Elezioni 2018

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Sab 11 Nov 2017 - 13:54

Quando Giovanni entrò nella cabina era deciso, fortemente deciso ad attuare il suo proposito.
Voleva dare un voto di protesta, ma non una scheda bianca, o addirittura non presentarsi alla votazione, sapeva bene che gli assenti sono degli ignavi che accettano tutto quello che gli altri propongono.
Lui invece aveva votato sempre, anche quando votare significava dare una legittimazione a una classe politica veramente schifosa.
Perciò aveva deciso di votare per protesta un partito estremista, un partito all’estremo del suo stesso essere. Aveva deciso di votare per il Partito dei ringhiosi incazzati marciatori su Roma.
Era un piccolissimo partito ultra estremista di quattro gatti che vomitavano infamia contro tutti, di rivoltosi contro i padroni, un partito dei contadini e degli operai, dei professionisti e degli ereditieri. Il suo simbolo era ben evidente, una mano enorme su sfondo nero che sculacciava un politico.
Lo trovò in basso a destra in un cantuccio della scheda. Era già con la matita per fare la fatidica croce, quando gli comparve davanti agli occhi, come se fosse vero, un fantasma evanescente con tre testa, famelico e rabbioso.
– Ma non vedi? Non lo vedi che se voti per un piccolo partito come quello, poi comunque non passerà lo sbarramento e il tuo voto se lo prenderanno quegli altri, quelli dal gigante buono con la testa di pagliaccio che è contro tutti e contro tutto?
Giovanni una cosa sola sapeva, sapeva che non voleva votare per i Giganti anche se all’apparenza buoni, sapeva che lui a quello che aveva fatto le epurazioni di partito come gli stalinisti, che voleva dare uno stipendio a tutti anche senza lavorare, peggio degli stalinisti, non voleva proprio votare.
Lo spettro a tre teste continuava:
– Vota per noi, noi sicuramente raggiungeremo il quorum e il tuo voto non te lo toglie nessuno.
Ma Giovanni non ne era tanto sicuro. Quella dello spettro a tre teste era una formazione politica litigiosa e dalle ideologie più diverse. Prima delle elezioni facevano la moina di essere tutti amici per la pelle, di amarsi, ma poi cosa avrebbero fatto? Si sarebbero di nuovo divisi, ogni testa a casa sua, a ringhiare ai sudditi e a cercare di fregarli.
Fece cenno di no con la testa e lo spettro svanì.
Ebbe la voglia di fuggir via, e maledì il fatto che comunque quel suo proposito di votare per protesta era stato suo malgrado condizionato.
Poi lentamente la sua mano tornò verso il simbolo che da sempre aveva votato. Piangendo tracciò quella x schifosa, e venne su dalla sua scheda un inconfondibile lezzo di fogna.




avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  gus il Sab 11 Nov 2017 - 14:09

oedipus ha scritto:
Quando Giovanni entrò nella cabina era deciso, fortemente deciso ad attuare il suo proposito.
Voleva dare un voto di protesta, ma non una scheda bianca, o addirittura non presentarsi alla votazione, sapeva bene che gli assenti sono degli ignavi che accettano tutto quello che gli altri propongono.
Lui invece aveva votato sempre, anche quando votare significava dare una legittimazione a una classe politica veramente schifosa.
Perciò aveva deciso di votare per protesta un partito estremista, un partito all’estremo del suo stesso essere. Aveva deciso di votare per il Partito dei ringhiosi incazzati marciatori su Roma.
Era un piccolissimo partito ultra estremista di quattro gatti che vomitavano infamia contro tutti, di rivoltosi contro i padroni, un partito dei contadini e degli operai, dei professionisti e degli ereditieri. Il suo simbolo era ben evidente, una mano enorme su sfondo nero che sculacciava un politico.
Lo trovò in basso a destra in un cantuccio della scheda. Era già con la matita per fare la fatidica croce, quando gli comparve davanti agli occhi, come se fosse vero, un fantasma evanescente con tre testa, famelico e rabbioso.
– Ma non vedi? Non lo vedi che se voti per un piccolo partito come quello, poi comunque non passerà lo sbarramento e il tuo voto se lo prenderanno quegli altri, quelli dal gigante buono con la testa di pagliaccio che è contro tutti e contro tutto?
Giovanni una cosa sola sapeva, sapeva che non voleva votare per i Giganti anche se all’apparenza buoni, sapeva che lui a quello che aveva fatto le epurazioni di partito come gli stalinisti, che voleva dare uno stipendio a tutti anche senza lavorare, peggio degli stalinisti, non voleva proprio votare.
Lo spettro a tre teste continuava:
– Vota per noi, noi sicuramente raggiungeremo il quorum e il tuo voto non te lo toglie nessuno.
Ma Giovanni non ne era tanto sicuro. Quella dello spettro a tre teste era una formazione politica litigiosa e dalle ideologie più diverse. Prima delle elezioni facevano la moina di essere tutti amici per la pelle, di amarsi, ma poi cosa avrebbero fatto? Si sarebbero di nuovo divisi, ogni testa a casa sua, a ringhiare ai sudditi e a cercare di fregarli.
Fece cenno di no con la testa e lo spettro svanì.
Ebbe la voglia di fuggir via, e maledì il fatto che comunque quel suo proposito di votare per protesta era stato suo malgrado condizionato.
Poi lentamente la sua mano tornò verso il simbolo che da sempre aveva votato. Piangendo tracciò quella x schifosa, e venne su dalla sua scheda un inconfondibile lezzo di fogna.






Enrì, sono i voti che prende il PD!
avatar
gus
Abituale
Abituale

Messaggi : 4037
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Sab 11 Nov 2017 - 14:22

comunque volevo rimarcare che un sistema elettorale maggioritario con sbarramento, condiziona il voto.
E vi chiedo, un condizionamento del voto è costituzionale?
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  gus il Sab 11 Nov 2017 - 18:58

oedipus ha scritto:comunque volevo rimarcare che un sistema elettorale maggioritario con sbarramento, condiziona il voto.
E vi chiedo, un condizionamento del voto è costituzionale?


La Costituzione non si occupa del sistema elettorale che avviene per legge.
Per ora c'è il Rosatellum che è un Mattarellum rovesciato.
avatar
gus
Abituale
Abituale

Messaggi : 4037
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Sab 11 Nov 2017 - 20:57

gus ha scritto:
oedipus ha scritto:comunque volevo rimarcare che un sistema elettorale maggioritario con sbarramento, condiziona il voto.
E vi chiedo, un condizionamento del voto è costituzionale?



La Costituzione non si occupa del sistema elettorale che avviene per legge.
Per ora c'è il Rosatellum che è un Mattarellum rovesciato.
Ma penso che si occupi che il voto sia libero e non condizionato.
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  sandrocchio il Sab 11 Nov 2017 - 22:19

Bah. E come si spiega il repentino successo del Cinquestelle? Se avessero fatto tutti come Giovanni, il Cinquestelle sarebbe ancora un partito o movimento marginale. Il sistema maggioritario non impedisce a un partito piccolo di diventare grande. E la realtà lo dimostra. Anzi, nel sistema proporzionale della Prima Repubblica, i grandi partiti sono sempre stati la DC e il PCI, col PSI come terzo incomodo. Nel sistema maggioritario abbiamo avuto l'esplosione della Lega e del Cinquestelle. I fatti ti smentiscono.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Dom 12 Nov 2017 - 7:54

sandrocchio ha scritto:Bah. E come si spiega il repentino successo del Cinquestelle? Se avessero fatto tutti come Giovanni, il Cinquestelle sarebbe ancora un partito o movimento marginale. Il sistema maggioritario non impedisce a un partito piccolo di diventare grande. E la realtà lo dimostra. Anzi, nel sistema proporzionale della Prima Repubblica, i grandi partiti sono sempre stati la DC e il PCI, col PSI come terzo incomodo. Nel sistema maggioritario abbiamo avuto l'esplosione della Lega e del Cinquestelle. I fatti ti smentiscono.

Sì, hai ragione, ma io dico che se voglio votare per un partito piccolo affine alla mia sensibilità, ne sono condizionato.
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 11:09

Siamo condizionati in tutto. Però questo non ha impedito ad alcuni piccoli movimenti o partiti di diventare grandi. E' chiaro che i grandi partiti sono favoriti, ma se falliscono qualcuno può approfittarne. Si nasce sempre piccoli, poi si può diventare grandi. Anche col maggioritario.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Dom 12 Nov 2017 - 13:01

sandrocchio ha scritto:Siamo condizionati in tutto. Però questo non ha impedito ad alcuni piccoli movimenti o partiti di diventare grandi. E' chiaro che i grandi partiti sono favoriti, ma se falliscono qualcuno può approfittarne. Si nasce sempre piccoli, poi si può diventare grandi. Anche col maggioritario.

Non esistono solo le grandi masse, esistono anche i piccoli movimenti, le idee che piacciono a pochi, esistono anche quelli che non diventeranno mai grandi.
Prendi per esempio la I Repubblica. Allora esisteva il Partito Radicale di Pannella. Lui era un uomo di destra ma con i suoi bei capelli lunghi e bianchi, con i diritti civili e la guerra del divorzio prese, soprattutto dai votanti a sinstra, quel'1% dei voti che impedì al PCI di diventare il primo partito italiano.
Un piccolo partito, un grande effetto politico.
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 13:36

Perchè Pannella lo collochi a destra? Solo perchè era anticomunista? Allora era di destra anche Nenni. Non ho nulla contro i piccoli movimenti d'opinione, ci mancherebbe altro. Spesso sono alla base delle nuove correnti di pensiero. Sono contrario ai piccoli partiti che sopravvivono ricattando quelli grandi, se non li finanziano o se non danno ruoli-chiave ai loro uomini. Sono costoro che mi fanno schifo. Tu la chiami democrazia. Io lo chiamo parassitismo.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Dom 12 Nov 2017 - 16:36

sandrocchio ha scritto:Perchè Pannella lo collochi a destra? Solo perchè era anticomunista? Allora era di destra anche Nenni. Non ho nulla contro i piccoli movimenti d'opinione, ci mancherebbe altro. Spesso sono alla base delle nuove correnti di pensiero. Sono contrario ai piccoli partiti che sopravvivono ricattando quelli grandi, se non li finanziano o se non danno ruoli-chiave ai loro uomini. Sono costoro che mi fanno schifo. Tu la chiami democrazia. Io lo chiamo parassitismo.
Tu ricordi solo quello che vuoi.
Craxi era di sinistra o di destra?
Certo di Craxi non lo sappiamo, è scappato prima di schierarsi.
Ma gran parte dei suoi, Pannella e la Bonino se ne andarono tutti con Berlusconi e non mi sembra che Berlusconi fosse di sinistra.
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  oedipus il Dom 12 Nov 2017 - 16:44

Che poi Pannella fosse un liberista e non certo un socialista, mi sembra ormai chiaro come la luce del sole.
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 21:31

oedipus ha scritto:

sandrocchio ha scritto:Perchè Pannella lo collochi a destra? Solo perchè era anticomunista? Allora era di destra anche Nenni. Non ho nulla contro i piccoli movimenti d'opinione, ci mancherebbe altro. Spesso sono alla base delle nuove correnti di pensiero. Sono contrario ai piccoli partiti che sopravvivono ricattando quelli grandi, se non li finanziano o se non danno ruoli-chiave ai loro uomini. Sono costoro che mi fanno schifo. Tu la chiami democrazia. Io lo chiamo parassitismo.


Tu ricordi solo quello che vuoi.
Craxi era di sinistra o di destra?
Certo di Craxi non lo sappiamo, è scappato prima di schierarsi.
Ma gran parte dei suoi, Pannella e la Bonino se ne andarono tutti con Berlusconi e non mi sembra che Berlusconi fosse di sinistra.

Pannella ha sempre fatto campagne di sinistra. Era un progressista. Se i progressisti li collochi a destra, OK, per me va bene. In effetti il conservatorismo sta a sinistra, ma quelli di sinistra continuano a definirsi progressisti. Craxi era di sinistra. Basti pensare alla sua difesa a oltranza della causa palestinese e agli ottimi rapporti con Arafat.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  sandrocchio il Dom 12 Nov 2017 - 21:35

[Devi essere iscritto e connesso per vedere questa immagine]
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Elezioni 2018

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum