"Sono andata dai cinesi"

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

"Sono andata dai cinesi"

Messaggio  sandrocchio il Dom 8 Ott 2017 - 7:28

Fatterelli di vita quotidiana, che non troverete mai sui giornali, tuttavia hanno la loro importanza. Incontro una miaamica. Si parla del più e del meno. A un certo punto le rivolgo un complimento per il nuovo look. "Ho vinto un mio pregiudizio", mi dice. Le chiedo qualefosse, e come fanno quasi tutte le donne, invece di rispondere alla domanda partono dalle calende greche. "E' stato la settimana scorsa. Lunedì. In genere i parrucchieri quel giorno sono chiusi, ma sono passata davanti a un negozio gestito dai cinesi. Non ero uscita con l'intenzione di farmi i capelli, ma qualcosa mi ha spintoad entrare in quel negozio. Mai e poi mai sarei andata ad aggiustarmi i capelli dai Cinesi, ma quella volta ho deciso di vincere il mio pregiudizio. Sono una favola". "In che senso?". "Ti racconto. Entro e dico subito che non ho l'appuntamento". "Non importa - mi dicono alla cassa - deve aspettare venti minuti". Aspetto e dopo esattamente venti minuti arriva una signora. Le chiedo anzitutto informazioni sul colore. Mi porta una confezione di marca e il colore me lo prepara davanti ai miei occhi. Non dice una parola. Si mette subito a lavorare e in mezz'ora mi fa taglio e colore. Un quarto d'ora per lo shampoo e la messa in piega e dopo neanche un'ora ero fuori. Servizio eccellente,con un risparmio del 60% rispetto al mio parrucchiere, che fra l'altro non rispetta mai l'ora dell'appuntamento, e che è lentissimo, perchè perde un sacco di tempo a parlare di cose che non m'interessano. I cinesi invece sono una catena di montaggio:fanno velocemente il loro lavoro, in silenzio, e sono bravi,efficienti ed economici". "Quindi il tuo parrucchiere ha perso una cliente", dico. "Penso di sì. Non si può neanche parlare di rapporto prezzo/prestazioni. Loro sono forse più bravi del mio parrucchiere e costano la metà. E' un servizio alla pari, se non migliore, a metà prezzo".
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Sono andata dai cinesi"

Messaggio  savita il Dom 8 Ott 2017 - 11:46

Sui prezzi non discuto. Se per molte donne, soprattutto giovani, e necessariamente anche di fretta , quella è da discriminante prioritaria, non ho nulla da dire, purchè le autorità sorveglino che i lavoratori abbiano retribuzioni e contribuiti conformi alle nostre leggi, e che i titolari paghino le tasse dovute .

ma sul trattamento dal punto di vista umano, , farei un'altra considerazione . Dipende da che cosa una dona viole dalla frequentazione di un negozio di parrucchiere. Se cerca anche qualcuno con cui chiacchierare, confidarsi a volte, forse quel tipo di negozio che tu descrivi non fa per lei.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Sono andata dai cinesi"

Messaggio  sandrocchio il Dom 8 Ott 2017 - 16:53

Non è questione di soldi. E' questione di tempo. Le donne sono molto più impegnate di un tempo, e non hanno bisogno di andare dal parrucchiere a confidarsi. Coi soldi che guadagnano,possono permettersi uno psicologo. E' un cambiamento radicale. Una volta la donna era disposta a perdere tempo dal parrucchiere, che la coccolava regalandole l'illusione di essere "unica". Alla donna moderna questo non interessa più. Vuole acconciarsi bene il più in fretta possibile. E se risparmia -cosa che,ripeto, non è prioritaria, soprattutto se lavora - tanto di guadagnato.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13322
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: "Sono andata dai cinesi"

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum