Novartis fra tiorto e ragione

Andare in basso

Novartis fra tiorto e ragione

Messaggio  sandrocchio il Mer 13 Dic 2017 - 15:02

Un nuovo trattamento contro la leucemia. Costo.oltre 400 mila euro. Per gli oppositori è inaccettabile che una medicina salvavita sia solo per gente facoltosa. Novartis replica che è un trattamento unico. Il costo è quello e non ci sono altre spese. Un oncologo però smentisce l'azienda farmaceutica e sostiene che, affinchè il trattamento sia davvero efficace, il costo va moltiplicato per tre. Secondo me il prezzo è elevatissimo, ma proprio per questo ci sono le assicurazioni. Se uno è in buona salute e si assicura per tempo  gran parte delle spese va a carico dell'assicurazione. Se non ti vuoi assicurare, o paghi 400 mila euro o vai avanti coi trattamenti tradizionali. In sostanza stiamo andando verso un tipo di società basato non sull'assistenzialismo, ma sul senso di responsabilità individuale. Se sei un irresponsabile e non ti assicuri, affari tuoi. Chi sa autogestirsi se la cava,chi non ne è capace affonda. E per me non è sbagliato.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15077
Data d'iscrizione : 21.07.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Novartis fra tiorto e ragione

Messaggio  oedipus il Mer 13 Dic 2017 - 15:17

sandrocchio ha scritto:Un nuovo trattamento contro la leucemia. Costo.oltre 400 mila euro. Per gli oppositori è inaccettabile che una medicina salvavita sia solo per gente facoltosa. Novartis replica che è un trattamento unico. Il  costo è quello e non ci sono altre spese. Un oncologo però smentisce l'azienda farmaceutica e sostiene che, affinchè il trattamento sia davvero efficace, il costo va moltiplicato per tre. Secondo me il prezzo è elevatissimo, ma proprio per questo ci sono le assicurazioni. Se uno è in buona salute e si assicura per tempo  gran parte delle spese va a carico dell'assicurazione. Se non ti vuoi assicurare, o paghi 400 mila euro o vai avanti coi trattamenti tradizionali. In sostanza stiamo andando verso un tipo di società basato non sull'assistenzialismo, ma sul senso di responsabilità individuale. Se sei un irresponsabile e non ti assicuri, affari tuoi. Chi sa autogestirsi se la cava,chi non ne è capace affonda. E per me non è sbagliato.

Tu sei sicuro che una assicurazione sia disposta a pagare quella cifra senza inserire nel contratto una franchigia che li esoneri dal pagamento di cure così costose?
E se una assicurazione deve assicurare cure così costode, a quale prezzo assicura i suoi clienti per trarre un legittimo guadagno?
avatar
oedipus
Appassionato
Appassionato

Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 18.07.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Novartis fra tiorto e ragione

Messaggio  savita il Mer 13 Dic 2017 - 17:29

Non ho abbastanza elementi per farmi un'idea.
Non so quanto sia costata quella ricerca alla Novartis, non so quanto costi l' impianto per la rigenerazione di cellule staminali  .
Intanto, in Itaila il nuovo trattamento non c'è ancora  . Ma un trattamento tradiizonale  per la leucemia   con trapianto di cellule staminali  compatibili, ricoveri  lunghi a cicli di chemioterapie non costa certo di meno.
E in Italia questo   attualmente è a carico del SSN   ( in USA no .   ) . Merito del nostro tradizionale Stato Sociale.
Quindi non vedo  motivi di un eventuale futuro  rifiuto  da parte italiana a porre il nuovo  trattamento a carico del SSN , dopo che la sua efficacia rispetto alle cure attuali  sarà risultta comprovata .
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15483
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Novartis fra tiorto e ragione

Messaggio  oedipus il Mer 13 Dic 2017 - 18:02

savita ha scritto:Non ho abbastanza elementi per farmi un'idea.
Non so quanto sia costata quella ricerca alla Novartis, non so quanto costi l' impianto per la rigenerazione di cellule staminali  .
Intanto, in Itaila il nuovo trattamento non c'è ancora   . Ma un trattamento tradiizonale  per la leucemia   con trapianto di cellule staminali  compatibili, ricoveri  lunghi a cicli di chemioterapie non costa certo di meno.
E in Italia questo   attualmente è a carico del SSN   ( in USA no .   ) . Merito del nostro tradizionale Stato Sociale.
Quindi non vedo  motivi di un eventuale futuro  rifiuto  da parte italiana a porre il nuovo  trattamento a carico del SSN , dopo che la sua efficacia rispetto alle cure attuali  sarà risultta comprovata .

Sì, hai ragione non dobbiamo abboccare alle auto pubblicità delle case farmaceutiche.
E poi comunque negli USA una TC cerebrale senza contrasto costa 2000 dollari, in italia 200.
In USA per un parto cesareo con tre giorni di ricovero è arrivata una parcella di 50000 dollari, in italia è gratuito.
E' vero negli Usa ci sono le assicurazione che coprono i costi.
Ma per sostenere tali costi chiedono parcelle di migliaia di dollari al mese.
Per questo la metà dei cittadini che hanno un buon reddito non sono coperti da assicurazione. Tentano la sorte e se va male preferiscono pagare, tolgono così un mediatore e il suo guadagno e risparmiano.
avatar
oedipus
Appassionato
Appassionato

Messaggi : 642
Data d'iscrizione : 18.07.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Novartis fra tiorto e ragione

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum