L'anno è iniziato bene ...

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Andare in basso

L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Gio 4 Gen 2018 - 7:15

... soprattutto per l'amica di Renzi, amministratore delegato dell'azienda che produce i sacchetti per la frutta, che dall'inizio dell'anno si pagano. L'Italia è l'unico Paese europeo a imporre il pagamento delle buste, ma l'amica di Renzi si difende affermando che si tratta di una tecnologia unica. E perchè dobbiamo utilizzare proprio quella tecnologia, quando nel resto dell'Europa si va avanti coi sacchetti che non si pagano? Poi mi dite che il PD non fa schifo. Sono solo dei vermiciattoli. Ma manca poco alle elezioni. Saranno messi in condizione di non nuocere, state tranquilli.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Gio 4 Gen 2018 - 7:17

In questo caso, ovviamente, la Magistratura si fa un bel sonnellino Twisted Evil
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Gio 4 Gen 2018 - 7:18

Auguriamoci che il PD vada avanti così, in modo che il Cinquestelle lo sotterri senza troppa fatica Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  savita il Gio 4 Gen 2018 - 8:41

Le solite bugie diffuse ad arte .
Ecco :
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


Quanto al far pagare all'utente i sacchetti compostabili, è una polemica senza senso , visto che i supermercati fanno già da sempre i prezzi che loro convengono , e non solo per pochi centesimi di euro .
Ad es Ipercoop di Gravellona usa da sempre i sacchetti compostabili alla cassa senza farli pagare, altri fanno pagare anche quelli non compostabili . Aggiungi che vedo e conosco personalmente molti clienti che "fanno provvista " gratuita "( ehm) di sacchetti in più nel reparto ortofrutta, "tanto non si pagano ", per usarli poi in casa per qualsiasi alimento : figuriamoci se i sacchetti fossero anche compostabili .
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15319
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  savita il Gio 4 Gen 2018 - 16:45

E' necessario usare plastica il meno possibile . Paradossalmente la plastica è stata concepita come materiale indistruttibile per fare oggetti che dovevano durare in eterno o quasi  , e invece sta venendo impiegata soprattutto  per  contenitori  usa e getta    che vengono  buttati nell'ambiente e che  stanno inquinando   tutti gli ecosistemi .
Ben venga quindi, come ci chiede anche l ' Europa  , una legge che imponga l'uso dei  sacchetti biodegradabili o meglio ancora compostabili nelle situazioni che si presentano con maggiore frequenza .

Quanto alle aziende che li producono , in Italia sono  centinaia  .

Quello che trovo  spiacevole invece, è che questo ora si faccia solo per i  prodotti sfusi, e non per quelli pre-confezonati a scadenza più lunga . D'altra parte  i prodotti già confezionati  a scadenza più lunga non potrebbero resistere a lungo in contenitori compostabili o biodegradabili, perchè  questi contenitori non formerebbero una barriera   a lungo termine contro agenti contaminanti  esterni.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15319
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Gio 4 Gen 2018 - 17:40

E' vero o non è vero che l'Italia è l'unico Paese europeo in cui si pagano quei sacchetti? Ladri, farabutti e miserabili. Non capisco come tu possa difendere questa feccia.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Gio 4 Gen 2018 - 17:44

E comunque, politicamente parlando, siete già sotto terra. Sono i vostri ultimi rantoli Very Happy Very Happy Very Happy Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  savita il Gio 4 Gen 2018 - 21:10

sandrocchio ha scritto:E' vero o non è vero che l'Italia è l'unico Paese europeo in cui si pagano quei sacchetti? Ladri, farabutti e miserabili. Non capisco come tu possa difendere questa feccia.

Cosa vuol dire ? Non comprendo la polemica ,anzi comprendo benissimo quanto sia pretestuosa . Certo che i sacchetti si pagano : le aziende non possono certo regalarli ai supermercati.
I sacchetti biodegradabili li abbiamo sempre pagati, o direttamente, o indirettamente  . In altri Paesi la scelta è farli pagare in modo indiretto .
In Italia :
"Finora il costo veniva pagato dai distributori che lo scaricavano sui clienti incorporandolo nel prezzo degli alimenti.
 Indicarlo come voce a sé nello scontrino significa far prendere coscienza dei nostri comportamenti. Fino al 31 dicembre questo costo è stato anticipato dalle aziende della grande distribuzione e dagli esercenti che l’hanno scaricato a valle sugli utenti incorporandolo come servizio aggiuntivo nei prezzi degli alimenti. È impossibile calcolare chi l’abbia fatto di più o di meno. Sono logiche legate alle strategie commerciali delle insegne, ma l’utente finora non poteva accorgersene. Si trattava di un costo occulto, per questo passava sotto traccia. Senza polemiche."

da corriere.it
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15319
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  savita il Ven 5 Gen 2018 - 9:33

1 ) E, ancora , è una bugia sostenere che così si pagherà qualcosa in più ( pochi euro all'anno ) . Per il semplice fatto che in quasi tutti i comuni d'Italia è da tempo obbligatoria la raccolta differenziata, e i sacchetti per l'umido, compostabili, usati a quello scopo, già si devono comprare e si pagano. I sacchetti biodegradabili dei supermercati potranno essere utilizzati allo stesso scopo, e costano pure meno.

2) Il fatto di pagarli alla cassa, invece di pagarli indirettamente con ricarichi di millesimi di euro sulle merci, di cui nessuno si accorgerebbe, deve servire da sprone a usare comunque il minor numero possibile di contenitori .

3) Quindi, tutto ciò che hai scritto prima, sono bugie . Che squallore : pur di fare propaganda elettorale sareste disposti a distruggere ambiente e salute .
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15319
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Ven 5 Gen 2018 - 22:10

Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Ven 5 Gen 2018 - 22:18

In sintesi, il PD - con tutta la combriccola che lo tiene in piedi - dove può arraffa. Non va sconfitto. Va detronizzato. Per i prossimi cinque anni dev'essere messo all'angolo. E verrà messo all'angolo, travolto dall'onda del Cinquestelle. Lo prevedo, anche se non so se voterò per i grillini o rimarrò fedele alla Destra. In ogni caso il Cinquestelle lo travolgerà. Conterà molto il voto dei giovani, e i giovani sono quasi tutti col Cinquestelle, al nord come al sud.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  maserati il Sab 6 Gen 2018 - 7:21

sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.

Lunedì: valore di mercato di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6979
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  savita il Sab 6 Gen 2018 - 12:48

maserati ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.


Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?
aggiungiamo poi che nei supermercati i prezzi dell'ortofrutta variano già di giorno in giorno , e le piccoissime differenze ( centesimi di euro per 2 kg di mele in un unico sacchetto , ad esempio) non le noterebbe nessuno.
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15319
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  maserati il Dom 7 Gen 2018 - 7:15

savita ha scritto:
maserati ha scritto:

sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.



Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?

aggiungiamo poi che nei supermercati i  prezzi dell'ortofrutta variano già di giorno in giorno , e  le piccoissime differenze ( centesimi di euro per 2 kg di mele in un unico sacchetto , ad esempio)  non le noterebbe nessuno.

Infatti.
ne sta venendo fuori la rivolta popolare più ridicola della storia.
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6979
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 14:17

savita ha scritto:E' necessario usare plastica il meno possibile . Paradossalmente la plastica è stata concepita come materiale indistruttibile per fare oggetti che dovevano durare in eterno o quasi  , e invece sta venendo impiegata soprattutto  per  contenitori  usa e getta    che vengono  buttati nell'ambiente e che  stanno inquinando   tutti gli ecosistemi .
Ben venga quindi, come ci chiede anche l ' Europa  , una legge che imponga l'uso dei  sacchetti biodegradabili o meglio ancora compostabili nelle situazioni che si presentano con maggiore frequenza .

Quanto alle aziende che li producono , in Italia sono  centinaia  .

Quello che trovo  spiacevole invece, è che questo ora si faccia solo per i  prodotti sfusi, e non per quelli pre-confezonati a scadenza più lunga . D'altra parte  i prodotti già confezionati  a scadenza più lunga non potrebbero resistere a lungo in contenitori compostabili o biodegradabili, perchè  questi contenitori non formerebbero una barriera   a lungo termine contro agenti contaminanti  esterni.


Si' Savita le aziende sono una 150ina, ma tutte con il brevetto Mater-bi, che è della Novamont.
Inoltre questa produzione non è affatto ecologica, perché: la trasformazione di olio di girasole in Mater-Bi, avviene grazie all'energia proveniente dalla centrale termoelettrica di Versalis, che brucia un derivato della lavorazione dell'etilene (olio di cracking) inserito nella tabella A1 dello IARC (Agenzia internazionale per la ricerca sul cancro).
Oltretutto leggo  solo il 40 per 100 è compostabile, il restante 60 viene da  no, quindi è non è totalmente compostabile, o biodegrabile, credo.
E in ogni caso anche la plastica fatta interamente con polimeri vegetali (come non credo siano questi sacchetti), non va usata indiscriminatamente, ed abbondantemente, perché l'ambiente ci mette un certo tempo per smaltire, o può essere dannosa per animali ecc.
E non è molto ecologico questo obbligo di non riutilizzo e del monouso (e l'assurdità di permettere di portarselo da casa - perché, secondo il Ministero della Salute, "Non esiste, infatti, nessun divieto alla possibilità per il cittadino di utilizzare le proprie buste, “più economiche o addirittura gratuite“. Gratuite come, chi ce le dona?).
Poi si è detto che prima, quando e dove prendevamo i sacchetti gratis, il prezzo era spalmato già nella merce, ma come dimostrano molti scontrini di persone che sono andate al supermercato in questi giorni, si è semplicemente aggiunto al vecchio prezzo - dove il costo era spalmato - i nuovi centesimi (varianti da esercizio a esercizio), che vengono aggiunti al vecchio prezzo.
Addirittura il sacchetto bio viene conteggiato nello scontrino anche per chi, per esempio in farmacia, si mette le medicine in tasca.
E ci sono quelli che fanno notare: "Resta sempre il fatto che non capisco perché il governo ha imposto di farli pagare al cittadino invece che lasciar fare ai negozi come prima. Un mio giudizio è che così il governo introita di più. Il negozio sicuramente di poco ma ci guadagna sui sacchetti, l'iva la detrae ma poi è costretto a riversarla visto il costo sullo scontino, e di conseguenza anche il reddito prodotto dallo stesso. Inoltre, prima la frutta e verdura aveva un ricarico comprensivo delle spese per i sacchetti e oggi, sicuramente, quel ricarico rimane inalterato. Risultato: un guadagno maggiore su frutta e verdura, guadagno sui sacchetti e automaticamente iva e redditi in più per il governo. Vero pochi centesimi ma moltiplichiamoli per i milioni di euro dei sacchetti (stimato) ed il gioco è fatto."
A me sta anche bene che il Governo, con sincerità, ammetta di aver bisogno di soldi e nello stesso tempo ammetta che è una bella cosa far andare avanti aziende italiane, benché poi non producano in maniera tanto ecologica (serpente che si morde la coda).
Lo sanno tutti che la cosa più ecologica possibile sono le sporte di stoffa,vimini, o le retine, come in effetti usano all'estero, e che si possono usare per 50 anni.
E avere questo grande provvedimento mentre continuano le confezioni in plastica e polistirolo, gli imballaggi multipli, l'acqua nell'inquinantissima e cancerogena PET...
E' il ricorso al sotterfugio che irrita.

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 14:40

Anche altre due osservazioni:

1) circa il MATER BI di Seconda Generazione. Si afferma che detto prodotto contiene 56 kg. di ingredienti naturali su 100 kg. – Gli altri 44 kg. sono formati da ?
Nel Mater Bi mi risulta che per dare un certo corpo ed una certa resistenza, c’è già un 20% di polietilene, in
quello di seconda generazione inseriranno il 44 % ?
In tal caso, biodegradato il 56% di Mais per l’altro 44%
dovremo aspettare 100 anni?.
Altra domanda e cioè: il mercato dei film in plastica per imballaggio vario ammonta a circa 7.000.000 di tonnellate annue, la produzione dei materiali bioplastici
tipo MATER BI / PLA ed altro, mi sembra che ammonti a circa 350.000 tonn. annue, come farete a coprire questo enorme divario, aumentando la percentuale di polietilene nel vostro prodotto o coltivando su tutte le terre agricole mais per usi industriali ?
2) Le cosi’ dette plastiche biodegradabili sono sicuramente un passo avanti nel miglioramento della gestione dei rifiuti che sta progressivamente peggiorando. Considerando il fatto che il consumatore acquista beni pagando molte volte’ piu’ il costo dell’imballaggio che del prodotto in esso contenuto
abbiamo un gigantesco consumo di imballaggi e quindi di rifiuti.
Questa montagna composta in maggior parte da materia plastica degrada in 100 anche 200 anni.
Il fatto di accorciare questa catena portando la degradazione in soli 3-5 anni e’ un passo veramente importante , e’ qui che il consumatore (e anche il legislatore)accorto deve valutare la questione non se il prodotto degrada in 60 o 90 o 120 gg al 90%. Stiamo giocando su virgole!ripetto alle centinaia di anni di decomposizione naturale.
Poi il fatto che alcuni produttori cerchino di imporre norme che vanno a loro vantaggio solo perche’il loro prodotto degrada un mese o due prima rispetto ad altri al 90% a discapito di altri che hanno prodotti che degradano qualche mese dopo ma al 100% questo e’ scorretto e bisogna nella maniera piu’ totale cercare di combattere questo sistema lobbystico facendo delle norme serie a livello europeo.
Parlando poi’ del mater-bi o altre bioplastiche possiamo dire che hanno si una degradazione ma lasciano sempre un residuo di matrice plastica e sono compostabili solo a temperatura sup. a 50°C
cosa che non avviene sempre in natura! ma solo in discariche di compostaggio.
Il discorso e’ che se rimane un sacchetto in bioplastica sul terreno perche’ qualche incivile lo getta, che fine fa il prodotto? Non degrada, rimane sul terreno per moltissimi anni!
Con le bioplastiche che fine fanno i grandi progetti di ecosostenibilita’ se per produrre bioplastiche si sottraggono grandi quantitativi di cereali(probabilmente per le bioplastiche sono prodotti OGM) creando squilibri nella distribuzione delle risorse alimentari facendo crescere a dismisura i prezzi a discapito delle popolazioni povere come nel caso dei biodiesel.
Altro problema importante e’ che molte materie plastiche vengono riciclate come in Italia, la presenza delle bioplastiche crea un problema serio, inquinano i prodotti e non sono piu’ riutilizzabili. Il mercato dei prodotti riciclati e’ importante ed le bioplastiche non sono riciclabili
se non separando perfettamente i vari prodotti ed escludendo le stesse cosa impossibile.

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Dom 7 Gen 2018 - 17:00

maserati ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.


Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?
Il sacchetto non è indispensabile per la mela. Un esempio più scemo non potevi trovarlo.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Dom 7 Gen 2018 - 17:02

savita ha scritto:

maserati ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.




Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?


aggiungiamo poi che nei supermercati i  prezzi dell'ortofrutta variano già di giorno in giorno , e  le piccoissime differenze ( centesimi di euro per 2 kg di mele in un unico sacchetto , ad esempio)  non le noterebbe nessuno.

Non t'affannare, cara. La buona scuola, il canone Rai nella bolletta della luce, il sacchetto a pagamento (unico Paese in Europa). Il 4 marzo faremo i conti Very Happy
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  maserati il Dom 7 Gen 2018 - 18:10

sandrocchio ha scritto:
maserati ha scritto:

sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.



Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?

Il sacchetto non è indispensabile per la mela. Un esempio più scemo non potevi trovarlo.

Quindi la gente comprerà mele sciolte, e la domanda di sacchetti crollerà. quindi questa norma che obbliga a far pagare i sacchetti a parte va contro i produttori di sacchetti?
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6979
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 18:46

Qui c'è un bell'articolo del Sole 24 h, che:
1) Ridimensiona di molto la compostabilità in genere o la biodegrabilità marina dei sacchetti(visto che i sostenitori hanno citato l'inquinamento marino - dove peraltro i sacchetti costituiscono una parte trascurabile)
2) Descrive cosa dice veramente la norma europea (anzi c'era un contenzioso precedente proprio per l'adozione anni fa di buste biodegrabili, da Pecoraro Scanio, alcuni dicono sempre per favorire certe aziende)
3) esamina altri problemi
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  maserati il Dom 7 Gen 2018 - 19:03

flea ha scritto:Oltretutto leggo  solo il 40 per 100 è compostabile, il restante 60 viene da  no, quindi è non è totalmente compostabile, o biodegrabile, credo.



flea ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]

l'ultimo link che hai messo chiarisce appunto quello che hai scritto sopra:

I sacchetti ultraleggeri devono essere biodegradabili e compostabili al 100% (cioè a una certa temperatura si devono dissolvere entro un certo tempo negli impianti di produzione di compost agricolo) e devono essere composti da materie prime rinnovabili (vegetali) al 40%, mentre rimarrà il 60% di componente petrolchimica.


cioè il rapporto 40%-60% non riguarda la compostabilità, ma riguarda la miscela tra componente vegetale e componente petrolchiimica.
La biodegradabilità, cosa diversa dalla rinnovabilità, è cmq pari al 100%,
avatar
maserati
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 6979
Data d'iscrizione : 14.07.11
Località : castellammare val trompia

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 19:15

maserati ha scritto:
sandrocchio ha scritto:

maserati ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.




Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?


Il sacchetto non è indispensabile per la mela. Un esempio più scemo non potevi trovarlo.


Quindi la gente comprerà mele sciolte, e la domanda di sacchetti crollerà. quindi questa norma che obbliga a far pagare i sacchetti a parte va contro i produttori di sacchetti?

Il sacchetto lo pagherai comunque - lo sostiene anche il Sole24h - e poche persone possono permettersi lo sfizio di far incollare etichette su ogni singolo limone o zucchina, se non per scherzo.
Quanto ai produttori, trovo interessanti questi estratti (2016):
1) In qualche modo lo è, Versalis è l’ultimo pezzo della storia industriale di un settore che si è nutrito di grandi ambizioni, ha fatto vincere al Paese un premio Nobel (Giulio Natta) ma ha dovuto via via vendere i suoi asset strategici a tedeschi, arabi e persino belgi. La chimica di base italiana è finita fuorigioco da tempo e la sua débacle è stata in qualche modo mitigata dai successi degli imprenditori della chimica fine(...).
Quel che resta in Italia della chimica di base non ha gli stessi problemi e anzi nelle discussioni su Versalis è l’aggettivo “green” a balzare primo piano e una delle operazioni più riuscite dell’amministratore delegato Daniele Ferrari è stata sicuramente la joint venture con Novamont sulle fonti rinnovabili.

2) Nella chimica, l’Italia torna ad essere prima e non è un caso che ciò avvenga nella chimica verde, dove abbiamo ancora qualcosa da dire. È infatti italiano il primo impianto su scala industriale per la produzione di 1,4 butandiolo (BDO) da risorse rinnovabili (bioBDO), acceso nel mese di luglio e inaugurato in pompa magna oggi da Novamont(...)
Nella chimica, l’Italia torna ad essere prima e non è un caso che ciò avvenga nella chimica verde, dove abbiamo ancora qualcosa da dire. È infatti italiano il primo impianto su scala industriale per la produzione di 1,4 butandiolo (BDO) da risorse rinnovabili (bioBDO), acceso nel mese di luglio e inaugurato in pompa magna oggi da Novamont
(...)
Sul fronte dei costi, Bastioli ritiene che il BDO biobased prodotto a Bottrighe sia concorrenziale con quello convenzionale prodotto con nuovi impianti, a condizione che debbano - come quello di Mater-Biotech - ammortizzare gli ingenti costi di realizzazione. Ma la domanda di un intermedio biobased non è detto che segua le stesse logiche dei prodotti convenzionali: la richiesta potrebbe venire dall’esigenza di produrre materiali più sostenibili, oppure per rispondere a normative più restrittive, ma anche per migliorare l’impronta al carbonio di un prodotto, qualora vengano adottati sistemi di tassazione più restrittivi sulle emissioni di CO2.
3) E anche Renzi: "in Italia ci sono circa 150 aziende che fabbricano sacchetti prodotti da materiale naturali e non da petrolio. Hanno quattromila dipendenti e circa 350 milioni di fatturato. Anziché gridare al complotto dovremmo aiutare a creare nuove aziende nel settore della Green Economy senza lasciare il futuro nelle mani dei nostri concorrenti internazionali. I posti di lavoro del domani sono in settori come questi, vanno creati e coltivati"
E' chiaro che gli stanno facendo un favorone, alcuni dicono che erano entrati in crisi.
E guarda, sono anche d'accordo, che dobbiamo fare?
Al limite su un altro balzello, perché questo è, e la non regolamentazione del prezzo, o il fatto che la maggior parte di persone prende un pò di mele, un pò di altra verdura o frutta, quindi almeno 3 o 4 sacchetti per volta, e quindi minimo da 6 a 10 centesimi, che per chi fa quasi la spesa 5 volte alla settimana sono tipo 50 centesimi, quindi 20, 22 euro l'anno.
E vabbé.
Ma non fate la sceneggiata di inserirlo alla chetichella nel DL sul Mezzogiorno(!), di sbandierare le ragioni dell'ecologia (la chimica verde è solo altra chimica), o di alludere ad una maggior consapevolezza che si svilupperebbe nei consumatori. Questo è offensivo.
E poi non so se non siano state penalizzate altre aziende anche italiane - per esempio ce ne sono parecchie che fabbricano bioplastica da scarti alimentari (che è molto meglio del cibo), anche se non so se producono sacchetti.

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 19:28

maserati ha scritto:
flea ha scritto:Oltretutto leggo  solo il 40 per 100 è compostabile, il restante 60 viene da  no, quindi è non è totalmente compostabile, o biodegrabile, credo.





flea ha scritto:
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]


l'ultimo link che hai messo chiarisce appunto quello che hai scritto sopra:

I sacchetti ultraleggeri devono essere biodegradabili e compostabili al 100% (cioè a una certa temperatura si devono dissolvere entro un certo tempo negli impianti di produzione di compost agricolo) e devono essere composti da materie prime rinnovabili (vegetali) al 40%, mentre rimarrà il 60% di componente petrolchimica.


cioè il rapporto 40%-60% non riguarda la compostabilità, ma riguarda la miscela tra componente vegetale e componente petrolchiimica.
La biodegradabilità, cosa diversa dalla rinnovabilità, è cmq pari al 100%,
E' una questione di tempi, infatti dice anche:

Ma le bioplastiche a base di amido, come le più note, diventano poco biodegradabili nell’acqua fredda e salata, dove invece hanno dato ottimi risultati i polidrossialcanoati Pha di cui è fortissima una piccola azienda italiana meno conosciuta, la Bio-On.
Nel mare si degradano lentamente come la plastica normale
Le bioplastiche più comuni vengono “digerite” da diversi impianti di compostaggio, forse per difetti impiantistici. Ma nemmeno il mare riesce a degradare in tempi brevi questi materiali. Sono più veloci invece altri polimeri, come gli alcanoati Pha.
Una ricerca(clicca qui per leggere la ricerca, in inglese)ha comprovato che negli impianti di compostaggio i prodotti di bioplastica all’amido perdono il 43% di peso in tre mesi, quindi con un ottimo effetto di degradazione, ma non hanno registrato degradazioni rilevanti se esposti all’acqua dell’Adriatico.



flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  flea il Dom 7 Gen 2018 - 19:32

Ma oltre a quello di Bolzano citato nell'articolo - che non può smaltire bioplastica ma solo carta - ci sono in Italia impianti di compostaggio sufficienti o adeguati?
Per esempio in Sicilia:
Gli impianti di compostaggio attivi in Sicilia sono sette, oltre a uno mobile: Grammichele (gestito da Kalat Impianti), Ramacca (Ofelia Ambiente, dove c’è anche l’impianto mobile), Gela (Ato Cl2, gestito da Balestrieri), Joppolo Giancaxio (Giglione Ambiente - soggetto a chiusure temporanee), Sciacca (Sogeir), Marsala (Sicilfert), Trapani (Trapani Servizi) e Castelbuono (Ato Pa5, Ecologia e Ambiente). «Risultano attivi - si legge nella relazione - altri piccoli impianti di capacità non superiore a duecento tonnellate l’anno in autorizzazione semplificata, ma tali impianti restano fuori dal circuito comunale dei rifiuti solidi urbani. Gli impianti pubblici non versano in buone condizioni di efficienza, per carenze di manutenzioni, e sono affetti da periodi di malfunzionamento per cui l’effettiva capacità è spesso al di sotto di quella nominale».

flea
Abituale
Abituale

Messaggi : 1887
Data d'iscrizione : 28.09.11

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  sandrocchio il Dom 7 Gen 2018 - 23:29

maserati ha scritto:
sandrocchio ha scritto:

maserati ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Savita, o sei ciuca in matematica o fingi di esserlo. Io sono il supermercato. Tu sei il cliente. Ti faccio pagare una mela un euro (faccio per dire) e in quell'euro sono compresi venti centesimi per il sacchetto. Ora, se fosse come dici tu, se tu paghi direttamente il sacchetto, io devo abbassare il prezzo della mela. Ma se tu paghi il sacchetto e il prezzo della mela resta un euro, tu sei - come dicono a Bolzano - cornuta e mazziata. Poichè il prezzo della frutta non è diminuito, il costo del sacchetto è un qualcosa in più per le tasche dei consumatori. Fatti regalare un pallottoliere, o qualche fagiolo, ed esercitati. Vedrai che ci arrivi.




Lunedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,00.
Martedì: valore di mercato  di una mela+sacchetto = € 1,00. Prezzo praticato € 1,20.
Cioè il martedì il supermercato sta vendendo ad un prezzo superiore a quello di mercato, e di conseguenza se la prende nel culo. Di conseguenza il mercoledì dovrà riportare il prezzo della mela+sacchetto a ad € 1,00. Cioè mettere il prezzo della mela a € 0,80.

Secondo te davvero se facessero una legge che obbliga le case automobilistiche a vendere le ruote a parte, il prezzo delle auto senza ruote (cioè con le ruote inserite tra gli optional) continuerebbe ad essere lo stesso?


Il sacchetto non è indispensabile per la mela. Un esempio più scemo non potevi trovarlo.


Quindi la gente comprerà mele sciolte, e la domanda di sacchetti crollerà. quindi questa norma che obbliga a far pagare i sacchetti a parte va contro i produttori di sacchetti?
Vedo che sei disinformato. Se il consumatore prende la frutta e non la mette nel sacchetto, paga lo stesso la tangente. Non lo sapevi? Informati.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14836
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: L'anno è iniziato bene ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Pagina 1 di 2 1, 2  Seguente

Tornare in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum