CENTOPASSI
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Sinfonia azzurra

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 31 Mar 2013 - 17:28

Mi piace il verbo sentire..

sentire il rumore del mare, sentirne l’odore..

sentire il suono della pioggia che ti bagna le labbra,

sentire una penna che traccia sentimenti su un foglio bianco..

sentire l’odore di chi ami, sentirne la voce e sentirlo col cuore..

sentire è il verbo delle emozioni, ci si sdraia sulla schiena del mondo e si sente..
Alda Merini
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  .dulcamara. il Mar 9 Apr 2013 - 21:13

La luna


La luna si può prendere a cucchiaiate
o come una capsula ogni due ore.
È buona come ipnotico e sedativo
e solleva
anche quelli che si sono intossicati di filosofia
Un pezzo di luna nella tasca
è amuleto migliore di una zampa di coniglio:
serve per trovare chi si ama,
e per allontanare i medici e le cliniche.
Si può dare come dolce ai bambini
quando non si sono ancora addormentati,
ed alcune gocce di luna negli occhi degli anziani
li aiutano a spegnersi in pace.
Metti una foglia tenera della luna
sotto il tuo cuscino
e guarderai quello che hai voglia di vedere.
Porta sempre una boccetta dell’aria della luna
per quando anneghi,
e dà la chiave della luna
ai carcerati e ai disincantati.
Per i condannati a morte
e per i condannati a vita
non c’è migliore stimolante che la luna
in dosi precise in dosi controllate.

Jaime Sabines
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 25 Apr 2013 - 15:50

Non datemi nulla
di fisso,
di stabile,
di statico.
Non datemi l’infinito e l’eterno:
niente infinito,
niente eternità.

Datemi il fermo, bianco fermento,
l’incandescenza e il gelo
del momento incarnato:
il momento,
il vivo d’ogni mutamento
e rapidità
e opposizione:

il momento,
il presente immediato,

l’Adesso.

T.S. Eliot
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 21 Lug 2013 - 16:06

Voyage du silence
De mes mains à tes yeux

Et dans tes cheveux
Où des filles d’osier
S’adossent au soleil
Remuent les lèvres
Et laissent l’ombre à quatre feuilles
Gagner leur cœur chaud de sommeil.

Paul Éluard
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Lun 29 Lug 2013 - 23:05

Invece di una lettera

Il fumo del tabacco ha roso l'aria.
La stanza
è un capitolo dell'inferno di Kruchenych.
Ricordi?
Accanto a questa finestra
per la prima volta
accarezzai freneticamente le tue mani.
Oggi, ecco, sei seduta,
il cuore rivestito di ferro.
Ancora un giorno,
e mi scaccerai,
forse maledicendomi.
Nella buia anticamera, la mano, rotta dal tremito,
a lungo non saprà infilarsi nella manica.
Poi uscirò di corsa,
e lancerò il mio corpo per la strada.
Fuggito da tutti,
folle diventerò,
consunto dalla disperazione.
Ma non è necessario tutto questo;
cara,
dolce,
diciamoci adesso addio.
Il mio amore,
peso così schiacciante ancora,
ti grava sopra
lo stesso,
dovunque tu fugga.
Lasciami sfogare in un ultimo grido
l'amarezza degli offesi lamenti.
Se lo sfiancano di lavoro, un bue,
se ne va
ad adagiarsi sulle fredde acque.
Ma, al di fuori del tuo amore,
per me
non c'è mare,
e dal tuo amore neanche col pianto puoi impetrare tregua.
Se l'elefante sfinito cerca pace,
si stende regalmente sulla sabbia arroventata.
Ma, al di fuori del tuo amore,
per me
non c'è sole,
e io non so neppure dove sei e con chi.
Se così tua avessi ridotto un poeta,
lui
avrebbe lasciato la sua amata per la gloria e il denaro
ma per me
non un solo
suono è di festa
oltre a quello del tuo amato nome.
Non mi butterò nella tromba delle scale,
non ingoierò veleno,
non saprò premere il grilletto contro la tempia.
Su di me,
al di fuori del tuo sguardo,
non ha potere la lama di nessun coltello.
Domani dimenticherai
che ti ho incoronato,
che l'anima in fiore ho incenerito con l'amore,
e lo scatenato carnevale dei giorni irrequieti
socompiglierà le pagine dei miei libri
Potranno mai le foglie secche delle mie parole
trattenerti un momento
per aspirare avidamente?
Ma lascia almeno
ch'io lastrichi con un'ultima tenerezza
il tuo passo che s'allontana.

Vladimir Majakovskij
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Ven 2 Ago 2013 - 22:21

"Sto attento a parlare con te per non pestarti i piedi. Non è come nel ballo. E' come su un sentiero di pietre che ha un po' d'erba cresciuta nelle giunture. E' forte, ma cerco lo stesso di non sciuparla e faccio passi accorti. Come nelle case arabe si lasciano fuori le scarpe e io faccio così con te..."

Erri de Luca, da "Tre cavalli"
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Sab 3 Ago 2013 - 21:57

L’amo quando di notte o di mattina mi sveglio e vedo: lei mi guarda e mi ama.
E nessuno, meno di tutti io, può impedirle di amare come lei sa, a suo modo.
L’amo quando è seduta vicino a me, e noi sappiamo che ci amiamo l’un altro, ed essa dice: Lëvočka, e si ferma: perché i tubi del camino sono dritti? oppure perché i cavalli vivono a lungo? o cose simili.
L’amo quando stiamo a lungo soli, e io dico: che facciamo, Sonja? che possiamo fare? Lei ride.
L’amo quando s’arrabbia con me e d’improvviso, in un batter d’occhio, il suo pensiero e le sue parole diventano aspri: smettiamo, mi dai fastidio; dopo un minuto già mi sorride timidamente.
L’amo quando lei non mi vede e non sa che ci sono, e io l’amo a modo mio.
L’amo quando è una bambina col vestito giallo e sporge la mascella inferiore e tira fuori la lingua, l’amo quando vedo la sua testa rovesciata all’indietro, e ha il viso serio e spaventato, infantile e appassionato…


Lev Tolstoj
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  donata il Dom 4 Ago 2013 - 10:33

Attesa


Oggi che t'aspettavo
non sei venuta.
E la tua assenza so quel che mi dice,
la tua assenza che tumultuava,
nel vuoto che hai lasciato,
come una stella.
Dice che non vuoi amarmi.
Quale un estivo temporale
s'annuncia e poi s' allontana,
così ti sei negata alla mia sete.
L'amore, sul nascere,
ha di quest' improvvisi pentimenti.
Silenziosamente
ci siamo intesi.

Amore, amore, come sempre,
vorrei coprirti di fiori e d'insulti.

Vincenzo Cardarelli
donata
donata
audace
audace

Messaggi : 534
Data d'iscrizione : 05.10.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 6 Ago 2013 - 22:50

donata ha scritto:Attesa


Oggi che t'aspettavo
non sei venuta.
E la tua assenza so quel che mi dice,
la tua assenza che tumultuava,
nel vuoto che hai lasciato,
come una stella.
Dice che non vuoi amarmi.
Quale un estivo temporale
s'annuncia e poi s' allontana,
così ti sei negata alla mia sete.
L'amore, sul nascere,
ha di quest' improvvisi pentimenti.
Silenziosamente
ci siamo intesi.

Amore, amore, come sempre,
vorrei coprirti di fiori e d'insulti.

Vincenzo Cardarelli

Smile 
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 6 Ago 2013 - 22:52

"Stende un pezzo di carta sul tavolo davanti a sé e con la penna scrive queste parole.
Il cielo è azzurro e nero e grigio e giallo. Il cielo non c’è, ed è rosso. Tutto questo tu ieri. Tutto questo avvenne cento anni fa. Il cielo è bianco. Esso odora di terra, e non c’è. Il cielo è bianco come la terra, e odora di ieri. Tutto questo avvenne domani. Tutto questo fu tra cento anni. Il cielo è del colore del limone, e della rosa, e della lavanda. Il cielo è la terra. E’ bianco, e non c’è. Si sveglia. Fa avanti e indietro fra il tavolo e la finestra. Si siede. Si alza. Va avanti e indietro dalla sedia al letto. Si sdraia. Guarda il soffitto. Chiude gli occhi. Li apre. Cammina avanti e indietro fra tavolo e finestra. Poi trova un foglio vergine. Lo stende sul tavolo davanti a sé e con la penna scrive queste parole: E’ stato. Non sarà mai più. Ricorda."

Paul Auster, L'invenzione della solitudine
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 15 Ago 2013 - 21:56

Poi sei venuta tu,
e t'è bastata un'occhiata
per vedere
dietro quel ruggito,
dietro quella corporatura,
semplicemente un fanciullo.
L'hai preso,
hai tolto via il cuore
e, così,
ti ci sei messa a giocare,
come una bambina con la palla.
E tutte,
signore e fanciulle,
sono rimaste impalate
come davanti a un miracolo.
"Amare uno così?
Ma quello ti si avventa addosso!
Sarà una domatrice,
una che viene da un serraglio!"
Ma io, io esultavo.
Niente più giogo!
Impazzito dalla gioia,
galoppavo,
saltavo come un indiano a nozze,
tanto allegro mi sentivo,
tanto leggero.

Vladimir Majakovskij
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 20 Ago 2013 - 23:30


Viaggio nello Harz

Giacche nere, calze di seta,
distinti polsini bianchi
paroline dolci, baci, leziosità!
Ah, se avessero un po' di cuore!
Un po' di cuore in petto, e amore,
un po' di vero amore in cuore!
Oh! le litanie delle loro false
pene d'amore mi tolgono la vita.

Voglio andarmene sui monti
dove stanno le capanne quiete,
dove il cuore si dilata libero
e l'aria soffia libera.

Voglio andarmene sui monti
dove sono gli abeti alti e scuri,
dove i ruscelli mormorano, gli uccelli cantano,
e le nuvole galoppano orgogliose.

Addio, saloni lucidi,
lucidi gentiluomini, signore levigate,
voglio andarmene sui monti
e da lassù ridere di voi.

Heinrich Heine
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Lun 26 Ago 2013 - 23:33

Il mare va a ritroso
il mare va a dormire.
Come suol dirsi, -
"l'incidente è chiuso",
la barca dell'amore
è naufragata contro il quotidiano.
Fra noi due siamo pari
e non serve elencare
i dolori reciproci,
le sventure
e le offese.

Vladimir Majakovskij
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Lun 26 Ago 2013 - 23:37

Il tuo cuore lo porto con me
Lo porto nel mio
Non me ne divido mai
Dove vado io, vieni anche tu mia amata
Qualsiasi cosa venga fatta da me, la fai anche tu, mia cara
Non temo il fato, perché il mio fato sei tu, mia dolce
Non voglio il mondo, perché il mio mondo, il più bello, il più’ vero sei tu.
Questo è il nostro segreto profondo,Radice di tutte le radici
Germoglio di tutti i germogli
Cielo dei cieli di un albero chiamato vita
Che cresce più alto di quanto l’anima spera
E la mente nasconde
La meraviglia che le stelle separa
Il tuo cuore esiste nel mio…Ecco il segreto più profondo
Che nessuno conoscerà’ mai
Radice delle radici
Germoglio dei germogli
E cielo dei cieli di un albero chiamato vita
Che cresce più alto di quanto l’anima possa sperare
Più vivo di quanto la mente possa celare
Prendo il tuo cuore lo porto con me…nel mio.

Edward Estlin Cummings
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 15 Set 2013 - 21:46

C. Monet, Camille
Sinfonia azzurra - Pagina 5 Monet_10

Tutto il giorno
in lotta col tuo vestito
mi avvolge
verde e caldo a tua insaputa
il tuo odore tocca come innocente
e di notte mi arresta nel mio correre
da te
a te

Maya Bejerano
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 22 Set 2013 - 14:55


Tutti abbiamo bisogno che qualcuno ci guardi. A seconda del tipo di sguardo sotto il quale vogliamo vivere potremmo essere suddivisi in quattro categorie.
La prima categoria desidera lo sguardo di un numero infinito di occhi anonimi: in altri termini, desidera lo sguardo di un pubblico.
[...]
La seconda categoria è composta da quelli che per vivere hanno bisogno dello sguardo di molti occhi a loro conosciuti. Si tratta degli instancabili organizzatori di cocktail e di cene. Essi sono più felici delle persone della prima categoria le quali, quando perdono il pubblico, hanno la sensazione che nella sala della loro vita si siano spente le luci. Succede, una volta o l'altra, quasi a tutti. Le persone della seconda categoria, invece, quegli sguardi riescono a procurarseli sempre.
[...]
C'è poi la terza categoria, la categoria di quelli che hanno bisogno di essere davanti agli occhi della persona amata. La loro condizione è pericolosa quanto quella degli appartenenti alla prima categoria. Una volta o l'altra gli occhi della persona amata si chiuderanno e nella sala ci sarà il buio.
[...]
E c'è infine una quarta categoria, la più rara, quella di coloro che vivono sotto lo sguardo immaginario di persone assenti. Sono i sognatori.

Milan Kundera, L'insostenibile leggerezza dell'essere
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mer 25 Set 2013 - 13:59

Pallore lucente, nell’aria e su me, e stupore.
Son sola, tu lontano, denudo spalle e seno,
una grande rosa bianca sono,
ti parevo e sono, dolce di sole, che respira.
Null'altro, e dunque comincia primavera.
Vapore ogni ricordo che non sia d’amore.

Sibilla Aleramo
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 10 Ott 2013 - 18:09

Amo le voci che parlano sommesse
che sanno dire senza farti male
che scelgono il silenzio
quando è bene tacere

amo la voce mite e convincente
che sa guidare
ma non è invadente
che sa esprimere il senso del divino
senza dimenticare quello umano

amo il silenzio fra una nota e l’altra
la pausa fra due suoni
chi siede accanto senza raccontare
e sa guardare senza giudicare
chi la sua verità sa contenere
e la sua voce dentro
sa ascoltare
senza farne clamore
chi riconosce con il suo coraggio

i tranelli dell’io
celati nelle cifre di un messaggio
che ci sembra di Dio

amo chi può far finta di dormire
per farti sentir libero di andare
e custodisce alate poesie
per il suo amore.

Cristina Bove
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mer 16 Ott 2013 - 22:54

Le mani di Elsa

Dammi le tue mani per l'inquietudine
Dammi le tue mani di cui tanto ho sognato
Di cui tanto ho sognato nella mia solitudine
Dammi le tue mani perch'io venga salvato.

Quando le prendo nella mia povera stretta
Di palmo e di paura di turbamento e fretta
Quando le prendo come neve disfatta
Che mi sfugge dappertutto attraverso le dita.

Potrai mai sapere ciò che mi trapassa
Ciò che mi sconvolge e che m'invade
Potrai mai sapere ciò che mi trafigge
E che ho tradito col mio trasalire.

Ciò che in tal modo dice il linguaggio profondo
Questo muto parlare dei sensi animali
Senza bocca e senz'occhi specchio senza immagine
Questo fremito d'amore che non dice parole.

Potrai mai sapere ciò che le dita pensano
D'una preda tra esse per un istante tenuta
Potrai mai sapere ciò che il loro silenzio
Un lampo avrà d'insaputo saputo.

Dammi le tue mani ché il mio cuore vi si conformi
Taccia il mondo per un attimo almeno
Dammi le tue mani ché la mia anima vi s'addormenti
Ché la mia anima vi s'addormenti per l'eternità.

Louis Aragon
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 17 Ott 2013 - 21:07

Probabilmente
non sei più chi sei stata
ed è giusto che così sia.
Ha raschiato a dovere la carta a vetro
e su noi ogni linea si assottiglia.
Pure qualcosa fu scritto
sui fogli della nostra vita.
Metterli contro luce è ingigantire quel segno,
formare un geroglifico più grande del diadema
che ti abbagliava.
Non apparirai più dal portello
dell'aliscafo o dal fondali d'alghe
per dare un senso al nulla. Scenderai
sulle scale automatiche dei tempi di Mercurio
tra cadaveri in maschera,
e non ti chiederai
se fu inganno, fu scelta, fu communicazione
e chi di noi fosse il centro
a cui si tira con l'arco dal baraccone.
Non me lo chiedo neanch'io. Sono colui
che ha veduto un istante e tanto basta
a chi cammina incolonnato come ora
avviene a noi se siamo ancora in vita
o era un inganno crederlo. Si slitta.

Eugenio Montale
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Ven 15 Nov 2013 - 21:55

Mi sbucciava le melagrane con le mani.
I chicchi rilucevano fiochi
come ampolline di vetro piene di sangue.
Questo mare
ti getta la sua luce, polvere di vetro, negli occhi, in bocca,
nella camicia, nei sandali.
“Tienimi”, gli dicevo; “lascia
ch’io sia solo l’uno – o anche la metà; – l’intera metà (quale
che sia),
non i due, non le parti separate e incongiungibili,
solo una coltellata verticale e il dolore radicato –”

Ghiannis Ritsos

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 21 Nov 2013 - 20:53

Parlava. Parlava molto. Non tralasciava niente  
senza che la sua voce lo soppesasse.   
Quante e quante notti in bianco  
ad ascoltare i treni, le navi o le stelle,  
a calcolare la materia ed il colore del suono,
a dare nomi a ombre e nubi. Ora,  
quest'uomo cordiale e loquace sta in silenzio,  
forse perché sul fondo ha intravisto i fanali spenti,   
e si rifiuta  
di articolare la parola unica ed estrema: "nero".  

Ghiannis Ritsos

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 25 Mar 2014 - 21:01

SUL TAVOLO

Ci terrei a precisare che ho comprato
questa tovaglia
con il suo semplice disegno ripetitivo
di fiori viola scuro non menzionati
da alcun botanico
perché mi ricorda quel vestito stampato
che indossavi
l’estate che ci siamo conosciuti (un vestito
– hai sempre sostenuto –
che non ti ho mai detto che mi piaceva).
Be’, mi piaceva, sai. Mi piaceva.
Mi piaceva un sacco, che ci fossi tu dentro
oppure no.

Come è potuto uscirsene così in silenzio
dalla nostra vita?
Detesto (proprio detesto) l’idea di qualche
altro sedere
che faccia svolazzare a sinistra e a destra
quelle pesanti corolle.
Detesto ancor più immaginarmelo sgretolarsi
in una discarica
o fatto a brandelli – un pezzo qui che pulisce
un’astina dell’olio
un pezzo là intorno a una crepa in un tubo
di piombo.

È passato tanto tempo ormai, amore mio,
tanto tempo,
ma stanotte proprio come la nostra prima
notte sono qua,
la testa leggera tra le mani e il bicchiere
pieno,
che fisso i grossi petali sonnolenti fino
a quando si mettono in moto,
amandoli ma con il desiderio di sollevarli,
di schiuderli,
persino di farli a pezzi, se questo è quanto
ci vuole per arrivare
alla tua bellissima pelle, desiderosa,
calda, candida come la luna.

Andrew Motion

Traduzione di Helena Sanson

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  .dulcamara. il Mar 8 Apr 2014 - 22:34

Ode al cane

Il cane mi domanda
ed io non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda
senza parlare
ed i suoi occhi
son due domande umide, due fiamme
liquide interroganti
ed io non rispondo,
non rispondo perché
non so e nulla posso dire.

In mezzo ai campi andiamo
uomo e cane.

Luccicano le foglie come
se qualcuno
le avesse baciate
ad una ad una,
salgono dal suolo
tutte le arance
a collocare
piccoli planetari
in alberi rotondi
come la notte e verdi,
ed uomo e cane andiamo
fiutando il mondo, scuotendo il trifoglio,
pei campi del Cile,
fra le limpide dita di settembre.
Il cane si arresta,
corre dietro api,
salta l’acqua inquieta,
ascolta lontanissimi
latrati,
orina su una pietra
e porta la punta del suo muso
a me, come un regalo.
Tenera impertinenza
per palesare affetto!
E fu a quel punto che mi chiese,
con gli occhi,
perché ora è giorno,
perché verrà la notte,
perché la primavera
non portò nel suo cesto
nulla
per cani vagabondi,
ma inutili fiori,
fiori ed ancora fiori.
Questo mi chiede
il cane
ed io non rispondo.

Andiamo avanti,
uomo e cane, appaiati
dal mattino verde,
dall’eccitante vuota solitudine
in cui solo noi
esistiamo,
questa coppia di un cane rugiadoso
ed io poeta del bosco,
perché non esistono
uccelli o fiori nascosti,
ma profumi e gorgheggi
per due compagni,
per due cacciatori compagni:
un mondo inumidito
dalle distillazioni della notte,
un tunnel verde e poi
una prateria,
una raffica di vento aranciato,
il sussurro delle radici,
la vita che cammina,
respira, cresce,
e l’antica amicizia,
la gioia
d’esser cane e d’esser uomo
tramutata
in un solo animale
che cammina movendo
sei zampe
ed una coda
con rugiada.


Pablo Neruda


.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 22 Apr 2014 - 23:34

.dulcamara. ha scritto:Ode al cane

Il cane mi domanda
ed io non rispondo.
Salta, corre pei campi e mi domanda
senza parlare
ed i suoi occhi
son due domande umide, due fiamme
liquide interroganti
ed io non rispondo,
non rispondo perché
non so e nulla posso dire.

In mezzo ai campi andiamo
uomo e cane.

Luccicano le foglie come
se qualcuno
le avesse baciate
ad una ad una,
salgono dal suolo
tutte le arance
a collocare
piccoli planetari
in alberi rotondi
come la notte e verdi,
ed uomo e cane andiamo
fiutando il mondo, scuotendo il trifoglio,
pei campi del Cile,
fra le limpide dita di settembre.
Il cane si arresta,
corre dietro api,
salta l’acqua inquieta,
ascolta lontanissimi
latrati,
orina su una pietra
e porta la punta del suo muso
a me, come un regalo.
Tenera impertinenza
per palesare affetto!
E fu a quel punto che mi chiese,
con gli occhi,
perché ora è giorno,
perché verrà la notte,
perché la primavera
non portò nel suo cesto
nulla
per cani vagabondi,
ma inutili fiori,
fiori ed ancora fiori.
Questo mi chiede
il cane
ed io non rispondo.

Andiamo avanti,
uomo e cane, appaiati
dal mattino verde,
dall’eccitante vuota solitudine
in cui solo noi
esistiamo,
questa coppia di un cane rugiadoso
ed io poeta del bosco,
perché non esistono
uccelli o fiori nascosti,
ma profumi e gorgheggi
per due compagni,
per due cacciatori compagni:
un mondo inumidito
dalle distillazioni della notte,
un tunnel verde e poi
una prateria,
una raffica di vento aranciato,
il sussurro delle radici,
la vita che cammina,
respira, cresce,
e l’antica amicizia,
la gioia
d’esser cane e d’esser uomo
tramutata
in un solo animale
che cammina movendo
sei zampe
ed una coda
con rugiada.


Pablo Neruda





grazie
carissima
Donna

Dulcezz
delicata
e
sensibile
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 5 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 5 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum