Il Bluff del nord

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Lun 9 Ott 2017 - 12:17

sandrocchio ha scritto:Ricordo infine che Benetton è veneto, e si è espresso contro il referendum. Non tutti i veneti vogliono l'autonomia. Vedremo in che percentuale vanno a votare, poi facciamo i conti.





Benetton è un massone radicalchic di merda che è stato sfanculato più volte a Treviso in favore di Gentilini, nonostante la sua potenza economica e le sue pressioni mediatiche pazzesche.
Non fa testo, chiaro: lui sta bene così, è l'establishment, in Spagna sarebbe contro la Catalogna, cosa vuoi che gliene bifotta della gente?
A lui e a quel maiale dell'oliviero toscani
Oramai ha delocalizzato tutto a parte il suo culo, ed investe in autostrade , introiti sicuri, piuttosto che in aziende che diano lavoro....per me può tornare in quel buco puzzolente da cui è uscito altri 9 mesi
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Lun 9 Ott 2017 - 22:49

Vediamo se la tesi di Benetton è isolata o è condivisa. Lo si vedrà dal numero dei partecipanti allo sciocco, inutile e velleitario referendum, che il vertice della Lega - ribadisco - non ha appoggiato. L'autonomia del Veneto non è uno scherzo, ma Salvini la faccia non ce l'ha messa. O è un vigliacco - e non lo credo - o considera il referendum un'insidia per la sua strategia, ragion per cui se ne tiene lontano, come se il referendum fosse la peste. Avvaloro la seconda ipotesi.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Mar 10 Ott 2017 - 2:00

renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.

Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci, per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Mar 10 Ott 2017 - 8:58

Jeff Buckley ha scritto:


renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.




Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...



ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 10 Ott 2017 - 11:02

Il clientelismo della DC in Veneto? Ma quando mai. Rumor si prendeva in parte ciò che il Veneto aveva dato. Perchè non le danno gli autonomisti le cifre dell'epoca? Fra Rumor e Cirino Pomicino non c'è nessuna differenza. Buttavano via i soldi pubblici per mantenere e ampliare le proprie clientele. Capisco tutto, ma affermare che Rumor non faceva clientelismo e restituiva al Veneto solo una parte dei soldi "sottratti" ai veneti dallo Stato non lo direbbe neppure il rumoriamo più convinto. Se poi vogliamo trasformare questo forum in un sito di barzellette, OK, ma ditelo. E comunque, se volete l'autonomia, dovete combattere. Non è più tempo di "armiamoci e partite". Se no, per dirla alla Costanzo, state boni Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 10 Ott 2017 - 11:06

Che poi, non è detto che il vostro futuro sia segnato. Se Salvini - come penso - si prende una tranvata al Sud, la Lega lo caccerà a pedate e tornerà alla strategia bossiana, che la considerava solo un partito del Nord. Auguratevi che Salvini faccia fiasco. E' la vostra unica speranza di tornare all'antico. Quello che non capisco è la posizione di Renzone: si augura che la strategia di Salvini vinca e che la Lega continui ad appoggiare i disegni autonomisti. E' una palese contraddizione.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Mar 10 Ott 2017 - 12:08

sandrocchio ha scritto: Capisco tutto, ma affermare che Rumor non faceva clientelismo e restituiva al Veneto solo una parte dei soldi "sottratti" ai veneti dallo Stato non lo direbbe neppure il rumoriamo più convinto. Se poi vogliamo trasformare questo forum in un sito di barzellette, OK, ma ditelo.

e chi ha scritto quello che riporti?
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mar 10 Ott 2017 - 16:28

Allora diciamo che il Veneto, attraverso le clientele democristiane, ha contribuito a mangiarsi i soldi dello Stato, anche per sostenere le cooperative cattoliche, oltre che per opere inutili, crerate solo per dare lavoro a spese degli Italiani. Qui, sia chiaro, non ci sono vittime. Ci sono stati degli arraffoni, in Veneto come in Campania. Con la differenza - questo lo ammetto - che le clientele venete mantenute dallo Stato hanno comunque fatto decollare l'economia della Regione, mentre le clientele campane sono servite solo ad arricchire i notabili DC di Napoli, caserta e Avellino, o meglio Nusco. Forse l'unico notabile meridionale che ha pensato seriamente a far decollare l'economia della sua regione è stato il socialista Mancini, con la SA-RC. Ma anche lì c'è stato l'imbroglio: i chilometri dell'autostrada non corrispondevano alla realtà. Per non parlare della Sir a Lamezia e del centro siderurgico di Gioia Tauro. Roba da far accapponare la pelle. Scelte antieconomiche servite solo a fini clientelari. Con la complicità della cosiddetta stampa libera, che fingeva di non vedere.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Mar 10 Ott 2017 - 22:22

maserati ha scritto:ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.

Maserà, il PCI non disponeva dei fondi del Governo italiano, le Regioni rosse erano ricche di loro: Emilia Romagna, Toscan e Umbria, con alcune sacche di proletariato che cmq viveva bene, quando era il caso contestava governi centrali e locali. Il veneto, come la Sicilia, era un feudo DC, dove si sfornavano molti figli, molto popolato e vincere in Veneto per la DC era fondamentale, così come in Sicilia, Calabria e Lombardia (in parte) e Campania. Nel lazio si alternava ma aveva uno zoccolo duro consistente. Detto ciò, sono assolutamente certo che il Veneto, il Friuli, regioni dove ci sono basi militari Nato, missili nucleari, furono molto foraggiati tanto quanto il sud del Paese. Nessuno nega che le vostre capacità imprenditoriali abbiano fatto fruttare meglio i soldi, anche perché la criminalità organizzata non opprimeva i cittadini come nel sud Italia, però se trovo dei resoconti te li mostrerò e vedrai che il ricco veneto degli ultimi 30-35 anni deve restituire, bene che gli va è pari, ma non sopra.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Mer 11 Ott 2017 - 6:40

Jeff Buckley ha scritto:
renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.


Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...



Io ti chiedo numeri, attualizzati e confrontati coi nostri copiosi residui.
Tu che cosa mi porti?
Ti lamenti che ti ho offeso, e non è vero.....e tante belleparole.
Ma io voglio i numeri, i dati statistici.....
Poi se avrai ragione saròben lieto di dartela.
Ma dubito fortemente che sia così, e il perchè te lo ha spiegato maserati qui sopra
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Mer 11 Ott 2017 - 13:32

Jeff Buckley ha scritto:



maserati ha scritto:ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.





Maserà, il PCI non disponeva dei fondi del Governo italiano, le Regioni rosse erano ricche di loro: Emilia Romagna, Toscan e Umbria, con alcune sacche di proletariato che cmq viveva bene, quando era il caso contestava governi centrali e locali. Il veneto, come la Sicilia, era un feudo DC, dove si sfornavano molti figli, molto popolato e vincere in Veneto per la DC era fondamentale, così come in Sicilia, Calabria e Lombardia (in parte) e Campania. Nel lazio si alternava ma aveva uno zoccolo duro consistente. Detto ciò, sono assolutamente certo che il Veneto, il Friuli, regioni dove ci sono basi militari Nato, missili nucleari, furono molto foraggiati tanto quanto il sud del Paese. Nessuno nega che le vostre capacità imprenditoriali abbiano fatto fruttare meglio i soldi, anche perché la criminalità organizzata non opprimeva i cittadini come nel sud Italia, però se trovo dei resoconti te li mostrerò e vedrai che il ricco veneto degli ultimi 30-35 anni deve restituire, bene che gli va è pari, ma non sopra.




Ripeto, o tiriamo fuori i dati o i tuoi restano solo indizi.
E ai tuoi indizi segue una mia deduzione: se mai fosse vero che da una tabella storica esaustiva risultasse che il Veneto non è a credito, credi che i vari meridionalisti d'accatto - quelli che il sud è ridotto così perché i sabaudi gli hanno rubato l'oro di Napoli e loro c'avevano la napoli-portici quando noi eravamo ancora come abatantuono in attila i' flacello t'ittio - o i fascistoni centralisti melonian-poundiani, o i compagni della coop sei tu, o l'ufficio stampa di Angelino Alfano non l'avrebbero tirata fuori quella tabella?
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mer 11 Ott 2017 - 18:15

Ma se non ci fosse Venezia, chi lo cagherebbe il Veneto? E su, per favore, non scherziamo. Capisco che per chi vive lì il Veneto è il centro del mondo, ma togli Venezia e del Veneto non resta nulla. Le ville del Palladio ... Ce ne sono di ville in Lombardia, per non parlare delle ville di Posillipo. Il Presidente della Repubblica ozia a Villa Rosebery, non in una villa palladiana. Ma di che stiamo parlando?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mer 11 Ott 2017 - 18:20

Amici del Veneto, se vi toglieste dai piedi potreste sopravvivere solo facendo i lacchè agli Austriaci. Che peraltro di voi se ne fregano. In Italia potete fare gli sparapose, ma se ve ne andaste non vi considererebbe più nessuno. Non scherziamo, eddai ... Se vi date tanta importanza, con quale arroganza si dovrebbe proporre un discendente della Roma imperiale? Confrontate la storia del Veneto con quella di Roma e vi rendete conto di chi cazzo siete. E basta Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Mer 11 Ott 2017 - 18:25

Perché non ammettete che tutto il Veneto vive sulle spalle di Venezia? Non avete alcuna ragione per fare la voce grossa. Io avrei voluto evitare questi toni da osteria, ma vista l'importanza che immeritatamente vi attribuite, mi sento tirare per i capelli. Non siete nessuno. Punto. Punto e virgola. Due punti.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Mer 11 Ott 2017 - 20:44

renzone ha scritto:Io ti chiedo numeri, attualizzati e confrontati coi nostri copiosi residui.
Tu che cosa mi porti?
Ti lamenti che ti ho offeso, e non è vero.....e tante belleparole.
Ma io voglio i numeri, i dati statistici.....
Poi se avrai ragione saròben lieto di dartela.
Ma dubito fortemente che sia così, e il perchè te lo ha spiegato maserati qui sopra

Fatta premessa, che non mi sento offeso, ho solo sottolineato che ti trovo abbastanza aggressivo ma non c'è nessun problema, come ho tempo voglio trovare qualche documento che confermi quanto penso oppure da ragione a te. Vedremo.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  flea il Mer 11 Ott 2017 - 21:04

maserati ha scritto:

Jeff Buckley ha scritto:




renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.






Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...





ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.


E sono soddisfazioni: sono sicuramente più alti ma (a parte il fatto che è proprio nelle regioni meridionali che l'altezza è più cresciuta rispetto al resto d'Italia, sarà la dieta più carnea):
„La maglia nera delle dimensioni medie degli attributi maschili se l’aggiudica, comunque, il Friuli Venezia Giulia con una media di 13-14 centimetri di lunghezza.“, e „Insieme all’Umbria, i terun detengono la media migliore, collocandosi tra i 17 e i 18 centimetri di lunghezza.“, La mappa delle regioni italiane sulle dimensioni del pene
„La brusca battuta d’arresto, con una media tra i 15 e 16 centimetri, si intravede in Sardegna, Toscana e Marche, per sprofondare in tutto l’estremo nord Italia"......
A parte gli scherzi  Very Happy  - ma non poi tanto visto che a forza di ferire di spada si finisce per essere feriti - vorrei solo aggiungere che questa accusa che viene rivolta dai nordici ai napoletani di essere "chiagni e futti", potrebbe rivolgersi anche ai nordici quando iniziano una lamentela che li autoidentifica come gli unici che lavorano, gli unici ad essersi rimboccati le maniche, gli unici a trainare il peso del resto d'Italia che vivrebbe a spese loro, così imprenditoriali, onesti e diversi dagli altri italiani.
Soldi pubblici a carrettate, corruzioni su vasta scala, coop che proliferano di clientele, sono una realtà in tutta l'Italia.
E tuttavia,e lo si vede dai commenti in tutti, dicesi tutti i social, i forum, puntualmente l'attenzione dell'abitante norditaliano si appunta su quello che avviene da Roma in giù. Su questo atteggiamento, tutta la classe politica ci sguazza, e continuerà a sguazzare.
Come ha scritto Sandrocchio nel Veneto qualcosa tutti quei soldi hanno fruttato, e se quel qualcosa è in crisi, non credo che la responsabilità sia dei napoletani. Con tutti i mali del sud e della sua disgraziata e volutamente incapace e rapace classe politica, credo che sarebbe bene uscire dall'indottrinamento, così io lo vedo.
Poi tutti lodano lo spirito imprenditoriale ecc., ma mi sembra lo stesso trucchetto della "ricchezza" catalana - come se una serie di investimenti priilegiati e una favorevolissima posizione geografica non contassero nulla.

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Jeff Buckley il Mer 11 Ott 2017 - 22:03

sandrocchio ha scritto:Ma se non ci fosse Venezia, chi lo cagherebbe il Veneto? E su, per favore, non scherziamo. Capisco che per chi vive lì il Veneto è il centro del mondo, ma togli Venezia e del Veneto non resta nulla. Le ville del Palladio ... Ce ne sono di ville in Lombardia, per non parlare delle ville di Posillipo. Il Presidente della Repubblica ozia a Villa Rosebery, non in una villa palladiana. Ma di che stiamo parlando?

No be dai, non esageriamo. Hanno delle belle Donne che apprezzano molto quelli del centro-sud, hanno un grande l'Amarone e del buon Prosecco. Padova e le sue piazze mi piacciono, Treviso meno ma non è brutta. Venezia è meravigliosa, anche se di recente l'ho trovata un po degradata: scritte sui muri, strade non curate come un tempo, nei vicoli e nelle piazze minori e meno note, ma resta sempre una perla. No, direi che su questo piano il Veneto ha le sue bellezze, Verona è una bella città anche se dovrebbero darci gli utili dell'Arena, a noi romani come voi a Pompei, del resto Smile
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9559
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Mer 11 Ott 2017 - 22:25

flea ha scritto:
maserati ha scritto:


Jeff Buckley ha scritto:





renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.







Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...






ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.



E sono soddisfazioni: sono sicuramente più alti ma (a parte il fatto che è proprio nelle regioni meridionali che l'altezza è più cresciuta rispetto al resto d'Italia, sarà la dieta più carnea):
„La maglia nera delle dimensioni medie degli attributi maschili se l’aggiudica, comunque, il Friuli Venezia Giulia con una media di 13-14 centimetri di lunghezza.“, e „Insieme all’Umbria, i terun detengono la media migliore, collocandosi tra i 17 e i 18 centimetri di lunghezza.“, La mappa delle regioni italiane sulle dimensioni del pene
„La brusca battuta d’arresto, con una media tra i 15 e 16 centimetri, si intravede in Sardegna, Toscana e Marche, per sprofondare in tutto l’estremo nord Italia"......
A parte gli scherzi  Very Happy  - ma non poi tanto visto che a forza di ferire di spada si finisce per essere feriti - vorrei solo aggiungere che questa accusa che viene rivolta dai nordici ai napoletani di essere "chiagni e futti", potrebbe rivolgersi anche ai nordici quando iniziano una lamentela che li autoidentifica come gli unici che lavorano, gli unici ad essersi rimboccati le maniche, gli unici a trainare il peso del resto d'Italia che vivrebbe a spese loro, così imprenditoriali, onesti e diversi dagli altri italiani.
Soldi pubblici a carrettate, corruzioni su vasta scala, coop che proliferano di clientele, sono una realtà in tutta l'Italia.
E tuttavia,e lo si vede dai commenti in tutti, dicesi tutti i social, i forum, puntualmente l'attenzione dell'abitante norditaliano si appunta su quello che avviene da Roma in giù. Su questo atteggiamento, tutta la classe politica ci sguazza, e continuerà a sguazzare.
Come ha scritto Sandrocchio nel Veneto qualcosa tutti quei soldi hanno fruttato, e se quel qualcosa è in crisi, non credo che la responsabilità sia dei napoletani. Con tutti i mali del sud e della sua disgraziata e volutamente incapace e rapace classe politica, credo che sarebbe bene uscire dall'indottrinamento, così io lo vedo.
Poi tutti lodano lo spirito imprenditoriale ecc., ma mi sembra lo stesso trucchetto della "ricchezza" catalana - come se una serie di investimenti priilegiati e una favorevolissima posizione geografica non contassero nulla.

io non ho mai fatto il nordico col culto dell'operosità che disprezza i meridionali.
mi limito a ragionare sulle cifre, serenamente.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Gio 12 Ott 2017 - 10:20

Jeff Buckley ha scritto:

sandrocchio ha scritto:Ma se non ci fosse Venezia, chi lo cagherebbe il Veneto? E su, per favore, non scherziamo. Capisco che per chi vive lì il Veneto è il centro del mondo, ma togli Venezia e del Veneto non resta nulla. Le ville del Palladio ... Ce ne sono di ville in Lombardia, per non parlare delle ville di Posillipo. Il Presidente della Repubblica ozia a Villa Rosebery, non in una villa palladiana. Ma di che stiamo parlando?



No be dai, non esageriamo. Hanno delle belle Donne che apprezzano molto quelli del centro-sud, hanno un grande l'Amarone e del buon Prosecco. Padova e le sue piazze mi piacciono, Treviso meno ma non è brutta. Venezia è meravigliosa, anche se di recente l'ho trovata un po degradata: scritte sui muri, strade non curate come un tempo, nei vicoli e nelle piazze minori e meno note, ma resta sempre una perla. No, direi che su questo piano il Veneto ha le sue bellezze, Verona è una bella città anche se dovrebbero darci gli utili dell'Arena, a noi romani come voi a Pompei, del resto Smile

Le città del Veneto in media sono belle come le città delle altre regioni. A parte Venezia che è unica. Il Veneto non si distingue in nulla. Puoi dire che sia più bello... che so ... della Toscana o dell'Umbria? Puoi dire che sia più bello - lasciamo stare la Campania con le sue Costiere - della Sicilia? Della Puglia? E' una delle tante regioni italiane con città dove dopo mezz'ora che le hai viste non sai che cazzo fare. E te ne vai a Venezia.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Gio 12 Ott 2017 - 10:24

maserati ha scritto:
flea ha scritto:

maserati ha scritto:



Jeff Buckley ha scritto:






renzone ha scritto:E se pensi che siamo stati mantenuti da voi porta qua i numeri invece che sparare cazzate.








Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...







ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.




E sono soddisfazioni: sono sicuramente più alti ma (a parte il fatto che è proprio nelle regioni meridionali che l'altezza è più cresciuta rispetto al resto d'Italia, sarà la dieta più carnea):
„La maglia nera delle dimensioni medie degli attributi maschili se l’aggiudica, comunque, il Friuli Venezia Giulia con una media di 13-14 centimetri di lunghezza.“, e „Insieme all’Umbria, i terun detengono la media migliore, collocandosi tra i 17 e i 18 centimetri di lunghezza.“, La mappa delle regioni italiane sulle dimensioni del pene
„La brusca battuta d’arresto, con una media tra i 15 e 16 centimetri, si intravede in Sardegna, Toscana e Marche, per sprofondare in tutto l’estremo nord Italia"......
A parte gli scherzi  Very Happy  - ma non poi tanto visto che a forza di ferire di spada si finisce per essere feriti - vorrei solo aggiungere che questa accusa che viene rivolta dai nordici ai napoletani di essere "chiagni e futti", potrebbe rivolgersi anche ai nordici quando iniziano una lamentela che li autoidentifica come gli unici che lavorano, gli unici ad essersi rimboccati le maniche, gli unici a trainare il peso del resto d'Italia che vivrebbe a spese loro, così imprenditoriali, onesti e diversi dagli altri italiani.
Soldi pubblici a carrettate, corruzioni su vasta scala, coop che proliferano di clientele, sono una realtà in tutta l'Italia.
E tuttavia,e lo si vede dai commenti in tutti, dicesi tutti i social, i forum, puntualmente l'attenzione dell'abitante norditaliano si appunta su quello che avviene da Roma in giù. Su questo atteggiamento, tutta la classe politica ci sguazza, e continuerà a sguazzare.
Come ha scritto Sandrocchio nel Veneto qualcosa tutti quei soldi hanno fruttato, e se quel qualcosa è in crisi, non credo che la responsabilità sia dei napoletani. Con tutti i mali del sud e della sua disgraziata e volutamente incapace e rapace classe politica, credo che sarebbe bene uscire dall'indottrinamento, così io lo vedo.
Poi tutti lodano lo spirito imprenditoriale ecc., ma mi sembra lo stesso trucchetto della "ricchezza" catalana - come se una serie di investimenti priilegiati e una favorevolissima posizione geografica non contassero nulla.


io non ho mai  fatto il nordico col culto dell'operosità che disprezza i meridionali.
mi limito a ragionare sulle cifre, serenamente.
Come fai a ragionare sulle cifre se non le conosci? Al massimo puoi supporre. Ma il ragionamento esige dati oggettivi. Dai le cifre e poi ci ragioniamo su.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  maserati il Gio 12 Ott 2017 - 10:49

sandrocchio ha scritto:
maserati ha scritto:

flea ha scritto:


maserati ha scritto:




Jeff Buckley ha scritto:

















Credevo che il tempo ti avesse reso meno aggressivo, invece lo di più e insulti anche chi la pensa diversamente da te e non è detto che tu abbia ragione e gli altri torto.
Io ti dico solo una cosa. Immagino tu abbia studiato, immagino che conosci la storia del veneto nel '900, dunque conoscerai la figura di Rumor, il vicentino Rumor, che fece piovere da Roma, in favore delle cooperative bianche e le associazioni cattoliche, montagne di soldi, tanti milioni e poi miliardi, fino agli anni '70, quando poi perse di potere e lasciò il passo ad altri, nella Dc. Nel frattempo, prima che il Veneto diventasse una forza economica, il povero Veneto fu sostenuto dai governi DC e poi delle coalizioni pentapartito, con tanti e tanti soldi che i veneti sanno benissimo.
Che poi oggi siano cambiati i tempi e lo stile di vita, è indubbio, ma non puoi lamentarti oggi, quando i tuoi genitori, i tuoi nonni oltre al loro lavoro hanno usufruito di aiuti "romani" (in senso di Governo), anche su spinta del Vaticano, per dare la grande spinta prima per sopravvivere e poi per lo sviluppo del veneto ricco che produce e investe in Italia e nel mondo. Se sai da dove vieni, sai dove ti trovi, e non puoi tagliare fette di storia, quelle che non gradisci,  per poi parlare della Serenissima.
Magari se arrivi al 2014-26 trovi che i metodi che contesti alle altre regioni, soprattutto del sud, non vi sono estranei...

Coop-scandalo fallita, la Finanza sequestra le carte in Regione
Ca’ della Robinia, bruciati 5 milioni di fondi pubblici.


VENEZIA Blitz della Guardia di finanza a Palazzo Molin, sede della Segreteria regionale di Sanità e Sociale, ieri mattina. La notizia, partita da alcuni dipendenti, ha cominciato a girare in Consiglio regionale nel primo pomeriggio, per poi trovare conferme all’interno dello stesso Palazzo Ferro Fini. Diversi consiglieri hanno appurato la presenza delle fiamme gialle, che avrebbero acquisito nuovo materiale su Ca’ della Robinia. Si tratta della cooperativa alla quale nel 2014 Palazzo Balbi concesse un finanziamento agevolato di 3,4 milioni di euro (ora però si parla di 5 milioni) per realizzare nell’ex locale «Disco Palace» di Nervesa della Battaglia (Treviso) una fattoria didattica in cui impiegare 16 disabili. In realtà poi in loco fu avviata una birreria, prevista dal progetto se gestita dalla coop, che però l’ha affittata a una società privata, lesta ad aprirci un ristorante. Risultato: esposti, ordinanza di chiusura da parte del sindaco di Nervesa per mancata realizzazione del progetto approvato e tre inchieste.

Una curata dal procuratore capo di Treviso, Michele Dalla Costa, che lavora all’ipotesi di truffa aggravata per il conseguimento di erogazioni pubbliche o malversazione concretizzata nel luogo in cui i soldi sono arrivati (cioè dove ha sede la banca) e sono stati usati. La seconda, con l’ipotesi di abuso d’ufficio, in capo alla Procura di Venezia, dove il pm Stefano Ancilotto sta cercando di capire se qualcuno in Regione «in violazione di norme di legge o di regolamento abbia intenzionalmente procurato a sé o ad altri un ingiusto vantaggio patrimoniale». Cioè se ci sia stata l’intenzione di favorire la coop sotto accusa

17 dicembre 2016

Pensa se c'era scritto, al posto di Nervesa della Battaglia, Miano, Ottaviano, Saviano, e tutto l'entroterra napoletano, cosa avresti scritto e tuonato...








ai tempi della DC (e del PCI che non era proprio rigidamente all'opposizione) c'erano soldi pubblici a palate per tutti, non solo per il veneto.
tu dici che negli anni 60 il residuo fiscale del veneto fosse negativo? cioè che fosse tra le regioni che ciucciavano invece che tra quelle che venivano ciucciate?
Basterebbe prendere a ritroso tutti i dati statistici del Veneto, fino a quando questi dati sono disponibili ed attendibili e sommarli algebricamente dopo averli attualizzarli in base al costo della vita.
Se venisse fuori che hai ragione tu e che l'aggregato storico dà un saldo con segno meno mi stupirei enormemente.
ma non è che scrivendo in modo generico che c'era Rumor a dispensare soldi a pioggia che si dimostra nulla.
Una volta tra amici dissi che la statura media degli italiani varia molto da regione a regione e che mediamente un calabrese è decisamente più basso di un friulano. Un'amica mi rispose che suo cugino di Reggio Calabria era alto un metro e novanta e che quindi dicevo cazzate.
io parlavo in base ai dati storici dei rilevamenti statistici alle visite di leva, lei in base a suo cugino di Reggio Calabria.
Ecco, i regali clientelari di Rumor sono come il cugino calabrese spilungone della mia amica: può essere un indizio ma poi servono i dati complessivi.





E sono soddisfazioni: sono sicuramente più alti ma (a parte il fatto che è proprio nelle regioni meridionali che l'altezza è più cresciuta rispetto al resto d'Italia, sarà la dieta più carnea):
„La maglia nera delle dimensioni medie degli attributi maschili se l’aggiudica, comunque, il Friuli Venezia Giulia con una media di 13-14 centimetri di lunghezza.“, e „Insieme all’Umbria, i terun detengono la media migliore, collocandosi tra i 17 e i 18 centimetri di lunghezza.“, La mappa delle regioni italiane sulle dimensioni del pene
„La brusca battuta d’arresto, con una media tra i 15 e 16 centimetri, si intravede in Sardegna, Toscana e Marche, per sprofondare in tutto l’estremo nord Italia"......
A parte gli scherzi  Very Happy  - ma non poi tanto visto che a forza di ferire di spada si finisce per essere feriti - vorrei solo aggiungere che questa accusa che viene rivolta dai nordici ai napoletani di essere "chiagni e futti", potrebbe rivolgersi anche ai nordici quando iniziano una lamentela che li autoidentifica come gli unici che lavorano, gli unici ad essersi rimboccati le maniche, gli unici a trainare il peso del resto d'Italia che vivrebbe a spese loro, così imprenditoriali, onesti e diversi dagli altri italiani.
Soldi pubblici a carrettate, corruzioni su vasta scala, coop che proliferano di clientele, sono una realtà in tutta l'Italia.
E tuttavia,e lo si vede dai commenti in tutti, dicesi tutti i social, i forum, puntualmente l'attenzione dell'abitante norditaliano si appunta su quello che avviene da Roma in giù. Su questo atteggiamento, tutta la classe politica ci sguazza, e continuerà a sguazzare.
Come ha scritto Sandrocchio nel Veneto qualcosa tutti quei soldi hanno fruttato, e se quel qualcosa è in crisi, non credo che la responsabilità sia dei napoletani. Con tutti i mali del sud e della sua disgraziata e volutamente incapace e rapace classe politica, credo che sarebbe bene uscire dall'indottrinamento, così io lo vedo.
Poi tutti lodano lo spirito imprenditoriale ecc., ma mi sembra lo stesso trucchetto della "ricchezza" catalana - come se una serie di investimenti priilegiati e una favorevolissima posizione geografica non contassero nulla.



io non ho mai  fatto il nordico col culto dell'operosità che disprezza i meridionali.
mi limito a ragionare sulle cifre, serenamente.

Come fai a ragionare sulle cifre se non le conosci? Al massimo puoi supporre. Ma il ragionamento esige dati oggettivi. Dai le cifre e poi ci ragioniamo su.

ho cercato quei dati ma evidentemente non sono facilmente reperibili in internet.
se io ho un credito nei tuoi confronti e ti porto in tribunale mostrando i titoli di credito tu puoi anche dire di avere un credito pregresso che compensa il mio, ma se non riesci a provare tale credito il tribunale intanto ti condanna a pagare la tua parte.
Altro esempio, tu mi dai uno schiaffo mentre siamo ripresi da una telecamera e tu dici che hai reagito ad uno schiaffo che ti avevo dato mezzo minuto prima quando eravamo dietro l'angolo, fuori dall'inquadratura della telecamera. il tuo avvocato può anche dire che sono io che ho l'onere di portare le immagini della zona dietro l'angolo che provano se ti ho dato o meno uno schiaffo, ma il giudice poi gli risponde con una sonora risata.
In altre parole sei tu che devi portare i dati oggettivi che contrastano i miei, e francamente sono stufo di obbiettare ad uno che in continuazione spara assurdità e poi bisogna stare lì a spiegargli l'abc.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  sandrocchio il Gio 12 Ott 2017 - 15:07

Io ho solo un dato oggettivo: quando gli Amereicani hanno chiuso il rubinetto voi siete crollati, anche perchè non c'erano più i democristiani a proteggervi. E lo Stato vi ha pure salvato le banche ...
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  renzone il Dom 15 Ott 2017 - 13:58

a quanto pare anche il governatore della Puglia Emiliano è d'accordo con Zaia e Maroni....e il perchè, GIUSTAMENTE, è che è ora che i capibastone meridionali si prendano le loro responsablità o che se ne vadano affanculo....e che lo statocentrale non interferisca distruttivamente con chi si sa gestire molto meglio di quanto non faccia lui.
E' talmente elementare che non so davvero che cazzo abbia Jeff Buckley da opporvisi...
Dopodichè anche la Puglia chiederà l'autonomia,mentre i napule resteranno a rompere il cazzo che hanno pochi soldi da sperperare
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9768
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Il Bluff del nord

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 2 di 2 Precedente  1, 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum