I premi scemi

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

I premi scemi

Messaggio  sandrocchio il Mar 10 Ott 2017 - 10:47

Due stelle del nostro nuoto - Pellegrini e Paltrinieri - si stanno menando verbalmente - o meglio per iscritto, sui social - e il motivo del contendere è chi fra i due abbia l'allenatore migliore. Il Coni - credo - ha assegnato il premio Comecazzosichiama all'allenatore di Paltrinieri e la Federica si è armata di PC scrivendo in pratica che la logica di questi premi non prevede la meritocrazia, senza tuttavia spiegare la ragione per cui il Coni secondo lei avrebbe preferito l'allenatore di Paltrinieri invece del suo. A questo punto Paltrinieri è sceso in campo in difesa del suo allenatore, affermando che la Pellegrini, per esaltare il lavoro del suo tecnico, denigrava il lavoro altrui. L'accusa è: mancanza di rispetto. La Pellegrini, che quando è in guerra non conosce il senso della misura, ha scritto che a casa sua mancare di rispetto vuol dire insultare. Lei non ha insultato nessuno e minaccia la querela. Lite fra comari di cortile,insomma, su chi fra i due mariti abbia l'uccello più lungo. Al di là della banalità del litigio, c'è da dire che certi premi sono vere e proprie chiaviche, perchè non si basano su dati di fatto, ma sulla loro interpretazione. La Pellegrini ha ragione quando ricorda che se ha vinto due medaglie d'oro a 29 anni è anche merito del suo allenatore, come ha ragione Paltrinieri quando afferma che gli atleti guidati dal suo allenatore hanno racimolato quattro medaglie d'oro. Così com'è una cavolata nel mondo del calcio il Seminatore d'oro. Come fai a sostenere che Sarri sia più bravo di Allegri o viceversa? Se allenassero gli stessi atleti si potrebbe capire, ma comunque sono fesserie. Tornando a Pellegrini e Paltrinieri, è una lite ridicola. Paltrinieri però ha una giustificazione: di fronte all'attacco della Pellegrini non poteva starsene zitto. Tacere,in certi casi, vuol dire condividere. E' la Pellegrini che, in questo caso, non si può giustificare in alcun modo. Si sa che a volte non ha il senso della misura, ma questo non vuol dire che bisogna tollerare tutte le scemenze che scrive, visto che non corrobora i suoi concetti (o sospetti) con prove certe. Come dire: "Sono la Pellegrini e posso farlo". No. O meglio: vuoi esprimere liberamente il tuo pensiero? Non romperei coglioni e non minacciare querele se qualcuno ti risponde a muso duro, perchè te lo meriti. Rendo omaggio alla campionessa, ma questa volta ha toppato.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 12979
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum