Vauro se l'è cercata

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Ven 17 Nov 2017 - 19:24

E' un povero imbecille, e qualcuno finalmente glielo ha detto.

avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Ven 17 Nov 2017 - 19:34

Affermare oggi che Berlusconi ha fatto i soldi in modo disonesto - con tutti i magistrati che da trent'anni cercano di stroncarlo - è da coglioni. Capisco che uno è comunista e ha bisogno di identificare qualcuno col concetto di "avversario di classe", ma a tutto c'è un limite. Non si può dare torto a Sgarbi. Se Berlusconi avesse fatto i soldi in modo illecito, l'avrebbero rinchiuso in galera da un pezzo. A cominciare dalla Procura di Milano. Da trent'anni, da questi comunisti del cazzo, sentiamo sempre i soliti argomenti. Forse è ora di smetterla. Non dico che non vadano più invitati in TV. La gente ha bisogno ogni tanto di farsi una risata con le loro fesserie. Ma cavoli, cambino registro, cerchino nuovi argomenti. Sono trent'anni che dicono "Berlusconi ha fatto i soldi in modo illecito", e sono trent'anni che Berlusconi glielo mette in quel posto. Tanto sono fessi loro, quanto è intelligente Berlusconi, che con loro va a nozze. E non l'hanno ancora capito.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Ven 17 Nov 2017 - 19:44

Su Berlusconi hanno investiti sia le banche, sia gli acquirenti deigli appartamenti che costruiva. Ho fiducia in te, ti repèuto affidabile, sono interessato al progetto di Milano Due, compro l'appartamento che ancora devi costruire, e grazie ai miei soldi - e ai prestiti delle banche - vai avanti coi lavori. Ha rischiato, r ha puntato sulla sua enorme capacità di persuasione. Si è poi dimostrato affidabile, e le banche hanno continuato a finanziarlo. Milano Due l'ha costruita così: coi soldi prestati dalle banche e gli anticipi degli acquirenti. A Milano Due non andavano a viverei morti di fame, ma gente con un certo reddito che ha avuto fiducia in lui e finanziava l'appartamento man mano che lui lo costruiva. E' chiaro che se le banche gli avessero chiuso il rubinetto, Berlusconi sarebbe rimasto in braghe di tela. Si sono fidate e lui si è rivelato affidabile. Prendeva soldi e costruiva. Dove cazzo è il problema? Avrà avuto appoggi politici per essere finanziato dalle banche? Ammettiamolo, non sono nato ieri. E anche se fosse? Alla base della fortuna di Berlusconi c'era l'affidabilità. Non è che si sia preso i soldi delle banche e gli anticipi degli acquirenti per poi scapparsene col malloppo. Prendeva i soldi e andava avanti coi lavori. Si era impegnato ed è stato di parola. Cosa cercano questi comunisti di merda, se lui si è rivelato capace di far soldi e loro non lo sono? Io non ho spirito imprenditoriale, ma non ce l'ho con chi lo possiede. Mi complimento con lui.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  savita il Ven 17 Nov 2017 - 19:54

Beh, come esempio , è molto triste constatare che spesso la ragione non riesce a trionfare sul torto se non quando è troppo tardi, e che Berlusconi, grazie ai suoi appoggi politici di allora, abbia ottenuto le frequenze destinate al proprietario di Europa 7 . Il tribunale poi ha dato regione a costui, ma ormai il danno, enorme , era fatto , e il proprietario di Europa 7 non si è più ripreso.
Stessa storia per il Lodo Mondadori e la causa civile . E chissà quant'altro.
Pescecane.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Ven 17 Nov 2017 - 20:14

De Benedetti invece è un agnellino, vero? E nessun dubbio sul fatto che quello di Europa 7 fosse un inetto? Perchè Mondadori e Rusconi hanno venduto le loro reti a Berlusconi e non a quell'incapace di Europa 7? Forse perchè Berlusconi era semplicemente più bravo nel suo mestiere? Altro che moderata, Savita, sei pur sempre un'ex del Movimento Studentesco, e ogni tanto le tue origini emergono, anche se cerchi di reprimerle dietro una facciata di falso perbenismo, che è la maschera che si è data una certa sinistra per sopravvivere.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  renzone il Ven 17 Nov 2017 - 21:55

savita ha scritto:Beh, come esempio , è molto triste constatare che spesso  la ragione non riesce a trionfare sul torto se non quando è troppo tardi, e che Berlusconi, grazie ai suoi appoggi politici di allora,   abbia ottenuto le frequenze destinate al proprietario di  Europa 7 .  Il tribunale poi ha  dato regione a costui, ma ormai il danno, enorme , era fatto , e il proprietario di Europa 7 non si è più ripreso.
Stessa storia per il Lodo Mondadori e la causa civile . E chissà quant'altro.
Pescecane.

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9769
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  savita il Sab 18 Nov 2017 - 8:40

renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?

Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  savita il Sab 18 Nov 2017 - 8:49

sandrocchio ha scritto: .... Altro che moderata, Savita, sei pur sempre un'ex del Movimento Studentesco, e ogni tanto le tue origini emergono, anche se cerchi di reprimerle dietro una facciata di falso perbenismo, che è la maschera che si è data una certa sinistra per sopravvivere.
qui c'è gente che si inventa le cose, a seconda di quello che gli fa piacere pensare. Very Happy
Mai stata nel Movimento Studentesco . Ma neanche in Ordine Nuovo, o come si chiamava , e neanche in Gioventù Studentesca anche se avevo fatto qualche timido passo in quel senso . Mi interessava la politica , ma sono sempre stata insofferente agli intruppamenti e alle ideologie rigide . Non per niente ero e sono una seguace della Scienza . Twisted Evil
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15035
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  gus il Sab 18 Nov 2017 - 9:26

savita ha scritto:
renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?


Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.


Savita, hai fatto bene a non dimenticare il berlusconismo che ha stravolto l'Italia moralmente e economicamente.
Del resto il fondatore di Forza Italia, Dell'Utri, è all'Ucciardone per attività mafiose.
Anche lui ha subito condanne pesanti.

Marcello Dell'Utri (Palermo, 11 settembre 1941) è un dirigente d'azienda ed ex politico italiano, già senatore[1] per Il Popolo della Libertà e prima di Forza Italia, che fondò con Silvio Berlusconi di cui fu stretto collaboratore fin dagli anni settanta in Publitalia '80 e Fininvest; è stato condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, essendo stato riconosciuto mediatore tra Cosa Nostra e Silvio Berlusconi[2].
avatar
gus
Abituale
Abituale

Messaggi : 4037
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  renzone il Sab 18 Nov 2017 - 9:33

gus ha scritto:
savita ha scritto:

renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?



Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.



Savita, hai fatto bene a non dimenticare il berlusconismo che ha stravolto l'Italia moralmente e economicamente.
Del resto il fondatore di Forza Italia, Dell'Utri, è all'Ucciardone per attività mafiose.
Anche lui ha subito condanne pesanti.

Marcello Dell'Utri (Palermo, 11 settembre 1941) è un dirigente d'azienda ed ex politico italiano, già senatore[1] per Il Popolo della Libertà e prima di Forza Italia, che fondò con Silvio Berlusconi di cui fu stretto collaboratore fin dagli anni settanta in Publitalia '80 e Fininvest; è stato condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, essendo stato riconosciuto mediatore tra Cosa Nostra e Silvio Berlusconi[2].

La gente già lo sa, e se lo vota è perchè non ha una alternativa convincente
avatar
renzone
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 9769
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Tornare in alto Andare in basso

Renzone

Messaggio  gus il Sab 18 Nov 2017 - 9:53







renzone ha scritto:
La gente già lo sa, e se lo vota è perchè non ha una alternativa convincente

Chi lo vota non ha il senso dello Stato e della Storia.
avatar
gus
Abituale
Abituale

Messaggi : 4037
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Sab 18 Nov 2017 - 12:42

savita ha scritto:
renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?


Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.
Quindi io non dovrei dimenticare che quei farabutti del PCI all'inizio giustificarono l'invasione dell'Ungheria, giusto? E non dovrei dimenticare che Togliattui fu un galoppino di Stalin,altrettanto giusto?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  oedipus il Sab 18 Nov 2017 - 21:43

sandrocchio ha scritto:
savita ha scritto:

renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?



Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.

Quindi io non dovrei dimenticare che quei farabutti del PCI all'inizio giustificarono l'invasione dell'Ungheria, giusto? E non dovrei dimenticare che Togliattui fu un galoppino di Stalin,altrettanto giusto?
E non dimenticare quello stronzo di Adamo che si fece raggirare come un pivello!
avatar
oedipus
Esploratore
Esploratore

Messaggi : 225
Data d'iscrizione : 18.07.17

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  flea il Dom 19 Nov 2017 - 16:39

gus ha scritto:
savita ha scritto:

renzone ha scritto:

in tutta sincerità al giorno d'oggi , che ci avviciniamo alle elezioni, attaccare di nuovo Berlusconi denota solo una vergognosa carenza di argoomenti.
Pensate davvero che sia un colpo vincente, onon è ilcaso di cambiare definitivamente disco?



Stavo solo replicando a Sandrocchio  che pretendeva quasi di santificare Berlusconi. Per me,  Berlusconi l'avevo messo da parte,  ma non l'ho  cancellato dalla memoria,  e non si può far finta di niente davanti  a tentativi grossolani di cancellazione .  E' troppo comodo dimenticare.



Savita, hai fatto bene a non dimenticare il berlusconismo che ha stravolto l'Italia moralmente e economicamente.
Del resto il fondatore di Forza Italia, Dell'Utri, è all'Ucciardone per attività mafiose.
Anche lui ha subito condanne pesanti.

Marcello Dell'Utri (Palermo, 11 settembre 1941) è un dirigente d'azienda ed ex politico italiano, già senatore[1] per Il Popolo della Libertà e prima di Forza Italia, che fondò con Silvio Berlusconi di cui fu stretto collaboratore fin dagli anni settanta in Publitalia '80 e Fininvest; è stato condannato a 7 anni di reclusione per concorso esterno in associazione mafiosa, essendo stato riconosciuto mediatore tra Cosa Nostra e Silvio Berlusconi[2].


Gus, IL BERLUSCONISMO HA STRAVOLTO L'ITALIA MORALMENTE ED ECONOMICAMENTE?
Davvero?
Di tutto il male che si può dire di un personaggio come Berlusconi e di quello che ha rappresentato nell'immaginario collettivo - dove ha potuto imporsi proprio perché c'era già quell'immaginario collettivo, di cui lui è un frutto, un sintomo, non una causa, come la sua fortuna è il frutto non la causa di certe pratiche, anche senza arrivare ad analizzare dove e quando e come proprio la sinistra che ne faceva l'arcidemonio l'ha appoggiato e favorito - credo che solo la propaganda più becera ed interessata potrebbe asserire che sia Berlusconi l'origine dei mali italiani; forse, come accade per le personalità rozze ed appariscenti, ne è diventato la cartina di tornasole (è un pò un capro espiatorio di comodo, come lo è Renzi per la sinistranonpiùsinistra).
Ma lasciando stare che la Mafia non l'ha inventata lui e personalmente non credo che sia stato il mandante di alcunché, e che Manipulite si verifica nel 1992 e pure le stragi di Falcone e Borsellino sono prima della sua discesa politica (lasciando perdere tutte quelle precedenti), così, solo scorgendo alcuni titoli di giornale, per esempio "Raid punitivi e pressioni sindacali per cacciare gli sgraditi: Il potere dei sindacati nell'inchiesta Del Sette", e qui si parla di Carabinieri, anche qui c'entra Berlusconi?
Oppure approvata la legge del whisteblowing (fatta la legge trovato sicuramente l'inganno, a parte l'ennesima coltellata all'italiano), come si viene a sapere della punta dell'iceberg di quelle persone mobbizzate, emarginate, per avere svelato corruzioni e tangenti, è stato Berlusconi? anche quando si trattava e si tratta di amministrazioni di sinistra, o enti a vario titolo vicini al PD o alla sinistra, o comunque senza che nessuno "di sinistra" compresi i sindacati, abbia mosso un dito?
Oppure "sparatoria quattro feriti a Napoli durante la movida", i Far West in campania, immagino li ha creati Berlsconi.
Anche il debito-macigno immagino l'abbia creato Berlusconi, spendendo e spandendo, usando i soldi pubblici come il tesoro infinito delle favole, per quanto, per 30 anni almeno, se non di più?
E anche a Berlusconi si deve la svendita dell'Italia? Quella a bordo del panfilo Britannia?
E che dire del Fiscal Compact in Costituzione e il Mes? Non mi pare che sia opera/idea di Berlusconi, e inoltre il Pd l'ha votato compatto sia alla Camera che al Senato.


flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Dom 19 Nov 2017 - 16:49

Nel capitalismo italiano, chi ha i soldi paga le tangenti, come Berlusconi (forse). Chi non li ha o ne vuole ancora di più, le tangenti le chiede. Come il PCI, con Greganti. Berlusconi non sarà un santo, ma almeno non fa prediche moralistiche, al contrario di coloro che il partito delle tangenti l'hanno votato, e oggi cercano (invano) di rifarsi una verginità. Amen.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Dom 19 Nov 2017 - 16:51

Per curiosità, Gus, tu l'hai mai votato il partito delle tangenti?
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  flea il Dom 19 Nov 2017 - 16:57

A quel tempo non mi occupavo di queste cose, le sto conoscendo adesso, poi non so se sia vera la cornice complottista sulla nascita del PD, o sulla ragione di Manipulite.
Queste operazioni tuttavia ci sono state. Anche se questo è un riassuntino ipersemplificato. Ci sono pagine e pagine di dossier e storie finanziarie che vanno indietro fino agli anni 70.
Berlusconi è un NULLA nelle sventure italiane. Molte delle quali eterodirette.


Mario Draghi, chi è costui?
In qualità di Direttore Generale del Tesoro, partecipò il 2 Giugno 1992 alla riunione sul panfilo Britannia, nel porto di Civitavecchia, dove fu decisa la svendita dell’Italia. Oltre a Draghi erano presenti Azeglio Ciampi, governatore della Banca d’Italia, un centinaio tra rappresentanti della finanza anglosassone americana (Barclays, Warburg, azionista della Federal Reserve, PricewaterhouseCoopers, Goldman ecc.) e degli ambienti industriali e politici italiani. I rappresentanti della finanza anglosassone dettarono l’agenda sul come arrivare alla dismissione delle industrie statali italiane. Ad appoggiare questa «svendita» furono «precettati» i maggiori giornali italiani. Loro toccava il compito di attuare una campagna di terrore per convincere gli Italiani della necessità di entrare in Europa.

Il Britannia fu la seconda fase dell’operazione «SvendItalia». Occorre risalire al 12 Febbraio 1981, quando l’allora Ministro del Tesoro Beniamino Andreatta scrisse una lettera a Carlo Azeglio Ciampi, Governatore della Banca d’Italia, con la quale sanciva il divorzio tra le due istituzioni.

Perché è importante questa data? Perché fino allora la sovranità monetaria era garantita dalla proprietà dell’istituto di emissione (Legge bancaria 1936) e controllata dallo Stato attraverso le BIN e gli ICDP. Bankitalia si impegnava a riacquistare i titoli non collocati presso privati. Con questo sistema si garantiva il finanziamento della spesa pubblica, la creazione della base monetaria e la crescita dell’economia reale.

Questo permetteva al Paese di vantare un rapporto deficit/PIL tra i più bassi d’Europa: il 41,1 per cento contro il 41,2 della Repubblica Federale Tedesca, il 42,2 del Regno Unito, il 43,1 della Francia, il 48,1 del Belgio e il 54,6 dei Paesi Bassi.

Tutto ciò infastidiva il sistema finanziario globale (grande finanza speculativa e banche) a guida «spirituale» anglosassone, non permettendo loro di entrare nel grande mercato italiano nella gestione del risparmio e di acquistare o almeno controllare i grandi gruppi industriali italiani, in gran parte di proprietà dell’IRI.

In quegli anni, il risparmio delle famiglie italiane, depositato presso le banche, era il secondo a livello mondiale dopo il Giappone. Paesi ambedue usciti sconfitti dalla seconda guerra mondiale, ma vincitori nella ricostruzione economica grazie alla sovranità monetaria.

Tutto questo finisce con il 1981. Il Tesoro, per piazzare i titoli di Stato, è costretto a ricorrere al libero mercato, senza il paracadute di Bankitalia. Il prezzo lo fa chi compra, quindi per vendere occorre aumentare i tassi di interesse. Ecco crescere la spesa per interessi passivi. Il rapporto deficit/Pil passerà dal 56,86 per cento del 1980 al 105,20 del 1992.

1992. Data fatale. Dopo l’incontro sul Britannia, finisce l’èra dei governi «politici» ed inizia l’èra dei governi «tecnici»: Ciampi, Amato, Prodi. È l’anno di Capaci, che permette alla stampa «di regime» di sviare l’attenzione dai primi effetti dell’accordo di Civitavecchia. È l’avvento di Mani Pulite, che permette di togliere di mezzo Bettino Craxi, che, per quanto invischiato nella corruzione politica, avrebbe sicuramente lottato contro la svendita del Paese. Quello stesso Craxi che aveva posto fine all’impero di Cuccia in Mediobanca e bloccato Prodi, quando in qualità di presidente dell’Iri, aveva cercato di vendere il complesso alimentare dello SME.

La politica di difesa dello Stato italiano da parte di Craxi, fu osteggiata da ambienti angloamericani che accusarono il governo di «ingerenza dello Stato in economia». Era la dichiarazione di guerra per togliere di mezzo quella classe politica che si opponeva alle velleità americane di comandare in casa nostra.

Vogliamo dire che Mani Pulite fu «pilotata»? Sì. Vogliamo dire che il PD nacque per spezzare ancora di più la coesione della politica italiana contro l’ingerenza anglosassone? Sì.

Dopo l’incontro del Britannia, Amato divenne Presidente del Consiglio e con il decreto 333 dell’11 luglio trasformò in SpA le aziende di Stato IRI, ENI, INA ed ENEL e mise in liquidazione l’Egam. Quando dovette far fronte alla speculazione contro la Lira di Soros, utilizzò 48 milioni di dollari delle riserve della Banca d’Italia, dopo avere operato un prelievo forzoso dell’8 per mille dai conti correnti degli italiani. Mise in liquidazione l’Efim, le cui controllate passarono all’IRI e trasformò le FS in SpA. Sempre nel 1992 Draghi, Direttore del Tesoro preparò la Legge Draghi che entrerà in vigore nel 1998 con il governo Prodi e si predispose una legge per permettere la trattativa privata nella cessione dei beni pubblici qualora fosse in gioco «l’interesse nazionale».

Prodi, che dal 1990 al 1993 fu consulente della Unilever e della Goldman Sachs, quando nel maggio del 1993 ritornò a capo dell’IRI riuscì a svendere la Cirio Bertolli alla Unilever al quarto del suo prezzo e a collocare le azioni che le tre banche pubbliche, BNL (diventata della BNP Paribas), Credito Italiano e Comit detenevano in Banca d’Italia, privatizzando il 95 per cento della stessa. Indovinate chi scelse come «Advisor»?

Prodi ci portò in Europa, facendoci pagare il biglietto d’ingresso. Accettò un cambio svantaggioso per l’Italia, al fine di creare le basi dell’attuale situazione: recessione, miseria, svendita del nostro patrimonio nazionale.


flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1794
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Dom 19 Nov 2017 - 17:08

Mani Pulite ha una ragione molto semplice. L'Italia non poteva permettersi due grandi partiti socialisti, ma soprattutto gli ex comunisti non potevano accettare che fosse il PSI a stare nell'Internazionale socialista. Uno dei due partiti doveva morire. La magistratura ha deciso quale dei due. Tutto qui. Non è un caso che l'Italia - grazie alla Magistratura - sia l'unico Paese occidentale in cui gli ex comunisti sono sopravvissuti ai socialisti.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  sandrocchio il Dom 19 Nov 2017 - 17:15

Non è ancora chiaro, tuttavia, chi abbia guidato l'operazione Mani Pulite. L'istinto farebbe pensare il PCI, ma ho un vago sospetto che l'operazione sia stata guidata dai poteri forti. Hanno assorbito un partito che aveva il 30% delle preferenze sacrificando un partito che ne aveva solo il 13%. Visto che gli ex comunisti erano diventati socialdemocratici, la borghesia finanziaria ha fatto un calcolo matematico. Inoltre, assorbire il PCi voleva dire mettere la museruola al sindacato, in particolare alla CGIL. E' stata tuttavia un'operazione miope, perchè i socialisti conoscevano la meccanica del capitalismo, mentre gli ex comunisti, divenuti socialdemocratici, dovevano gestire un sistema che nel passato avevano aspramente combattuto. La loro imperizia la dimostrarono quando scelsero De Benedetti, lasciando Berlusconi ai socialisti. Come dire che non avevano capito un cazzo, né del capitalismo, né dei capitalisti. Infatti scelsero quello mediocre.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 13331
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: Vauro se l'è cercata

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum