Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Andare in basso

Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  Oraculus il Lun 6 Ago 2018 - 8:19

Questi siamo stati nel passato (grandi) e questi siamo nel presente (insignificanti) , e cio' a partire della seconda parte del secolo scorso , quando gli italiani si sono dissolti come la neve al sole…le giustificazioni??...ad ognuno di noi il suo parere...e comunque la decadenza dell'italianita' ha il suo processo nell'evoluzione della política come professione con fini dell'arricchimento...personale !!.

Chi oggi ama l'Italia??...speriamo nelle reazioni delle giovani generazioni...ma con quali difficolta'??...visti i disastri oggi presenti nel quotidiano…

Auguri Italia e anche agli italiani…

.

Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5435
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  savita il Lun 6 Ago 2018 - 14:19

Ma quando mai siamo stati " grandi " come nazione italiana ?
In ogni caso, adesso il mondo che conta si è allargato a nazioni che prima per noi contavano poco, e che sono molto più grandi di noi, come estensione territoriale e quindi come popolazione ....
Solo un'Europa unita in ogni senso potrebbe essere "grande ".
avatar
savita
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 15451
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : Milano

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  renzone il Mar 7 Ago 2018 - 0:07

savita ha scritto:Ma quando mai siamo stati  " grandi " come nazione italiana ?
In ogni caso, adesso il mondo che conta si è allargato a nazioni che prima per noi contavano poco, e che  sono molto più grandi di noi, come estensione territoriale e quindi come popolazione ....
Solo un'Europa unita in ogni senso potrebbe essere "grande ".

la grandezza dell'europa però di fatto non è quella dell'italia, semmai di francia e germania che però l'italia la vogliono demolire e destabilizzare per piegarla ai loro voleri.
Io ho smesso definitivamente di credere nell'europa quando ho visto merkel e sarkozy riderci dietro davanti al mondo.
Leggendo Limes poi vedi come i nostri interessi cozzino contro quelli espansionistici francesi, spagnoli piuttosto che tedeschi..
avatar
renzone
Fuori controllo
Fuori controllo

Messaggi : 10416
Data d'iscrizione : 13.07.11
Località : treviso

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  Oraculus il Mar 7 Ago 2018 - 6:36

Quando iniziai a frequentare il fórum , ricordo questa mia affermazione , negli USA a chi mi chiedeva da Dove provenissi ero solito rispondere...Europa!! e lo dicevo con orgoglio come con lo stesso orgoglio poco dopo specificavo...Italia!!...italiano.

Quella allusione spregiativa a noi diretta , di Sarkozy con la Merkel fu la dimostrazione della nostra pavidita'...sarebbe bastata una nostra semplice comunicazione cosi' composta: francesi e germanici sono e saranno sempre i benvenuti in Italia...non cosi' il signor Sarkozy e la signora Merkel...invece la cosa fu digerita senza nessun commento ufficiale…

Mentre del nostro passato vista la giovane costituzione della Nazione Italia...abbiamo poco da esserne fieri , sono d'accordo con Savita...ma come popolazione della Gamba e dello Stivale invece si' !!...siamo stati e lo saremo per sempre dei protagonisti della storia dell'umanita' occidentale…

.


Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5435
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  wolftheoriginal il Mer 8 Ago 2018 - 18:28

Oraculus ha scritto:Quando iniziai a frequentare il fórum , ricordo questa mia affermazione , negli USA a chi mi chiedeva da Dove provenissi ero solito rispondere...Europa!! e lo dicevo con orgoglio come con lo stesso orgoglio poco dopo specificavo...Italia!!...italiano.

Quella allusione spregiativa a noi diretta , di Sarkozy con la Merkel fu la dimostrazione della nostra pavidita'...sarebbe bastata una nostra semplice comunicazione cosi' composta: francesi e germanici sono e saranno sempre i benvenuti in Italia...non cosi' il signor Sarkozy e la signora Merkel...invece la cosa fu digerita senza nessun commento ufficiale…

Mentre del nostro passato vista la giovane costituzione della Nazione Italia...abbiamo poco da esserne fieri , sono d'accordo con Savita...ma come popolazione della Gamba e dello Stivale invece si' !!...siamo stati e lo saremo per sempre dei protagonisti della storia dell'umanita' occidentale…

.

Ma in quale epoca? Quando ci vivevo io era meglio non menzionarlo, e se potevo lo evitavo. Il fatto di non avere l'accento italiano sicuramente mi rendeva il compito piu' facile. E quando ci ero costretto facevano una smorfia ipocrita di finta sorpresa e al massimo beccavi quello o quella che ti diceva: "Wow really? Italy? I love pasta! Is the best pizza in the world! You guys got such good wine!" bla bla bla...per non parlare poi delle solite battute con riferimento alla mafia o al razzismo...l'orgoglio era finito da un pezzo...

________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
« I popoli non dovrebbero temere i propri governi: sono i governi che dovrebbero temere i propri popoli. »
avatar
wolftheoriginal
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 5486
Data d'iscrizione : 12.07.11
Località : Colchester

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  Oraculus il Mer 8 Ago 2018 - 20:57

wolftheoriginal ha scritto:
Oraculus ha scritto:Quando iniziai a frequentare il fórum , ricordo questa mia affermazione , negli USA a chi mi chiedeva da Dove provenissi ero solito rispondere...Europa!! e lo dicevo con orgoglio come con lo stesso orgoglio poco dopo specificavo...Italia!!...italiano.

Quella allusione spregiativa a noi diretta , di Sarkozy con la Merkel fu la dimostrazione della nostra pavidita'...sarebbe bastata una nostra semplice comunicazione cosi' composta: francesi e germanici sono e saranno sempre i benvenuti in Italia...non cosi' il signor Sarkozy e la signora Merkel...invece la cosa fu digerita senza nessun commento ufficiale…

Mentre del nostro passato vista la giovane costituzione della Nazione Italia...abbiamo poco da esserne fieri , sono d'accordo con Savita...ma come popolazione della Gamba e dello Stivale invece si' !!...siamo stati e lo saremo per sempre dei protagonisti della storia dell'umanita' occidentale…

.

Ma in quale epoca? Quando ci vivevo io era meglio non menzionarlo, e se potevo lo evitavo. Il fatto di non avere l'accento italiano sicuramente mi rendeva il compito piu' facile. E quando ci ero costretto facevano una smorfia ipocrita di finta sorpresa e al massimo beccavi quello o quella che ti diceva: "Wow really? Italy? I love pasta! Is the best pizza in the world! You guys got such good wine!" bla bla bla...per non parlare poi delle solite battute con riferimento alla mafia o al razzismo...l'orgoglio era finito da un pezzo...

Come in quale época??...da Giulio Cesare e poi nel medioevo...sino al rinascimento abbiamo avuto celebrita' che ancor oggi testificano una italianita' grandissima , certo non abbiamo avuto dei Napoleone ma perche' quello fu un periodo squallido con domini dei spagnoli , austriaci , francesi...ma non dimentichiamo che Napleone nacque ad Aiaccio in Corsica che , se non italiana pero' era molto influenzata dalla italianita'.

Siamo il paese nel mondo intero , con oltre il 50% delle piu' importante testimonianze storiche , artistiche e scientifiche di tutti i tempi...e questo lo ho letto diverse volte...il disprezzo che tu hai notato era in soggetti americani che ricordavano la mafia italiana e americane legata ancora ai tempi di Al Capone...odio & invidia...ma comunque sempre eccellenze nel bene come nel male...io sono fiero di essere italiano...di cio' che non sono fiero sono degli italiani dell'altro ieri , di quelli di ieri e anche di quelli di oggi!!.

.

Oraculus
Instancabile
Instancabile

Messaggi : 5435
Data d'iscrizione : 11.03.12
Località : MANTOVA

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  wolftheoriginal il Sab 11 Ago 2018 - 17:12

Oraculus ha scritto:
wolftheoriginal ha scritto:
Oraculus ha scritto:Quando iniziai a frequentare il fórum , ricordo questa mia affermazione , negli USA a chi mi chiedeva da Dove provenissi ero solito rispondere...Europa!! e lo dicevo con orgoglio come con lo stesso orgoglio poco dopo specificavo...Italia!!...italiano.

Quella allusione spregiativa a noi diretta , di Sarkozy con la Merkel fu la dimostrazione della nostra pavidita'...sarebbe bastata una nostra semplice comunicazione cosi' composta: francesi e germanici sono e saranno sempre i benvenuti in Italia...non cosi' il signor Sarkozy e la signora Merkel...invece la cosa fu digerita senza nessun commento ufficiale…

Mentre del nostro passato vista la giovane costituzione della Nazione Italia...abbiamo poco da esserne fieri , sono d'accordo con Savita...ma come popolazione della Gamba e dello Stivale invece si' !!...siamo stati e lo saremo per sempre dei protagonisti della storia dell'umanita' occidentale…

.

Ma in quale epoca? Quando ci vivevo io era meglio non menzionarlo, e se potevo lo evitavo. Il fatto di non avere l'accento italiano sicuramente mi rendeva il compito piu' facile. E quando ci ero costretto facevano una smorfia ipocrita di finta sorpresa e al massimo beccavi quello o quella che ti diceva: "Wow really? Italy? I love pasta! Is the best pizza in the world! You guys got such good wine!" bla bla bla...per non parlare poi delle solite battute con riferimento alla mafia o al razzismo...l'orgoglio era finito da un pezzo...

Come in quale época??...da Giulio Cesare e poi nel medioevo...sino al rinascimento abbiamo avuto celebrita' che ancor oggi testificano una italianita' grandissima , certo non abbiamo avuto dei Napoleone ma perche' quello fu un periodo squallido con domini dei spagnoli , austriaci , francesi...ma non dimentichiamo che Napleone nacque ad Aiaccio in Corsica che , se non italiana pero' era molto influenzata dalla italianita'.

Siamo il paese nel mondo intero , con oltre il 50% delle piu' importante testimonianze storiche , artistiche e scientifiche di tutti i tempi...e questo lo ho letto diverse volte...il disprezzo che tu hai notato era in soggetti americani che ricordavano la mafia italiana e americane legata ancora ai tempi di Al Capone...odio & invidia...ma comunque sempre eccellenze nel bene come nel male...io sono fiero di essere italiano...di cio' che non sono fiero sono degli italiani dell'altro ieri , di quelli di ieri e anche di quelli di oggi!!.

.
La storia la conosco...ma io mi riferivo a quale epoca in relazione agli USA.

________________
[Devi essere iscritto e connesso per vedere questo link]
« I popoli non dovrebbero temere i propri governi: sono i governi che dovrebbero temere i propri popoli. »
avatar
wolftheoriginal
Amministratore
Amministratore

Messaggi : 5486
Data d'iscrizione : 12.07.11
Località : Colchester

Torna in alto Andare in basso

Re: Tanto grandi nel passato quanto insignificanti nel presente.....

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Torna in alto

- Argomenti simili

 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum