Wolf

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  wolftheoriginal il Mer 28 Mar 2018 - 13:57

oedipus ha scritto:

gus ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Senti, Gus, parliamoci chiaramente. Ammettiamo che in questo forum ci sia uno che si chiami Pincopallo. Pincopallo è uno che ha un sacco di tempo a sua disposizione, e poichè è arrivato a un punto della vita in cui non ha da fare quasi nulla di utile, decide di seguire dei corsi di Teologia, un po' per ammazzare il tempo, un po' perchè la cosa lo stimola. Segue i corsi e per premiare la sua fedeltà gli danno un attestato. Attestato che non ha alcun valore, ma lo gratifica. E fin qui nulla di male. Ma se sulla base di quell'attestato che non definisce nulla in base ai suoi effettivi meriti, essendo solo un premio-fedeltà, si permette di giudicare la preparazione di altri forumisti, allora merita di essere trattato in modo rude. Gus, tu di teologia non capisci un benemerito cazzo. Ti ho posto una sola domanda, e a quella domanda non hai saputo dare risposta: se Dio è mistero, se il suo disegno - nonostante la venuta di Cristo - è imperscrutabile, come fai ad accedere al Paradiso attraverso il dono del libero arbitrio? O mi rispondi o dei tuoi attestati di teologia puoi farne carta straccia, perchè non ti sono serviti a niente.





Tu non sai cosa sia un attestato di teologia. Sono lezioni due volte alla settimana su testi selezionati per il corso.
Significa per esempio che sul vangelo di Giovanni il corso l'ho tenuto io.



Anche se tu hai tenuto un corso non è detto che conosci la verità ... tu racconti una tua verità, una verità costruita nei secoli.
Ma forse, lo dico per te, dovresti spostare le tue conoscenze verso un punto diverso, dovresti insomma cominciare a leggere la letteratura dei materialisti o solo di stroria delle religioni per avere uno strumento di critica dei testi che commenti.

Senza dubbio. Bisogna giustamente tener conto di quale era il contesto, storico/economico/sociale in cui quella, che dopo la riforma protestante inizio' ad essere chiamata la chiesa cattolica(universale, e per cui distinta da altre confessioni cristiane), e' nata. La metamorfosi che ha attraversato fino all'editto di Costantino nel 313 che la definisce di fatto l'unica religione legale dell'impero romano. Trasformandola a tutti gli effetti in Santa Romana Chiesa.
Va anche detto che la Chiesa proibiva l'uso nella liturgia, per cui la lettura, dei vangeli apocrifi. Arrivando al quarto secolo sappiamo che il processo di formazione del canone per gli altri testi del NT, giunse ad una conclusione. Dunque tutti gli scritti usati negli ambienti gnostici vennero disputati. Questa "verita' costruita nei secoli", per quanto possa essere o non essere condivisa, non considera nemmeno tutti i pezzi del puzzle.
avatar
wolftheoriginal
ardimentoso
ardimentoso

Messaggi : 5517
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Colchester

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  oedipus il Mer 28 Mar 2018 - 14:17

wolftheoriginal ha scritto:
oedipus ha scritto:


gus ha scritto:



sandrocchio ha scritto:Senti, Gus, parliamoci chiaramente. Ammettiamo che in questo forum ci sia uno che si chiami Pincopallo. Pincopallo è uno che ha un sacco di tempo a sua disposizione, e poichè è arrivato a un punto della vita in cui non ha da fare quasi nulla di utile, decide di seguire dei corsi di Teologia, un po' per ammazzare il tempo, un po' perchè la cosa lo stimola. Segue i corsi e per premiare la sua fedeltà gli danno un attestato. Attestato che non ha alcun valore, ma lo gratifica. E fin qui nulla di male. Ma se sulla base di quell'attestato che non definisce nulla in base ai suoi effettivi meriti, essendo solo un premio-fedeltà, si permette di giudicare la preparazione di altri forumisti, allora merita di essere trattato in modo rude. Gus, tu di teologia non capisci un benemerito cazzo. Ti ho posto una sola domanda, e a quella domanda non hai saputo dare risposta: se Dio è mistero, se il suo disegno - nonostante la venuta di Cristo - è imperscrutabile, come fai ad accedere al Paradiso attraverso il dono del libero arbitrio? O mi rispondi o dei tuoi attestati di teologia puoi farne carta straccia, perchè non ti sono serviti a niente.






Tu non sai cosa sia un attestato di teologia. Sono lezioni due volte alla settimana su testi selezionati per il corso.
Significa per esempio che sul vangelo di Giovanni il corso l'ho tenuto io.




Anche se tu hai tenuto un corso non è detto che conosci la verità ... tu racconti una tua verità, una verità costruita nei secoli.
Ma forse, lo dico per te, dovresti spostare le tue conoscenze verso un punto diverso, dovresti insomma cominciare a leggere la letteratura dei materialisti o solo di stroria delle religioni per avere uno strumento di critica dei testi che commenti.


Senza dubbio. Bisogna giustamente tener conto di quale era il contesto, storico/economico/sociale in cui quella, che dopo la riforma protestante inizio' ad essere chiamata la chiesa cattolica(universale, e per cui distinta da altre confessioni cristiane), e' nata. La metamorfosi che ha attraversato fino all'editto di Costantino nel 313 che la definisce di fatto l'unica religione legale dell'impero romano. Trasformandola a tutti gli effetti in Santa Romana Chiesa.
Va anche detto che la Chiesa proibiva l'uso nella liturgia, per cui la lettura, dei vangeli apocrifi. Arrivando al quarto secolo sappiamo che il processo di formazione del canone per gli altri testi del NT, giunse ad una conclusione. Dunque tutti gli scritti usati negli ambienti gnostici vennero disputati. Questa "verita' costruita nei secoli", per quanto possa essere o non essere condivisa, non considera nemmeno tutti i pezzi del puzzle.

E il Vangelo di Giovanni è appunto un testo gnostico. Quindi per parlarne bisognerebbe sapere cosa fu lo gnosticismo, quando nacque, come si espanse e come morì.
Penso che sia il minimo quando si affronta la lettura del vangelo.
Tanto per dire.
avatar
oedipus
audace
audace

Messaggi : 652
Data d'iscrizione : 18.07.17

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  wolftheoriginal il Mer 28 Mar 2018 - 14:20

oedipus ha scritto:
wolftheoriginal ha scritto:

oedipus ha scritto:



gus ha scritto:




sandrocchio ha scritto:Senti, Gus, parliamoci chiaramente. Ammettiamo che in questo forum ci sia uno che si chiami Pincopallo. Pincopallo è uno che ha un sacco di tempo a sua disposizione, e poichè è arrivato a un punto della vita in cui non ha da fare quasi nulla di utile, decide di seguire dei corsi di Teologia, un po' per ammazzare il tempo, un po' perchè la cosa lo stimola. Segue i corsi e per premiare la sua fedeltà gli danno un attestato. Attestato che non ha alcun valore, ma lo gratifica. E fin qui nulla di male. Ma se sulla base di quell'attestato che non definisce nulla in base ai suoi effettivi meriti, essendo solo un premio-fedeltà, si permette di giudicare la preparazione di altri forumisti, allora merita di essere trattato in modo rude. Gus, tu di teologia non capisci un benemerito cazzo. Ti ho posto una sola domanda, e a quella domanda non hai saputo dare risposta: se Dio è mistero, se il suo disegno - nonostante la venuta di Cristo - è imperscrutabile, come fai ad accedere al Paradiso attraverso il dono del libero arbitrio? O mi rispondi o dei tuoi attestati di teologia puoi farne carta straccia, perchè non ti sono serviti a niente.







Tu non sai cosa sia un attestato di teologia. Sono lezioni due volte alla settimana su testi selezionati per il corso.
Significa per esempio che sul vangelo di Giovanni il corso l'ho tenuto io.





Anche se tu hai tenuto un corso non è detto che conosci la verità ... tu racconti una tua verità, una verità costruita nei secoli.
Ma forse, lo dico per te, dovresti spostare le tue conoscenze verso un punto diverso, dovresti insomma cominciare a leggere la letteratura dei materialisti o solo di stroria delle religioni per avere uno strumento di critica dei testi che commenti.



Senza dubbio. Bisogna giustamente tener conto di quale era il contesto, storico/economico/sociale in cui quella, che dopo la riforma protestante inizio' ad essere chiamata la chiesa cattolica(universale, e per cui distinta da altre confessioni cristiane), e' nata. La metamorfosi che ha attraversato fino all'editto di Costantino nel 313 che la definisce di fatto l'unica religione legale dell'impero romano. Trasformandola a tutti gli effetti in Santa Romana Chiesa.
Va anche detto che la Chiesa proibiva l'uso nella liturgia, per cui la lettura, dei vangeli apocrifi. Arrivando al quarto secolo sappiamo che il processo di formazione del canone per gli altri testi del NT, giunse ad una conclusione. Dunque tutti gli scritti usati negli ambienti gnostici vennero disputati. Questa "verita' costruita nei secoli", per quanto possa essere o non essere condivisa, non considera nemmeno tutti i pezzi del puzzle.


E il Vangelo di Giovanni è appunto un testo gnostico. Quindi per parlarne bisognerebbe sapere cosa fu lo gnosticismo, quando nacque, come si espanse e come morì.
Penso che sia il minimo quando si affronta la lettura del vangelo.
Tanto per dire.
Ed e' per questo che tra i 4 del canone lo considero il piu' interessante... Wink
avatar
wolftheoriginal
ardimentoso
ardimentoso

Messaggi : 5517
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Colchester

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  gus il Mer 28 Mar 2018 - 14:39

wolftheoriginal ha scritto:
oedipus ha scritto:

wolftheoriginal ha scritto:


oedipus ha scritto:




gus ha scritto:














Tu non sai cosa sia un attestato di teologia. Sono lezioni due volte alla settimana su testi selezionati per il corso.
Significa per esempio che sul vangelo di Giovanni il corso l'ho tenuto io.






Anche se tu hai tenuto un corso non è detto che conosci la verità ... tu racconti una tua verità, una verità costruita nei secoli.
Ma forse, lo dico per te, dovresti spostare le tue conoscenze verso un punto diverso, dovresti insomma cominciare a leggere la letteratura dei materialisti o solo di stroria delle religioni per avere uno strumento di critica dei testi che commenti.




Senza dubbio. Bisogna giustamente tener conto di quale era il contesto, storico/economico/sociale in cui quella, che dopo la riforma protestante inizio' ad essere chiamata la chiesa cattolica(universale, e per cui distinta da altre confessioni cristiane), e' nata. La metamorfosi che ha attraversato fino all'editto di Costantino nel 313 che la definisce di fatto l'unica religione legale dell'impero romano. Trasformandola a tutti gli effetti in Santa Romana Chiesa.
Va anche detto che la Chiesa proibiva l'uso nella liturgia, per cui la lettura, dei vangeli apocrifi. Arrivando al quarto secolo sappiamo che il processo di formazione del canone per gli altri testi del NT, giunse ad una conclusione. Dunque tutti gli scritti usati negli ambienti gnostici vennero disputati. Questa "verita' costruita nei secoli", per quanto possa essere o non essere condivisa, non considera nemmeno tutti i pezzi del puzzle.



E il Vangelo di Giovanni è appunto un testo gnostico. Quindi per parlarne bisognerebbe sapere cosa fu lo gnosticismo, quando nacque, come si espanse e come morì.
Penso che sia il minimo quando si affronta la lettura del vangelo.
Tanto per dire.

Ed e' per questo che tra i 4 del canone lo considero il piu' interessante... Wink

"non dal sangue né da volontà di carne né da volontà di uomo, ma da Dio sono nati" (Vangelo di Giovanni 1,13)
Giovanni in questo passo del prologo afferma uno dei princìpi fondamentali dello gnosticismo: l'uomo proviene da Dio (“da Dio sono nati”) e partecipa della natura divina.
avatar
gus
intrepido
intrepido

Messaggi : 4260
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Wolf

Messaggio  gus il Mer 28 Mar 2018 - 14:46

Hai letto i Codici di Nag Hammâdi?
avatar
gus
intrepido
intrepido

Messaggi : 4260
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Italia

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  wolftheoriginal il Mer 28 Mar 2018 - 14:51

gus ha scritto:Hai letto i Codici di Nag Hammâdi?
Un tesoro vero e proprio. Scoperti in Egitto nel 1945. Di questi ho letto per completo solo il Vangelo di Tommaso.
avatar
wolftheoriginal
ardimentoso
ardimentoso

Messaggi : 5517
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Colchester

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  sandrocchio il Gio 29 Mar 2018 - 23:20

E' l'unico testo completo. Sembra che fra i testi apocrifi sia quello che ha maggiormente influenzato gli studiosi vicini alla Chiesa ufficiale, insieme al Protovangelo di Giacomo (che di Giacono non è).
avatar
sandrocchio
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 15106
Data d'iscrizione : 21.07.14

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  Jeff Buckley il Sab 31 Mar 2018 - 3:01

gus ha scritto:
Jeff Buckley ha scritto:

gus ha scritto:
La prima cosa che ti dicono gli insegnanti di teologia è che noi lo chiamiamo Dio, ma in effetti è solo Mistero.



Quando ci sposiamo infiliamo nel dito l'anello, chiamato fede. L'amore è fede, così l'amore per Dio, per la tua squadra del cuore si chiama fede per il tuo club.
Il mistero sarà vivo fino alla fine dei nostri giorni, perché la vita stessa è mistero, se sarà amore per sempre è un mistero.
Dunque, o credi o non credi, non ci sono alternative. Io sono cristiano, non sono cattolico e mi sta bene il mistero della vita e del dopo vita, e ringrazio Dio o chi per lui che mi ha dato la possibilità di vivere anche un minuto della vita e dopo la morte di mio padre, morirò molto più serenamente, anche se mi addolora che i miei figli soffrano per questo ma non posso fare nulla, fa parte del mistero.



Va bene Antonio.


In un discorso tenuto a Berlino Einstein diede di se stesso questa immagine: «Sebbene io sia un tipico solitario nella vita quotidiana la mia consapevolezza di appartenere alla comunità invisibile di coloro che lottano per la verità, la bellezza e la giustizia, mi ha impedito di sentirmi isolato. L'esperienza più bella e profonda che un uomo possa avere è il senso del mistero: è il principio sottostante alla religiosità così come a tutti i tentativi seri nell'arte e nella scienza. Chi non ha mai avuto questa esperienza mi sembra che sia, se non morto, allora almeno cieco. L'emozione è sentire che dietro qualsiasi cosa che può essere sperimentata c'è qualcosa che la nostra mente non può cogliere del tutto e la cui bellezza e sublimità ci raggiunge solo indirettamente, come un debole riflesso. Questa è la religiosità, in questo senso sono religioso. A me basta la meraviglia di questi segreti e tentare umilmente di cogliere con la mia mente una semplice immagine della sublime struttura di tutto ciò che è lì presente» (Brian, 1995, p. 234).

Non mi sembra di aver scritto che non credo. Ho parlato di fede e di senso di infedele, infedeltà. Quando si tradisce la definizione è infedeltà, dunque l'infedele è colui che perde la fede verso il mistero. C'era un bel film con Keith Carradine, inviato da Roma in Palestina a a scoprire questo vicenda di cristo e del perché crescevano proseliti di giorno in giorno (ora il titolo non lo ricordo), alla fine, lui pagano, partito da Roma no0n riusciva a capire perché si facevano uccidere in nome di Dio, porgere l'altra guancia nel nome di Dio e di suo figlio Gesù. Si fa uccidere da un suo amico centurione, col Gladio, finalmente per capire.
Io attenderò l'ultimo dei giorni possibile ma sono molto curioso della morte, la vita poi non è tutta questa grande originalità.
avatar
Jeff Buckley
valoroso
valoroso

Messaggi : 9732
Data d'iscrizione : 25.07.11

Torna in alto Andare in basso

Re: Wolf

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 3 Precedente  1, 2, 3

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum