne occupino i presidenti delle regioni, anche perchè sono una cosa che dovrebbe interessare non solo i leghisti ma TUTTI, per cui èbene che Salvini stia zitto.


Ultima modifica di renzone il Lun 9 Ott 2017 - 17:23, modificato 3 volte
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Lun 9 Ott 2017 - 12:15

sandrocchio ha scritto:Se a Salvini proponessero la leadership del centro-destra in cambio di Napoli capitale d'Italia, quello accetterebbe. Altro che autonomia del Veneto Very Happy

sempre ipotesi
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum