La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Andare in basso

La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  Oraculus il Dom 22 Apr 2018 - 23:17

Il comunismo nella sua essenza??...e' l'antagonista del...capitalismo , senza tanti se e tanti ma...e gli italiani il comunismo se lo sta "godendo" sin dai tempi di...Togliatti & Co.

Altra alleata del comunismo??...e' la voce/significato...DEMOCRAZIA , un uso e abuso per imporre una uguaglianza che non esiste , quello che parifica come uguaglianza il valore del voto di ogni singolo cittadino...ossia semplicemente una truffa che premia chi sfrutta...e castiga chi crea economia e benessere...

L'Italia e' il paese della classe operaia che va in paradiso...un film che fece epoca...ma che almeno nel titolo era l'emblema di una vera e propria persecuzione del...capitalista , nei fatti??...l'Italia esporta laureati che vanno all'estero a fare gli sguatteri...e importa sguatteri che al loro paesi erano e sono...sguatteri.

Il comunismo ha mille identita' in Italia , si chiama: socialismo , democrazia popolare , Partito Democratico , Partito Comunista Italiano , progressista , etcc...ma tutto converge nell'avere i voti di chi sfrutta il datore di lavoro...il politico che li rappresenta sopra di tutti!! , altro rappresentante dominante in Italia e' oggi lo...STATALISTA , il piu' perfido italiano di tutti i tempi...un assenteista succhia stipendio col minor impegno fisico possibile...una vera e propria cosca mafiosa...fanno semplicemente la politica anticapitalista...in favore della "SINISTRA" altro appallativo che maschera il comunista...

Nonostante cio' l'Italia continua a produrre geni di economia grazie alle intelligenze che solo nelle loro autonomia riescono a trovare quegli sfoghi interpretativi della creativita'...quella che tanto li premia nel mondo...peccato che solo in Italia la si soffochi , la si snobbi , la si perseguiti , la si supertassi , etcc...basta vedere nel mondo , ove esiste il comunismo esiste la..poverta'!!...

La SINISTRA oggi ha la novita' nel supervotato Movimento 5 Stelle , una setta di giovinastri criminali , che saranno "forse" disponibili a sputtanare definitivamente il mondo degli italiani nel mondo...esseri superficiali che con quattro frasi incantano i milioni di italiani che sognano...di vivere a sbaffo grazie allo Stato...con promesse che nelle bocche di 30enni suonano con lo stesso effettto delle...scoregge!!.

Comunque chi vivra'??...vedra?!!... cassi tutti italiani...auguri.

.

Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5258
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  sandrocchio il Lun 23 Apr 2018 - 7:27

Ma no, anche in Italia il comunismo è morto. Non ne parla più nessuno. Sono morti sia il comunismo, sia l'antifascismo, di cui non frega più niente a nessuno. Non è che si minimizzi il fascismo, come lascia intendere Napolitano (un altro che ha perso il senso della realtà), è che gli Italiani sono consapevoli che dal fascismo ci separa ormai un secolo di storia. Del fascismo devono occuparsi (seriamente) gli storici, ma il conflitto fascismo-antifascismo è stato superato da un pezzo. Dire "sono fascista" è come dire "appartengo alla Giovane Italia di Mazzini". Uno si fa quattro risate e se ne strafotte. Il comunismo, anche in Italia, è allo stato cadaverico, caro Oraculus. Ci crede solo qualche superstite che appartiene a una razza ormai in via d'estinzione. Il problema non è il comunismo. Il problema è che in Italia non funziona il capitalismo, perchè i nostri imprenditori sono una schifezza. Gente che incassa i soldi e che, invece di investire, se li mette in tasca o li deposita in banca. Non sono i comunisti il problema dell'Italia, non più. Sono i capitalisti che non sanno fare il loro mestiere, e che hanno ceduto la guida del Paese alle banche. Il nostro è un capitalismo speculativo che non crea occupazione e non crea ricchezza. Questo è il problema, ed è di difficile soluzione.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14992
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  Oraculus il Mer 25 Apr 2018 - 12:35

sandrocchio ha scritto:Ma no, anche in Italia il comunismo è morto. Non ne parla più nessuno. Sono morti sia il comunismo, sia l'antifascismo, di cui non frega più niente a nessuno. Non è che si minimizzi il fascismo, come lascia intendere Napolitano (un altro che ha perso il senso della realtà), è che gli Italiani sono consapevoli che dal fascismo ci separa ormai un secolo di storia. Del fascismo devono occuparsi (seriamente) gli storici, ma il conflitto fascismo-antifascismo è stato superato da un pezzo. Dire "sono fascista" è come dire "appartengo alla Giovane Italia di Mazzini". Uno si fa quattro risate e se ne strafotte. Il comunismo, anche in Italia, è allo stato cadaverico, caro Oraculus. Ci crede solo qualche superstite che appartiene a una razza ormai in via d'estinzione. Il problema non è il comunismo. Il problema è che in Italia non funziona il capitalismo, perchè i nostri imprenditori sono una schifezza. Gente che incassa i soldi e che, invece di investire, se li mette in tasca o li deposita in banca. Non sono i comunisti il problema dell'Italia, non più. Sono i capitalisti che non sanno fare il loro mestiere, e che hanno ceduto la guida del Paese alle banche. Il nostro è un capitalismo speculativo che non crea occupazione e non crea ricchezza. Questo è il problema, ed è di difficile soluzione.

1961 , io festeggiavo 20anni!!...dopo un anno dovevo confrontarmi coi 17 mesi di servizio militare obbligatorio...ero come un altleta dei 100 metri...aspettavo la fine di quell'obbligo per cominciare la mia vera vita...mi ero fissato un traguardo se entro il mio 25esimo complenno non fossi riuscito a possedere una Alfa Romeo , cio' avrebbe avuto solo un significato...non valevo una cicca!!...e allora mi sarei ritirato su una delle nostre meravigliose isole per vivere dei quello che avrei potuto...erano anni speciali...indimenticabili...gli anni 60!!...

L'Alfa Romeo , all'epoca era uno "status simbol"...allora avevo ignorato i dilpomi scolastici per fare il...commerciante , tutto si svolgeva con impressionanti premi per l'iniziativa privata...l'Italia creava e esportava , eravamo ai primi posto al mondo...i giapponesi venivano in Italia per fotografare i nostri prodotti per poi riprodurli e rivenderli a un decimo del valore dei nostri...la nostra moneta (la liar) fu considerata la piu' pregiata e rispettata al mondo...tutti si lavorava...tutti si viveva di quel...miracolo economico...ebbene con 6 mesi di anticipo del mio 25esimo compleanno...io uscivo , in Milano da una concessionaria Alfa Romeo con la mia nuova di zecca...1300 TI verde scuro , tutta pagata e cio' mi riassicuro' sul mio futuro...niente isola...ma solo l'Italia mi...apparteneva!!...compravo , vendevo ...credevo nel futuro , mio e quello del mio paese...

Fu nel 68 che gli universitari politicizzati insorsero nella intera Italia...erano per il comunismo...sfilavano e...sparavano per le vie di Milano quando io coetaneo entravo e uscivo dai magazzini tessili per...vendere...era il mio lavoro...il sud si stava riversando al nord perche' un posto di lavoro li attendeva...ed oggi sono consapevole di aver vissuto i migliori anni della storia economica del nostro paese...

Ma sin dall'inizio degli anni 70 si capi' che le cose stavano cambiando...le sinistre impegnavano al capitalismo regole fiscali innovatrici...lo Stato costava sempre di piu!!...i "compagni" pure costavano sempre piu'...nel 1973 l'IVA comincio' a dare serieta' e profitti allo Stato , meno all'impresa privata...messa all'indice come capitalismo , il colpevole dello sfruttamento sul lavoratore...e cosi' statalismo e comunismo diedero sfogo alla caccia all'evasore , all'odiato capitalista!!...e agendo di conseguenza si arrivo' coi risultati di oggi!!.

Milioni di islamici hanno invaso l'Italia...la democrazia del comunismo ha trionfato...il voto di chi conta meno pero' in maggioranza , governa...Lienin e Stalin invidierebbero l'Italia di oggi...Togliatti?? e i suoi soci...se la ridono nelle loro tombe...la sinistra e i sinistri rappresentano oggi il trionfo di quella democrazia che e' solo...distruttiva!!...distruttiva di quel capitalismo che tu tanto spregi e disprezzi...ma che comunque resta la sola linfa della cretivita' che e' la fonte del lavoro e del benessere...di un paese.

Etcc...etcc...

.




Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5258
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  sandrocchio il Mer 25 Apr 2018 - 23:01

Oraculus ha scritto:
sandrocchio ha scritto:Ma no, anche in Italia il comunismo è morto. Non ne parla più nessuno. Sono morti sia il comunismo, sia l'antifascismo, di cui non frega più niente a nessuno. Non è che si minimizzi il fascismo, come lascia intendere Napolitano (un altro che ha perso il senso della realtà), è che gli Italiani sono consapevoli che dal fascismo ci separa ormai un secolo di storia. Del fascismo devono occuparsi (seriamente) gli storici, ma il conflitto fascismo-antifascismo è stato superato da un pezzo. Dire "sono fascista" è come dire "appartengo alla Giovane Italia di Mazzini". Uno si fa quattro risate e se ne strafotte. Il comunismo, anche in Italia, è allo stato cadaverico, caro Oraculus. Ci crede solo qualche superstite che appartiene a una razza ormai in via d'estinzione. Il problema non è il comunismo. Il problema è che in Italia non funziona il capitalismo, perchè i nostri imprenditori sono una schifezza. Gente che incassa i soldi e che, invece di investire, se li mette in tasca o li deposita in banca. Non sono i comunisti il problema dell'Italia, non più. Sono i capitalisti che non sanno fare il loro mestiere, e che hanno ceduto la guida del Paese alle banche. Il nostro è un capitalismo speculativo che non crea occupazione e non crea ricchezza. Questo è il problema, ed è di difficile soluzione.


1961 , io festeggiavo 20anni!!...dopo un anno dovevo confrontarmi coi 17 mesi di servizio militare obbligatorio...ero come un altleta dei 100 metri...aspettavo la fine di quell'obbligo per cominciare la mia vera vita...mi ero fissato un traguardo se entro il mio 25esimo complenno non fossi riuscito a possedere una Alfa Romeo , cio' avrebbe avuto solo un significato...non valevo una cicca!!...e allora mi sarei ritirato su una delle nostre meravigliose isole per vivere dei quello che avrei potuto...erano anni speciali...indimenticabili...gli anni 60!!...

L'Alfa Romeo , all'epoca era uno "status simbol"...allora avevo ignorato i dilpomi scolastici per fare il...commerciante , tutto si svolgeva con impressionanti premi per l'iniziativa privata...l'Italia creava e esportava , eravamo ai primi posto al mondo...i giapponesi venivano in Italia per fotografare i nostri prodotti per poi riprodurli e rivenderli a un decimo del valore dei nostri...la nostra moneta (la liar) fu considerata la piu' pregiata e rispettata al mondo...tutti si lavorava...tutti si viveva di quel...miracolo economico...ebbene con 6 mesi di anticipo del mio 25esimo compleanno...io uscivo , in Milano da una concessionaria Alfa Romeo con la mia nuova di zecca...1300 TI verde scuro , tutta pagata e cio' mi riassicuro' sul mio futuro...niente isola...ma solo l'Italia mi...apparteneva!!...compravo , vendevo ...credevo nel futuro , mio e quello del mio paese...

Fu nel 68 che gli universitari politicizzati insorsero nella intera Italia...erano per il comunismo...sfilavano e...sparavano per le vie di Milano quando io coetaneo entravo e uscivo dai magazzini tessili per...vendere...era il mio lavoro...il sud si stava riversando al nord perche' un posto di lavoro li attendeva...ed oggi sono consapevole di aver vissuto i migliori anni della storia economica del nostro paese...

Ma sin dall'inizio degli anni 70 si capi' che le cose stavano cambiando...le sinistre impegnavano al capitalismo regole fiscali  innovatrici...lo Stato costava sempre di piu!!...i "compagni" pure costavano sempre piu'...nel 1973 l'IVA comincio' a dare serieta' e profitti allo Stato , meno all'impresa privata...messa all'indice come capitalismo , il colpevole dello sfruttamento sul lavoratore...e cosi' statalismo e comunismo diedero sfogo alla caccia all'evasore , all'odiato capitalista!!...e agendo di conseguenza si arrivo' coi risultati di oggi!!.

Milioni di islamici hanno invaso l'Italia...la democrazia del comunismo ha trionfato...il voto di chi conta meno pero' in maggioranza , governa...Lienin e Stalin invidierebbero l'Italia di oggi...Togliatti?? e i suoi soci...se la ridono nelle loro tombe...la sinistra e i sinistri rappresentano oggi il trionfo di quella democrazia che e' solo...distruttiva!!...distruttiva di quel capitalismo che tu tanto spregi e disprezzi...ma che comunque resta la sola linfa della cretivita' che e' la fonte del lavoro e del benessere...di un paese.

Etcc...etcc...

Se tu pensi che io disprezzi il capitalismo, mi sono espresso male. E comunque nessuna Alfa Romeo vale la BMW. Ma lasciamo perdere le nostre preferenze in fatto di motori. Io non demonizzo il 68, perchè in ogni caso - sia pur in modo sbagliato - avvicinò il mondo della scuola a quello del lavoro. Prima del 68 scuola e lavoro erano due compartimenti stagni: gli operai lavoravano e lottavano, gli studenti si dedicavano alla goliardia. La scoperta dell'impegno politico fu positiva, anche se utilizzata male. Il 68 non determinò la crisi economica, ne fu la causa. Il boom nel 68 era agli sgoccioli, molte aziende erano in crisi, alcune di essere divennero un simbolo di lotta (la Fioravanti, quella che produceva i tortellini, per esempio) e gli studenti solidarizzavano con gli operai espulsi dal mercato del lavoro, che andavano a ingrossare il cosiddetto "esercito di riserva": disoccupati messi in concorrenza fra loro per accontentarsi di un piatto di lenticchie. Quando il capitalismo viene meno alla sua missione, che è quella di creare ricchezza, esplodono i casini. La domanda che dobbiamo porci è questa: il capitalismo in Italia crea ricchezza? Stiamo imborghesendo il proletariato o stiamo proletarizzando la piccola e media borghesia? Come vedi, il comunismo non c'entra una pippa. Lasciamolo in pasto ai vermi.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14992
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  Oraculus il Gio 26 Apr 2018 - 7:18

sandrocchio ha scritto:

Oraculus ha scritto:


sandrocchio ha scritto:Ma no, anche in Italia il comunismo è morto. Non ne parla più nessuno. Sono morti sia il comunismo, sia l'antifascismo, di cui non frega più niente a nessuno. Non è che si minimizzi il fascismo, come lascia intendere Napolitano (un altro che ha perso il senso della realtà), è che gli Italiani sono consapevoli che dal fascismo ci separa ormai un secolo di storia. Del fascismo devono occuparsi (seriamente) gli storici, ma il conflitto fascismo-antifascismo è stato superato da un pezzo. Dire "sono fascista" è come dire "appartengo alla Giovane Italia di Mazzini". Uno si fa quattro risate e se ne strafotte. Il comunismo, anche in Italia, è allo stato cadaverico, caro Oraculus. Ci crede solo qualche superstite che appartiene a una razza ormai in via d'estinzione. Il problema non è il comunismo. Il problema è che in Italia non funziona il capitalismo, perchè i nostri imprenditori sono una schifezza. Gente che incassa i soldi e che, invece di investire, se li mette in tasca o li deposita in banca. Non sono i comunisti il problema dell'Italia, non più. Sono i capitalisti che non sanno fare il loro mestiere, e che hanno ceduto la guida del Paese alle banche. Il nostro è un capitalismo speculativo che non crea occupazione e non crea ricchezza. Questo è il problema, ed è di difficile soluzione.




1961 , io festeggiavo 20anni!!...dopo un anno dovevo confrontarmi coi 17 mesi di servizio militare obbligatorio...ero come un altleta dei 100 metri...aspettavo la fine di quell'obbligo per cominciare la mia vera vita...mi ero fissato un traguardo se entro il mio 25esimo complenno non fossi riuscito a possedere una Alfa Romeo , cio' avrebbe avuto solo un significato...non valevo una cicca!!...e allora mi sarei ritirato su una delle nostre meravigliose isole per vivere dei quello che avrei potuto...erano anni speciali...indimenticabili...gli anni 60!!...

L'Alfa Romeo , all'epoca era uno "status simbol"...allora avevo ignorato i dilpomi scolastici per fare il...commerciante , tutto si svolgeva con impressionanti premi per l'iniziativa privata...l'Italia creava e esportava , eravamo ai primi posto al mondo...i giapponesi venivano in Italia per fotografare i nostri prodotti per poi riprodurli e rivenderli a un decimo del valore dei nostri...la nostra moneta (la liar) fu considerata la piu' pregiata e rispettata al mondo...tutti si lavorava...tutti si viveva di quel...miracolo economico...ebbene con 6 mesi di anticipo del mio 25esimo compleanno...io uscivo , in Milano da una concessionaria Alfa Romeo con la mia nuova di zecca...1300 TI verde scuro , tutta pagata e cio' mi riassicuro' sul mio futuro...niente isola...ma solo l'Italia mi...apparteneva!!...compravo , vendevo ...credevo nel futuro , mio e quello del mio paese...

Fu nel 68 che gli universitari politicizzati insorsero nella intera Italia...erano per il comunismo...sfilavano e...sparavano per le vie di Milano quando io coetaneo entravo e uscivo dai magazzini tessili per...vendere...era il mio lavoro...il sud si stava riversando al nord perche' un posto di lavoro li attendeva...ed oggi sono consapevole di aver vissuto i migliori anni della storia economica del nostro paese...

Ma sin dall'inizio degli anni 70 si capi' che le cose stavano cambiando...le sinistre impegnavano al capitalismo regole fiscali  innovatrici...lo Stato costava sempre di piu!!...i "compagni" pure costavano sempre piu'...nel 1973 l'IVA comincio' a dare serieta' e profitti allo Stato , meno all'impresa privata...messa all'indice come capitalismo , il colpevole dello sfruttamento sul lavoratore...e cosi' statalismo e comunismo diedero sfogo alla caccia all'evasore , all'odiato capitalista!!...e agendo di conseguenza si arrivo' coi risultati di oggi!!.

Milioni di islamici hanno invaso l'Italia...la democrazia del comunismo ha trionfato...il voto di chi conta meno pero' in maggioranza , governa...Lienin e Stalin invidierebbero l'Italia di oggi...Togliatti?? e i suoi soci...se la ridono nelle loro tombe...la sinistra e i sinistri rappresentano oggi il trionfo di quella democrazia che e' solo...distruttiva!!...distruttiva di quel capitalismo che tu tanto spregi e disprezzi...ma che comunque resta la sola linfa della cretivita' che e' la fonte del lavoro e del benessere...di un paese.

Etcc...etcc...



Se tu pensi che io disprezzi il capitalismo, mi sono espresso male. E comunque nessuna Alfa Romeo vale la BMW. Ma lasciamo perdere le nostre preferenze in fatto di motori. Io non demonizzo il 68, perchè in ogni caso - sia pur in modo sbagliato - avvicinò il mondo della scuola a quello del lavoro. Prima del 68 scuola e lavoro erano due compartimenti stagni: gli operai lavoravano e lottavano, gli studenti si dedicavano alla goliardia. La scoperta dell'impegno politico fu positiva, anche se utilizzata male. Il 68 non determinò la crisi economica, ne fu la causa. Il boom nel 68 era agli sgoccioli, molte aziende erano in crisi, alcune di essere divennero un simbolo di lotta (la Fioravanti, quella che produceva i tortellini, per esempio) e gli studenti solidarizzavano con gli operai espulsi dal mercato del lavoro, che andavano a ingrossare il cosiddetto "esercito di riserva": disoccupati messi in concorrenza fra loro per accontentarsi di un piatto di lenticchie. Quando il capitalismo viene meno alla sua missione, che è quella di creare ricchezza, esplodono i casini. La domanda che dobbiamo porci è questa: il capitalismo in Italia crea ricchezza? Stiamo imborghesendo il proletariato o stiamo proletarizzando la piccola e media borghesia? Come vedi, il comunismo non c'entra una pippa. Lasciamolo in pasto ai vermi.



Sull'argomento la pensiamo diversamente...il capitalismo in Italia ha per decenni sofferto dell'exploit del comunismo...quando addiritura sino a pochi anni fa con Renzi raggiunse una maggioranza assoluta...ma pardon!! , anche oggi e' poi la stessa solfra...M5S e PD riportano uniti le stesse percentuali di quando il M5S era ai suoi albori...

Sandrocchio ho vissuto del e nel capitalismo...e purtroppo debbo dirti che la dipendenza dal capitalista ha sempre generato piu' odio che rispetto , il popolo italiano e' forse il piu' comunistoide tra i popoli di questo mondo...eppoi se non e' comunistoide e' statalista!!...milioni sono gli statali...e statalista + comunista formano una miscela di umanita' parassitaria che soffoca e odia l'indipendenza del...capitalista!!.

Quindi , per il politico , cavalcare la professione politica da protettore dei piu' fancazzisti...e' un gioco da ragazzi e per i piu' svegli...i piu' loquaci...Grillo uno tra coloro che , capita l'antifona e messa in pratica e' stato un gioco da ragazzi...

Ma ecco dove l'italiano eccelle , almeno sino a pochi anni or sono...nella creativita'...nell'esuberanza esplosiva della distinzione...pero' fu ed e' , anche la piu' avvilita dal morbo del socialcomunismo...ossia il dipendentista italiano ha la minor resa lavorativa in comparazione al resto del mondo...capitalista!!...ossia , la miglior FIAT degli ultimi tempi , quelli passati , ebbene il suo operaio produceva dalle 15 alle 17 auto all'anno contro le 28/30 dei suo concorrenti...quindi anche il miglior capitalismo con queste rilevanze non puo' che soffrirne e reclinare il capo perche' vinto!!.

Caro Sandrocchio e' dunque piu' , molto piu' facile distruggere che creare oggi in Italia...e il parassitismo in Italia ieri come oggi ha un solo volto...quello del socialcomunista!!.

.

Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5258
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  sandrocchio il Gio 26 Apr 2018 - 21:37

Io so solo che alle ultime elezioni i partiti comunisti (ci metto pure quello di Bersani, che comunista non è) hanno raggranellato una miseria. Certo, se vai alle manifestazioni del 25 aprile, dove vedi solo le bandiere rosse, pensi che l'Italia sia l'unico Paese comunista rimasto al mondo insieme a Cuba e alla Corea del nord. Poi vai al voto e capisci che quelle bandiere le sventola un'infima minoranza. Ti do ragione invece sul fatto che il popolo sia demotivato, stanco e rassegnato. Non perchè il comunismo abbia preso il sopravvento, ma perchè il capitalismo italiano non produce più i giusti stimoli. Tu ti davi da fare per avere l'Alfa Romeo, oltre ovviamente a essere spinto dalla tua dignità, ma il lavoratore italiano è diventato uno che se ne frega. Comunista? Macchè. Non è stimolato. Sopravvive, per prendersi il misero stipendio che gli permetta di andare avanti. Non ci stiamo sovietizzando a causa dei comunisti, ma di un ceto capitalista che non ha creato ricchezza. L'ha ereditata dai padri, dai nonni, dai bisnonni. E non sa guidare le aziende. La gente non si fida più di questi capitalisti e, per sopravvivere, cerca riparo nella Pubblica Amministrazione. Che è un ripiego, ma almeno ti fa vivere. Ti va vivere male, ma ti fa vivere.
avatar
sandrocchio
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 14992
Data d'iscrizione : 21.07.14

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  Oraculus il Dom 29 Apr 2018 - 10:37

Sinceramente non ho mai approffondito da chi e' sostenuta la "GLOBALIZZAZIONE" , sinceramente la considero la peggior alternativa scelta da una condizione di potere governativo...ogni Governo ha i doveri di diffondere la propria economia in base alle risorse che il suo popolo sa esprimere...importare alla fine significa...impoverire!!...ed esportare??...significa solo una variante positiva ma che sia chiaro non e' determinante...la miglior economia e' quella espressa all'intero e ben distirbuita dal suo libero mercato protetto al massimo da importazioni devastanti come furono e sono quelle orientali...cinesi su tutte.

.


Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5258
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Tornare in alto Andare in basso

Re: La maledizione che perseguita gli italiani??...il comunismo!!...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Tornare in alto Andare in basso

Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum