L'aggressione al giornalista Rai

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Mer 8 Nov 2017 - 21:25

Premessa: mettere le mani addosso a una persona, prenderla a calci o darle una testata è un'azione inqualificabile. Questo dal punto di vista etico, giuridico e tutto quel che volete, soprattutto se chi aggredisce sa di essere più forte di colui che viene aggredito. Detto ciò, che la Rai si meritasse una lezione è altrettanto indiscutibile. Il trionfo di Casapound a Ostia è un fatto da analizzare, non da screditare o delegittimare, con l'affermazione che Casapound sarebbe stata fiancheggiata dai malavitosi. Il voto popolare non va delegittimato. E se comunque i malavitosi fiancheggiano un'organizzazione politica - ed è tutto da dimostrare - è la magistratura a doversene occupare. Possibilmente prima del voto, non dopo. Il tentativo della Rai di delegittimare il voto popolare di Ostia è altrettanto inqualificabile dell'aggressione. Merda è colui che ha dato la testata, altrettanto merda è colui che va a rompere i coglioni alla gente con lo scopo preciso di delegittimare un voto. 1-1. Palla al centro.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Mer 8 Nov 2017 - 21:35

La sinistra, purtroppo, è stata abituata troppo bene. Da una magistratura che troppo spesso è intervenuta per toglierla dai guai in cui da sola si era cacciata. Mi spiego. Se c'è qualcosa che non va, se la legge non viene rispettata, la Magistratura deve intervenire prima delle elezioni, non dopo. Non è che se le elezioni vanno bene alla sinistra lasci perdere, se la sinistra esce sconfitta si delegittima il voto dando la caccia agli impresentabili o indagando sui fiancheggiatori del partito che ha vinto. In Sicilia, per esempio, si sono candidati degli impresentabili? E perchè tu, magistratura, hai lasciato fare, per poi intervenire a elezioni concluse? Abbiamo una sinistra che, dai tempi di Berlinguer, non sa fare politica, e ogni volta che le ha prese dalla Destra ha avuto l'aiuto di questo o quel magistrato per uscire dal pantano in cui si era cacciata. Se uno è impresentabile, bisogna impedirgli di scendere in campo. Ma lo devi fare a tempo debito. Per tornare a Ostia, Casapound - che sarà quel che sarà - ha potuto presentarsi al giudizio dell'elettorato che l'ha premiata.  Delegittimarla a elezioni avvenute è un'azione ignobile. O non la fai partecipare oppure - se partecipa e vince - cerchi di capire in cosa hai sbagliato senza cercare giustificazioni del cavolo per delegittimare il voto. Punto.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Mer 8 Nov 2017 - 21:40

La Rai, come azienda pubblica, non può comportarsi in modo così ignobile. C'è stato un chiaro tentativo di delegittimazione del voto popolare. Io non me la prendo con quel povero cristo che s'è preso la testata. Me la prendo con chi l'ha mandato. Le sconfitte vanno accettate. E analizzate. Un'azienda pubblica, col canone riscosso dal fornitore dell'energia elettrica (cose da pazzi ...) che cerca di delegittimare il voto popolare. Ma dove siamo arrivati?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  renzone il Gio 9 Nov 2017 - 15:40

ti devo dare ragione in tutto.
Non se ne può più dei programmi di politica (e non di politica, vedi fazio) monopolizzati dalla sinistra e dei loro conduttori iper-faziosi, non se ne può più delle interviste tendenziose e delle imboscate mediatiche sempre volte a screditare quelli che non sono del PD.
Ovviamente non sto coi delinquenti, ai quali auguro la galera, ma hai ragione: la rai coi suoi galoppini si merita questo trattamento.
E lo stesso trattamento se lo meriterebbero anche quelli de la 7. (che però quantomeno è una emittente privata)
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9769
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  savita il Gio 9 Nov 2017 - 17:43

Evidentemente Renzone è da un  bel po di tempo che non segui veramente  La 7 e i suoi conduttori,  in primis     Mentana .  Sembra diventata l'emittente del Movimento 5 Stelle . Ma, come dici tu, è una emittente privata e quindi  può farsi colonizzare da chi le pare.  Osservo solo che la tradizionale "imparzialità " de La 7 di un tempo è diventata solo un ricordo .

In ogni caso, chi aggredisce fisicamente si mette sempre dalla parte del torto e si qualifica per quello che è , un delinquente : lui e tutti quelli che gli stanno dietro.  .
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  gauss il Gio 9 Nov 2017 - 18:43

savita ha scritto:Evidentemente Renzone è da un  bel po di tempo che non segui veramente  La 7 e i suoi conduttori,  in primis     Mentana .  Sembra diventata l'emittente del Movimento 5 Stelle . Ma, come dici tu, è una emittente privata e quindi  può farsi colonizzare da chi le pare.  Osservo solo che la tradizionale "imparzialità " de La 7 di un tempo è diventata solo un ricordo .

In ogni caso, chi aggredisce fisicamente si mette sempre dalla parte del torto e si qualifica per quello che è , un delinquente  : lui e tutti quelli che gli stanno dietro.   .

Delinquente, delinquente che si mostra per quello che è con orgoglio di esserlo.
Ha fatto di tutto per essere inquadrato bene nel video per la testata e con la spranga: quasi volesse superare "l'esame da boss"
avatar
gauss
Abituale
Abituale

Messaggi : 4267
Data d'iscrizione : 14.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Gio 9 Nov 2017 - 20:02

savita ha scritto:Evidentemente Renzone è da un  bel po di tempo che non segui veramente  La 7 e i suoi conduttori,  in primis     Mentana .  Sembra diventata l'emittente del Movimento 5 Stelle . Ma, come dici tu, è una emittente privata e quindi  può farsi colonizzare da chi le pare.  Osservo solo che la tradizionale "imparzialità " de La 7 di un tempo è diventata solo un ricordo .

In ogni caso, chi aggredisce fisicamente si mette sempre dalla parte del torto e si qualifica per quello che è , un delinquente  : lui e tutti quelli che gli stanno dietro.   .
Sono entrambi dalla parte del torto, con questa differenza: Spada è un tipo rozzo, e si comporta di conseguenza. La Rai - azienda pubblica - cerca di delegittimare il voto popolare. Non può stare dalla parte della ragione. Mi spiace solo che ci sia andato di mezzo quel poveraccio.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  Jeff Buckley il Ven 10 Nov 2017 - 0:13

renzone ha scritto:ti devo dare ragione in tutto.
Non se ne può più dei programmi di politica (e non di politica, vedi fazio) monopolizzati dalla sinistra e dei loro conduttori iper-faziosi, non se ne può più delle interviste tendenziose e delle imboscate mediatiche sempre volte a screditare quelli che non sono del PD.

Ti piacevano Porro, Minzolini, Paragone che invece erano superpartes, non iper-faziosi, vero?
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9563
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  Jeff Buckley il Ven 10 Nov 2017 - 0:21

sandrocchio ha scritto:Premessa: mettere le mani addosso a una persona, prenderla a calci o darle una testata è un'azione inqualificabile. Questo dal punto di vista etico, giuridico e tutto quel che volete, soprattutto se chi aggredisce sa di essere più forte di colui che viene aggredito. Detto ciò, che la Rai si meritasse una lezione è altrettanto indiscutibile. Il trionfo di Casapound a Ostia è un fatto da analizzare, non da screditare o delegittimare, con l'affermazione che Casapound sarebbe stata fiancheggiata dai malavitosi. Il voto popolare non va delegittimato. E se comunque i malavitosi fiancheggiano un'organizzazione politica - ed è tutto da dimostrare - è la magistratura a doversene occupare. Possibilmente prima del voto, non dopo. Il tentativo della Rai di delegittimare il voto popolare di Ostia è altrettanto inqualificabile dell'aggressione. Merda è colui che ha dato la testata, altrettanto merda è colui che va a rompere i coglioni alla gente con lo scopo preciso di delegittimare un voto. 1-1. Palla al centro.


Ti considero una persona intelligente, dunque devo pensare che non hai visto l'intera intervista tra l'inviato di Memo e quella merda mafiosa di Spada che lo ha picchiato. E' iniziata tra sorrisi, battute, il giornalista chiedeva se CasaPound poteva davvero risolvere i problemi di Ostia, non è andato li a screditare quel dato così evidente, guadagnato regalando le vecchie buste di viveri che inventò la DC negli anni '70 e che essendo nato in un quartiere Varticano, conosco benissimo. Speculano sulla chi sta peggio, e Spada, che occupa abusivamente i locali della sua palestra di Boxe (Renzò ma quando occupano quelli dei centrisociali sei sempre pronto, ma questa ti è sfuggita, eh...), ha fatto controllare addirittura le urne dove si votava con quelli di CasaPound, per vedere se andava chi ha preso il pacco viveri o non andava.
Sandro, ma non puoi ire una cosa che il povero giornalista col naso spaccato non ha mai detto, cioè che i malavitosi appoggiano CasaPound. Gli ha detto, molto più correttamente: "Tu dalle pagine di facebook hai inviato a votare CasaPound. Come mai? Credi che CasaPound possa fare finalmente bene per Ostia?". Non mi sembra che questo sia scredito.

La verità è che quelli sono mafiosi e hanno appoggiato chi gli consente di cacciare via le piazza occupate dagli immigrati per poter spacciare più sereni e senza problemi. Si scambiano i favori, ma come fai a non aver capito questa cosa?

P.s. vai a vedere il profilo facebook di Spada, e vai nelle amicizie e scrivi: Casa... senza aggiungere altro e vedi quanti ne compaiono. Sono gli altri malavitosi che fanno il bello e il cattivo tempo a Roma e sono affiliati. Quelli dove non va Salvini, i Casamonica, preferisce andare dai ladri di polli dei campi, non nelle ville con Ferrari dei veri zingari milionari.
avatar
Jeff Buckley
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9563
Data d'iscrizione : 25.07.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  maserati il Ven 10 Nov 2017 - 7:48

renzone ha scritto:
Ovviamente non sto coi delinquenti

ti chiederei un piccolo sforzo in più per renderlo ovvio.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:06

Jeff Buckley ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Premessa: mettere le mani addosso a una persona, prenderla a calci o darle una testata è un'azione inqualificabile. Questo dal punto di vista etico, giuridico e tutto quel che volete, soprattutto se chi aggredisce sa di essere più forte di colui che viene aggredito. Detto ciò, che la Rai si meritasse una lezione è altrettanto indiscutibile. Il trionfo di Casapound a Ostia è un fatto da analizzare, non da screditare o delegittimare, con l'affermazione che Casapound sarebbe stata fiancheggiata dai malavitosi. Il voto popolare non va delegittimato. E se comunque i malavitosi fiancheggiano un'organizzazione politica - ed è tutto da dimostrare - è la magistratura a doversene occupare. Possibilmente prima del voto, non dopo. Il tentativo della Rai di delegittimare il voto popolare di Ostia è altrettanto inqualificabile dell'aggressione. Merda è colui che ha dato la testata, altrettanto merda è colui che va a rompere i coglioni alla gente con lo scopo preciso di delegittimare un voto. 1-1. Palla al centro.



Ti considero una persona intelligente, dunque devo pensare che non hai visto l'intera intervista tra l'inviato di Memo e quella merda mafiosa di Spada che lo ha picchiato. E' iniziata tra sorrisi, battute, il giornalista chiedeva se CasaPound poteva davvero risolvere i problemi di Ostia, non è andato li a screditare quel dato così evidente, guadagnato regalando le vecchie buste di viveri che inventò la DC negli anni '70 e che essendo nato in un quartiere Varticano, conosco benissimo. Speculano sulla chi sta peggio, e Spada, che occupa abusivamente i locali della sua palestra di Boxe (Renzò ma quando occupano quelli dei centrisociali sei sempre pronto, ma questa ti è sfuggita, eh...), ha fatto controllare addirittura le urne dove si votava con quelli di CasaPound, per vedere se andava chi ha preso il pacco viveri o non andava.
Sandro, ma non puoi ire una cosa che il povero giornalista col naso spaccato non ha mai detto, cioè che i malavitosi appoggiano CasaPound. Gli ha detto, molto più correttamente: "Tu dalle pagine di facebook hai inviato a votare CasaPound. Come mai? Credi che CasaPound possa fare finalmente bene per Ostia?". Non mi sembra che questo sia scredito.

La verità è che quelli sono mafiosi e hanno appoggiato chi gli consente di cacciare via le piazza occupate dagli immigrati per poter spacciare più sereni e senza problemi. Si scambiano i favori, ma come fai a non aver capito questa cosa?

P.s. vai a vedere il profilo facebook di Spada, e vai nelle amicizie e scrivi: Casa... senza aggiungere altro e vedi quanti ne compaiono. Sono gli altri malavitosi che fanno il bello e il cattivo tempo a Roma e sono affiliati. Quelli dove non va Salvini, i Casamonica, preferisce andare dai ladri di polli dei campi, non nelle ville con Ferrari dei veri zingari milionari.
Anch'io ti considero una persona intelligente, e quindi ti rivolgo la seguente domanda: quando mai un giornalista della Rai - servizio pubblico - è andato a rompere i coglioni a qualcuno chiedendogli di giustificare il suo appoggio alla sinistra? Una volta che mi avrai citato questo episodio, ti darò ragione su tutto. Ma se ciò non è mai successo,perchè mai un giornalista della Rai - servizio pubblico - viene mandato a Ostia per chiedere a uno la ragione per cui appoggia un movimento di Destra? Perchè costui dovrebbe giustificarsi? Perchè chi vota per la sinistra non deve giustificarsi e chi vota per la Destra sì? E' questo il punto da cui nasce tutto. Se un giornalista della Rai venisse da me e mi chiedesse perchè voto a destra non lo prenderei a testate, questo no. Ma lo inviterei ad andarsene. E se insistesse, chiamerei i Carabinieri. Io sono di Destra, e se votassi Casapound, non dovrei giustificarmi col servizio pubblico. Non deve fregare nulla al servizio pubblico se appoggio questo o quel movimento. Il servizio pubblico, se proprio vuole, deve limitarsi a prenderne atto.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:10

Qui ci troviasmo di fronte a una democrazia colonizzata dalla sinistra. Sei a favore del Brexit? Giustificati. Sei a favore di Trump? Giustificati. Voti Casapond? Giustificati! Ma andate a farla in culo, voi e le giustificazioni. E se insistete, va a finire che mi schiero con colui che ha dato la testata.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:13

Perchè l'inviato di Nemo non va sulla Domiziana a vedere cosa hanno fatto gli extracomunitari? Vada a farsi un viaggetto da quelle parti. Poi non ci sarà bisogno di chiedere agli abitanti di quelle che una volta erano località amene perchè votino a destra.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:19

Fino a prova contraria, io sono un incensurato. Tu vieni a casa mia e mi dici che sono un capoclan, e che creo un clima d'intimidazione che condiziona gli elettori costringendoli a votare a destra. Ma io non ti do una testata. Io ti porto davanti al mio gabimetto e te lo faccio pulire con la lingua. Quello, fino a prova congtraria, è un incensurato che ha la sola colpa di avere un fratello condannato a dieci anni. E il giornalista gli dice apertamente che è a capo di un clan. Ma da dove risulta, se formalmente è incensurato? Ma come si permette il servizio pubblico di dare del capoclan a un incensurato? Il giornalista Rai è andato a casa di un incensurato per offenderlo. Questo risulta dall'intervista, e quello ha reagito.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:24

Rispondete a questa domanda: il fratello di Spada è mai andato in galera o è mai stato accusato di associazione mafiosa? A me non risulta. E come si permette la Rai di dargli del capoclan? Ma questo è giornalismo? Questa è militanza politica travestita da giornalismo. E lo fa la Rai, cui pago il canone attraverso il mio fornitore dell'energia elettrica. Questa è l'Italia del PD. Una merda!
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Ven 10 Nov 2017 - 8:30

Qual è il messaggio che dà la Rai, servizio pubblico? Che se voti Casapound non lo fai per libera scelta, ma perchè voti in un clima basato sull'intimidazione. E per dimostrarlo, la Rai, servizio pubblico, va a casa di un incensurato e lo accusa di essere un capoclan. Questa è democrazia? Chiedo, eh?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  renzone il Sab 11 Nov 2017 - 18:18

maserati ha scritto:
renzone ha scritto:
Ovviamente non sto coi delinquenti


ti chiederei un piccolo sforzo in più per renderlo ovvio.

no, non vorrei sforzarmi troppo perchè i giornalisti rai sono insopportabili ed esageratamente schierati, per cui la rai quel trattamento se lo va a cercare.....anzi è da tempo che mi chiedo quando si sarebbe arrivati alle mani.
Il che non significa di certo che parteggi i signori Spada o per i mafiosi, significa solo che sono nauseato dal comportamento dei giornalisti rai.
Se tu invece sei entusiasta del servizio pubblico che producono fai un piccolo sforzo di andare a quel paese
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9769
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  maserati il Sab 11 Nov 2017 - 19:53

renzone ha scritto:
maserati ha scritto:

renzone ha scritto:
Ovviamente non sto coi delinquenti



ti chiederei un piccolo sforzo in più per renderlo ovvio.


no, non vorrei sforzarmi troppo perchè i giornalisti rai sono insopportabili ed esageratamente schierati, per cui la rai quel trattamento se lo va a cercare.....anzi è da tempo che mi chiedo quando si sarebbe arrivati alle mani.
Il che non significa di certo che parteggi i signori Spada o per i mafiosi, significa solo che sono nauseato dal comportamento dei giornalisti rai.
Se tu invece sei entusiasta del servizio pubblico che producono fai un piccolo sforzo di andare a quel paese

veramente io la rai non la guardo proprio, e quindi faccio fatica ad entusiasmarmi.
Certo che se c'è un paese (o meglio paesone, trattandosi di Ostia e il suoi 200mila e passa abitanti) dominato da mafiosi e fascistazzi che vogliono menare chi non è d'accordo e tu invece te la prendi coi menati, beh vacci tu in quel paese ché mi pare a tua immagine e somiglianza.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  flea il Sab 11 Nov 2017 - 20:53

maserati ha scritto:

renzone ha scritto:


maserati ha scritto:



renzone ha scritto:
Ovviamente non sto coi delinquenti





ti chiederei un piccolo sforzo in più per renderlo ovvio.




no, non vorrei sforzarmi troppo perchè i giornalisti rai sono insopportabili ed esageratamente schierati, per cui la rai quel trattamento se lo va a cercare.....anzi è da tempo che mi chiedo quando si sarebbe arrivati alle mani.
Il che non significa di certo che parteggi i signori Spada o per i mafiosi, significa solo che sono nauseato dal comportamento dei giornalisti rai.
Se tu invece sei entusiasta del servizio pubblico che producono fai un piccolo sforzo di andare a quel paese



veramente io la rai non la guardo proprio, e quindi faccio fatica ad entusiasmarmi.
Certo che se c'è un paese (o meglio paesone, trattandosi di Ostia e il suoi 200mila e passa abitanti) dominato da mafiosi e fascistazzi che vogliono menare chi non è d'accordo e tu invece te la prendi coi menati, beh vacci tu in quel paese ché mi pare a tua immagine e somiglianza.



Il punto - lo scandalo - secondo me, è questo.
C'è il decimo municipio, sul litotale romano, dove - anche quando Casapound non era nemmeno un fantasma di 0.0005% - c'è un clan - un clan rom, per la precisione, imparentato coi famigerati Casamonica - che la fa da padrone. Con estorsioni, gente estromessa dagli alloggi, controllo delle attività commerciali,pestaggi, stupefacenti ecc. ecc.
Da quanti anni? Non certo un anno o due. Nemmeno 5 o 6.
Il Municipio è stato sciolto e commissariato per due anni, parecchi finiti in carcere, tra cui il presidente, Andrea Tassone, DEL PD, nel 2014, che è stato condannato a 5 anni, e via discorrendo.
Quale è stata la risposta, non di Casa Pound, ma delle istituzioni e degli stessi giornalisti, come la Gruber, che intitolano i loro servizi non "Vent'anni di spadroneggiamento della Mafia", ma "Il pericolo neofascista"?
E solo adesso, solo dopo l'orribile gesto, compiuto con l'impulsività di chi, mai, ha dovuto rendere conto a nessuno, di chi agisce con l'assoluta sicurezza, solo a ridosso delle elezioni, scoppia lo scandalo.
I fascisti, i fascisti, già. Come se l'impero di questo clan, le infiltrazioni mafiose, l'assoluto ed inconstrastato impero del crimine e del malaffare, fossero opera di Casapound, l'inerzia, o peggio, molto peggio, delle istituzioni, dei partiti "non fascisti", fossero ispirati al "fascismo".
Adesso tutti a scandalizzarsi ed accorgersi della giornalista minacciata, della vita quotidiana dominata dai "padroni" criminali, adesso che ci sono i "neofascisti".
Prima, evidentemente, era una delle tante cose con cui si doveva convivere.
Non so e non posso dire la consistenza dell'appoggio e del portare voti a Casapound, è vero che i clan mafiosi portano i loro voti a destra e sinistra secondo la convenzienza del momento, di conseguenza, in passato, se tanto mi dà tanto, li avranno girati al PD.
E, se è per questo, lo stesso Spada avrebbe espresso simpatie di voto per i 5stelle, dunque...
Sono felice che l'abbiano arrestato, meno male che ha fatto questo gesto impulsivo, verrebbe da dire, ma sarei più felice se in Italia, fascisti o non fascisti, si prendesse una sospirata svolta per la "legge e l'ordine".

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Sab 11 Nov 2017 - 22:01

Venendo meno al suo compito, che sarebbe quello di dare un'informazione al di sopra delle parti, dando la parola a tutti - vincitori e perdenti - la Rai è andata a Ostia per delegittimare il voto popolare. E' andata a Ostia per identificare Casapound col fratello di Spada. Un'azione ideologica inqualificabile. A dimostrazione che quando la sinistra va in crisi per propri demeriti, invece di analizzare le ragioni della sconfitta, delegittima l'avversario. Ma questo lo può fare il PD, non la Rai, che dovrebbe almeno fingere di essere obiettiva.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Sab 11 Nov 2017 - 22:08

A me, telespettatore Rai, non frega assolutamente nulla di Spada. A me interessa conoscere l'opinione del PD sulla batosta che s'è preso a Ostia, m'interesserebbe conoscere l'opinione degli altri partiti, compreso Casapound, per bocca dei loro dirigenti. E m'interesserebbe conoscere l'opinione dei cittadini, di chi è andato a votare oppure ha preferito restare a casa. Cosa m'interessa se il fratello di Spada appoggia Casapound? Ma quella trasmissione non era finalizzata a dare informazione, ma a negare la legittimità di un voto. Vergognoso!
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  maserati il Dom 12 Nov 2017 - 9:23

flea ha scritto:
maserati ha scritto:


renzone ha scritto:



maserati ha scritto:




renzone ha scritto:
Ovviamente non sto coi delinquenti






ti chiederei un piccolo sforzo in più per renderlo ovvio.





no, non vorrei sforzarmi troppo perchè i giornalisti rai sono insopportabili ed esageratamente schierati, per cui la rai quel trattamento se lo va a cercare.....anzi è da tempo che mi chiedo quando si sarebbe arrivati alle mani.
Il che non significa di certo che parteggi i signori Spada o per i mafiosi, significa solo che sono nauseato dal comportamento dei giornalisti rai.
Se tu invece sei entusiasta del servizio pubblico che producono fai un piccolo sforzo di andare a quel paese




veramente io la rai non la guardo proprio, e quindi faccio fatica ad entusiasmarmi.
Certo che se c'è un paese (o meglio paesone, trattandosi di Ostia e il suoi 200mila e passa abitanti) dominato da mafiosi e fascistazzi che vogliono menare chi non è d'accordo e tu invece te la prendi coi menati, beh vacci tu in quel paese ché mi pare a tua immagine e somiglianza.




Il punto - lo scandalo - secondo me, è questo.
C'è il decimo municipio, sul litotale romano, dove - anche quando Casapound non era nemmeno un fantasma di 0.0005% - c'è un clan - un clan rom, per la precisione, imparentato coi famigerati Casamonica - che la fa da padrone. Con estorsioni, gente estromessa dagli alloggi, controllo delle attività commerciali,pestaggi, stupefacenti ecc. ecc.
Da quanti anni? Non certo un anno o due. Nemmeno 5 o 6.
Il Municipio è stato sciolto e commissariato per due anni, parecchi finiti in carcere, tra cui il presidente, Andrea Tassone, DEL PD, nel 2014, che è stato condannato a 5 anni, e via discorrendo.
Quale è stata la risposta, non di Casa Pound, ma delle istituzioni e degli stessi giornalisti, come la Gruber, che intitolano i loro servizi non "Vent'anni di spadroneggiamento della Mafia", ma "Il pericolo neofascista"?
E solo adesso, solo dopo l'orribile gesto, compiuto con l'impulsività di chi, mai, ha dovuto rendere conto a nessuno, di chi agisce con l'assoluta sicurezza, solo a ridosso delle elezioni, scoppia lo scandalo.
I fascisti, i fascisti, già. Come se l'impero di questo clan, le infiltrazioni mafiose, l'assoluto ed inconstrastato impero del crimine e del malaffare, fossero opera di Casapound, l'inerzia, o peggio, molto peggio, delle istituzioni, dei partiti "non fascisti", fossero ispirati al "fascismo".
Adesso tutti a scandalizzarsi ed accorgersi della giornalista minacciata, della vita quotidiana dominata dai "padroni" criminali, adesso che ci sono i "neofascisti".
Prima, evidentemente, era una delle tante cose con cui si doveva convivere.
Non so e non posso dire la consistenza dell'appoggio e del portare voti a Casapound, è vero che i clan mafiosi portano i loro voti a destra e sinistra secondo la convenzienza del momento, di conseguenza, in passato, se tanto mi dà tanto, li avranno girati al PD.
E, se è per questo, lo stesso Spada avrebbe espresso simpatie di voto per i 5stelle, dunque...
Sono felice che l'abbiano arrestato, meno male che ha fatto questo gesto impulsivo, verrebbe da dire, ma sarei più felice se in Italia, fascisti o non fascisti, si prendesse una sospirata svolta per la "legge e l'ordine".

Lo scandalo è che esistano sacche sociali come quella del litorale romano dove delinquenza e fascismo sono figlie della stessa matrice antropologica della jungla trucida. E che quelle sacche siano tante ed estese in tutto il paese.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6789
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 9:51

Palle. IN quella sacca sociale il PD governava fino all'altro ieri. E nessuno parlava. L'hanno scoperta dopo l'esplosione di consensi di Casapound, conseguenza del fallimento PD.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 10:07

Perchè i bastardoni della Rai non ricordano che nel 2013 - solo quattro anni fa - al X municipio di Roma il centro-sinistra andò al ballottaggio col 48,42% dei voti, mentre l'esponente del centro-destra ne raggranellò il 29%? Allora il clan Spada non esisteva? Queste sono le vostre analisi farlocche, per non dire le vostre analisi del cazzo. Che ne è stato di quel 48 e rotti per cento di voti? Come mai si sono dissolti nel nulla? Quattro anni fa Ostia era così diversa da quella di oggi? Perchè la Rai non ha fatto un programma sul suicidio della sinistra a Ostia, invece di andare a rompere le scatole a Spada? Spada e Casapound sono stati usati come cartina al tornasole per nascondere le ragioni di una disfatta, di quella che è stata la Caporetto del PD, semplicemente - come ha detto la Meloni - non pervenuto, col suo 13% dei voti. Mi auguro solo che quanto successo a Ostia (e in Sicilia) succeda l'anno prossimo in Italia. I segnali sono più che incoraggianti Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 10:14

La verità è che il ceto popolare ha voltato le spalle al PD e a tutta la sinistra. Avrei tanto voluto che la Rai me ne spiegasse le ragioni, visto che è un serviziko pubblico. Ma si è ben guardata dal farlo. Ho deciso di scrivere alla BBC, sperando che se ne occupino loro. E lo farò. Dopodichè vi pubblicherò la lettera (in inglese) che avrò scritto alla BBC.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'aggressione al giornalista Rai

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum