CENTOPASSI
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Sinfonia azzurra

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 26 Feb 2012 - 21:44

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Fiori10

Ogni amore è fantasia:
inventa l’anno, il giorno,
l’ora e la sua melodia;
inventa l’amante e anche
l’amata. Non è una prova
contro l’amore che l’amata
non sia mai esistita.

Antonio Machado
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 28 Feb 2012 - 23:03

Voglia di un forte abbraccio

Lo so che di solito non abbracci, 
però mi chiedevo se io posso abbracciare te, 
non importa se ricambi, 
ho pensato che siccome sei qui da un po' 
e non hai ricevuto neanche un abbraccio da settimane, 
forse te ne serve uno. 
Mi chinai e lo abbracciai, rigida. 
Lui si strinse a me fortissimo, 
il contatto fu cosi sorprendente 
e la sua persona minuscola era cosi calda 
che respirai forte e cominciai a piangere. 
"Gli abbracci fanno molto bene" 
disse lui dandomi delle piccole pacche sulla schiena. 
"Se vuoi domani te ne do un altro" ... 

E io mi sentii perduta.. 


Marya Hornbacher - da 'Sprecata' 
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Una notte d'inverno

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 6 Mar 2012 - 21:42

Rylov Arkady
Sinfonia azzurra - Pagina 3 Mas14

La tempesta poggia la sua bocca alla casa
e soffia per emettere un suono.
Dormo inquieto, mi giro, leggo
il testo della tempesta assopita.

Ma gli occhi del bambino sono spalancati al buio
e il temporale mugola per lui.
Entrambi amano le lampade che dondolano.
Entrambi sono a metà strada dal linguaggio.

La tempesta ha mani infantili e ali.
La carovana si lancia verso la Lapponia.
E la casa avverte la sua costellazione di chiodi
che tiene insieme le pareti.

La notte è immobile sul nostro pavimento
(dove tutti i passi attutiti
riposano come foglie affondate in uno stagno)
ma fuori infuria la notte!

Sul mondo passa una piú grave tempesta.
Poggia la sua bocca alla nostra anima
e soffia per emettere un suono - temiamo
che la tempesta soffiando ci svuoti.

Tomas Tranström
er
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 6 Mar 2012 - 22:09

Knud Andreassen Baade
Sinfonia azzurra - Pagina 3 Max13

All'orecchio di una ragazza

Non volli.
Non volli dirti nulla.
Vidi nei tuoi occhi
due alberelli folli.
Di brezza, di riso e d'oro.
Oscillavano.
Non volli.
Non volli dirti nulla.

Federico Garcia Lo
rca
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mer 7 Mar 2012 - 22:03

Galileo Chini
Sinfonia azzurra - Pagina 3 Galile11

Tu non le puoi vedere;
io, si.
Terse, rotonde, tiepide.
Lentamente
vanno al loro destino;
lentamente, per indugiare
più a lungo sulla tua carne.
Vanno verso il nulla; non sono
che questo, il loro scorrere.
E una traccia, verticale,
che si cancella subito.
Astri?
Tu
non le puoi baciare.
Le bacio io per te.
Sanno; hanno il sapore
dei succhi del mondo.
Che gusto nero e denso
di terra, di sole, di mare!
Restano un istante
nel bacio, indecise
fra la tua carne fredda
e le mie labbra; infine
io le prendo. E non so
se erano davvero per me.
Perché io non so nulla.
Sono stelle, o segni,
sono condanne o aurore?
Né guardando né coi baci
ho imparato che cos'erano.
Ciò che vogliono resta
là indietro, tutto ignoto.
E così pure il loro nome.
(Se le chiamassi lacrime
nessuno mi capirebbe).

Pedro Sali
nas
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 12 Apr 2012 - 21:16

Dante Gabriel Rossetti
Sinfonia azzurra - Pagina 3 Rosset10
Pallore lucente, nell’aria e su me, e stupore.
Son sola, tu lontano, denudo spalle e seno,
una grande rosa bianca sono,
ti parevo e sono, dolce di sole, che respira.
Null'altro, e dunque comincia primavera.
Vapore ogni ricordo che non sia d’amore.

Sibilla Aleramo
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 15 Apr 2012 - 18:00

Destino!

Destino! Che albero invisibile e infinito
dà il tuo frutto, che l'anima
a volte raccoglie, maturo?

Quali di queste idee sono i tuoi rami,
di questi sentimenti sono i tuoi fiori,
di queste canzoni sono i tuoi uccelli,
di questi sorrisi i tuoi profumi?

Cosa alimenta le tue radici?
In che modo, da dove, come in questo limone
dalla mia finestra, tu entri
nella nostra stanza più interna
e lì sfiori, dolcemente, il cuore?


Juan Ramòn Jiménez
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 15 Apr 2012 - 18:13



Vieni. Vieni. Così. Ti bacio. Ti branco. Ti trascino. Ti tasto al buio, ardente oscurità, aperta, nera, occulta rovesciata rondine, o così blu, nera, palpitante. Oh così, così, smaniose, soffici labbra ondose, pelle di rosa o di coralli delicati, così fini. Così, così, assorbiti, di più, di più, succhiati. Così, per tutto il tempo. Da lontano, dal profondo, dolci unguenti separati, amati, bevuti con frenesia, amore dei disperati. Mio unico, mio solo, solitario alimento, mio umido, gocciolante nella mia bocca, scivolato nel mio essere. Amore. Mio amore. Ahi, ahi. Mi duoli. Mi fai male. Grattami, limami, ansima tu in me, comincia e ricomincia, con denti e gola, morendo, agonizzando, facendolo ancora, morendo un'altra volta, così per sempre, per sempre, al buio, bruciante oscurità, notte aggiogata, amore, morendo senza morire, amore, amore, amore, eternamente.

Rafael Alberti - Canzoni per Altair 

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  vanity il Dom 22 Apr 2012 - 22:23

Sinfonia azzurra - Pagina 3 42979811
(Ettore Tito, Chioggia, Parigi, Museo d'Orsay)

Le baruffe chiozzotte - Lucietta, atto III, finale.

« Sior sì, balemo, devertìmose, zà che semo novizzi; ma la sènta, lustrìssimo,
ghe voràve dir dó parolètte. Mì ghe son obbligà de quel che l'ha fatto per mì, e anca
ste altre novizze le ghe xé obbligae; ma me despiase, che el xé forèsto, e co'l va via
de sto liógo, no voràve che el parlasse de nù, e che andasse fuora la nomina, che le
Chiozotte xé baruffante; perché quel che l'ha visto e sentìo, xé sta un accidente.
Semo donne da ben, e semo donne onorate; ma semo aliegre, e volemo stare
aliegre, e volemo balare, e volemo saltare. E volemo che tutti posse dire:
e viva le Chiozotte, e viva le Chiozotte!»


Sior lustrìssimo a son qua
la saludo caramente, el me staga ben
a presto Smile
vanity
vanity
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 14.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 24 Apr 2012 - 14:34

vanity ha scritto:Sinfonia azzurra - Pagina 3 42979811
(Ettore Tito, Chioggia, Parigi, Museo d'Orsay)

Le baruffe chiozzotte - Lucietta, atto III, finale.

« Sior sì, balemo, devertìmose, zà che semo novizzi; ma la sènta, lustrìssimo,
ghe voràve dir dó parolètte. Mì ghe son obbligà de quel che l'ha fatto per mì, e anca
ste altre novizze le ghe xé obbligae; ma me despiase, che el xé forèsto, e co'l va via
de sto liógo, no voràve che el parlasse de nù, e che andasse fuora la nomina, che le
Chiozotte xé baruffante; perché quel che l'ha visto e sentìo, xé sta un accidente.
Semo donne da ben, e semo donne onorate; ma semo aliegre, e volemo stare
aliegre, e volemo balare, e volemo saltare. E volemo che tutti posse dire:
e viva le Chiozotte, e viva le Chiozotte!»


eccola

(la dolce fia)

Very Happy

Sior lustrìssimo a son qua
la saludo caramente, el me staga ben
a presto Smile

eccola

(la dolce fia)

Smile
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 29 Apr 2012 - 21:26

Se per i buoni uffici del signor Nuri spedizioniere
la mia città, la mia Istanbul mi mandasse
un cassone di cipresso, un cassone di sposa
se io l'aprissi facendo risuonare
la serratura di metallo: dccinnn ...
due rotoli di tela finissima
due paia di camicie
dei fazzoletti bianchi ricamati d'argento
dei fiori di lavanda nei sacchetti di seta
e tu
e se tu uscissi da lì
ti farei sedere sull'orlo del letto
ti metterei sotto i piedi la mia pelle di lupo
con la testa chinata e le mani giunte starei davanti a te
ti guarderei, gioia, ti guarderei stupito
come sei bella, Dio mio, come sei bella
l'aria e l'acqua d'Istanbul nel tuo sorriso
la voluttà della mia città nel tuo sguardo
o mia sultana, o mia signora, se tu lo permettessi
e se il tuo schiavo Nazim Hikmet l'osasse
sarebbe come se respirasse e baciasse
Istanbul sulla tua guancia
ma sta' attenta
sta' attenta a non dirmi "avvicinati"
mi sembra che se la tua mano toccasse la mia
cadrei morto sul pavimento.

Carcere a Munnever Prigione di Bursa, Anatolia
di Nazim Hikmet
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Sab 12 Mag 2012 - 15:44

Spiegazione necessaria

Ci sono versi – a volte poesie intere –
che neanch’io so cosa voglion dire. Quello
che non so
mi trattiene ancora. E tu hai ragione a chiedere.
Ma non chiedere a me.
Ti ho detto che non so.
Due luci parallele
dallo stesso centro. Il rumore dell’acqua
che cade, d’inverno, dalla grondaia colma
o il rumore di una goccia che stilla
da una rosa nel giardino annaffiato
lentamente, lentamente, una sera primaverile
come il singhiozzo di un uccello. Non so
cosa vuol dire questo rumore; e tuttavia l’accetto.
Le cose che so te le spiego. Non mi dimentico.
Ma anche queste cose aggiungono qualcosa
alla nostra vita. La guardavo
mentre dormiva, il ginocchio piegato ad angolo
sul lenzuolo –
Non era solo l’amore. Questo angolo
era il crinale della tenerezza, e il profumo
del lenzuolo, di pulito e di primavera completavano
quell’inspiegabile che ho tentato, ancora
inutilmente, di spiegarti.

 Ghiannis Ritsos
(Traduzione di Nicola Crocetti)
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Sab 26 Mag 2012 - 22:44

Hans Anderson Brendekilde.
Sinfonia azzurra - Pagina 3 30601410

[...] Lei desiderava un sorriso. Una musica muta. Una riva di mare. Per bagnarsi.
Il suo amore impossibile. I suoi piedi nudi e piagati. I suoi meschini capelli.
Lei ignorava che il ricordo è un ferro piantato alla porta. Non sapeva nulla.
Della perfezione del passato, del massacro delle notti solitarie.
Non sapeva che il più grande desiderio è un niente che s’inventa stranissime cose [...]

Alda Merini


anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Gio 31 Mag 2012 - 23:07

August Macke
Sinfonia azzurra - Pagina 3 58161710

Signora, io ti toccherò con la mia mente.
Ti toccherò e toccherò e toccherò
finché tu non mi
farai di colpo un sorriso,
(signora io ti
toccherò con la mia mente.) Toccherò
te, tutto qui,
lievemente e tutta te stessa sarai
con infinito agio
la poesia che io non so scrivere.

Edward Estlin Cummings

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 3 Giu 2012 - 21:30

Gustav Klimt
Sinfonia azzurra - Pagina 3 Klimt_10

La belle dame sans merci

Certo i gabbiani cantonali hanno atteso invano
le briciole di pane che io gettavo
sul tuo balcone perchè tu sentissi
anche chiusa nel sonno le loro strida.

Oggi manchiamo all'appuntamento tutti e due
e il nostro breakfast gela fra cataste
per me di libri inutili e per te di reliquie
che non so: calendari, astucci , fiale e creme.

Stupefacente il tuo volto s'ostina ancora, stagliato
sui fondali di calce del mattino;
ma una vita senz'ali non lo raggiunge e il suo fuoco
soffocato è il bagliore dell'accendino.

Eugenio Montale

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 10 Giu 2012 - 23:21

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Frida-10

Una carne non è fatta per sposare il nulla. La mia notte ti ama fin nel suo intimo,
e risuona anche del mio. La mia notte si nutre di echi immaginari. Essa, può farlo.
Io, fallisco. La mia notte mi osserva. Il suo sguardo è liscio e si insinua in ogni cosa.
La mia notte vorrebbe che tu fossi qui per insinuarsi anche dentro di te con tenerezza.
La mia notte ti aspetta. Il mio corpo ti attende. La mia notte vorrebbe che tu riposassi
nell’incavo della mia spalla e che io riposassi nell’incavo della tua. La mia notte vorrebbe
essere spettatrice del mio e del tuo godimento, vederti e vedermi fremere di piacere.
La mia notte vorrebbe vedere i nostri sguardi e avere i nostri sguardi pieni di desiderio.
La mia notte vorrebbe tenere fra le mani ogni spasmo. La mia notte diventerebbe dolce.
La mia notte si lamenta in silenzio della sua solitudine al ricordo di te. La mia notte è
lunga, lunga, lunga. Perde la testa ma non può allontanare la tua immagine da me,
non può dissipare il mio desiderio. Sta morendo perché non sei qui e mi uccide. La mia
notte ti cerca continuamente. Il mio corpo non riesce a concepire che qualche strada o
una qualsiasi geografia ci separi. Il mio corpo diventa pazzo di dolore di non poter
riconoscere nel cuore della notte la tua figura o la tua ombra. Il mio corpo vorrebbe
abbracciarti nel sonno. Il mio corpo vorrebbe dormire in piena notte e in quelle tenebre
essere risvegliato al tuo abbraccio. La mia notte urla e si strappa i veli, la mia notte si
scontra con il proprio silenzio, ma il tuo corpo resta introvabile. Mi manchi tanto, tanto.
Le tue parole. Il tuo colore.
Fra poco si leverà il sole.

Frida Kahlo

(Lettera di Frida Kahlo a Diego Rivera - Città del Messico 12 settembre 1939. Mai spedi
ta)
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Lun 25 Giu 2012 - 23:42

Lasciami, non trattenermi

Lasciami, non trattenermi
nella tua memoria
era scritto nel testamento
ed era un golfo
di beatitudine nel nulla
o un paradiso
di luce e vita aperta
senza croce di esistenza
che sorgeva dalle carte
ammuffite nello scrigno.

E lei non ne fu offesa,
le nascevano, né sentì prima rimorso
e poi letizia, impensate latitudini
nelle profondità del desiderio,
ecco, la trascinava
una celestiale oltremisura
fuori di quella ministoria, oh grazia.

Si scioglievano
l'uno dall'altro i due
e ogni altro compresente,
si perdevano sì,
però si ritrovavano
perduti nell'infinito della perdita -
era quello il sogno umano
della pura assolutezza.

Mario Luzi
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Lun 25 Giu 2012 - 23:59

Ritratto in rosso
Vermiglia lana l'avvolge,
n'esce più rorido l'affilato viso
e sull'alta fronte
splende tra il biondo
più fiera la ciocca alata d'argento.
Si guarda l'ardente donna
nel lungo specchio a pie' de' cuscini
dov'ella comprime
la carne dei seni e il grembo desioso.
E rorida anche una spalla
si denuda dolce
fuor della sanguigna lana.
Uomo lontano, la senti?
Paglie solari ha negli occhi.
Te chiama, te vede,
dallo sguardo come il suo, dardo di luce,
a te si tende, vermiglia,
mentre l'estate veste di greve rosso il meriggio,
fuori, nello spazio vasto che vi divide.

Sibilla Aleramo
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 1 Lug 2012 - 15:35

Mare nero

Una notte chiara, mentre gli altri dormivano, ho salito
le scale fino al tetto della casa e sotto un cielo
fitto di stelle ho scrutato il mare, la sua distesa,
il moto delle sue creste spazzate dal vento, divenire
come pezzi di trina gettati in aria. Sono rimasto nella lunga
notte piena di sussurri, aspettando qualcosa, un segno, l’avvicinarsi
di una luce lontana, e ho immaginato che tu venivi vicino,
le onde scure dei tuoi capelli mescolarsi col mare,
e l’oscurità è divenuta desiderio, e desiderio la luce che approssimava.
La vicinanza, il calore momentaneo di te mentre rimanevo
su quell’altezza solitaria guardando il lento gonfiarsi del mare
rompersi sulla riva e in breve mutare in vetro e scomparire…
Perché ho creduto che saresti venuta uscita dal nulla? Perché con tutto
quello che il mondo offre saresti venuta solo perché io ero qui?

Mark Strand, "Man and camel"
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Sab 7 Lug 2012 - 22:33

Io ero solamente ciò
che tu toccavi, quello
su cui - notte fonda, corvina -
la fronte reclinavi tu.

Io ero solamente ciò
che tu là in basso distinguevi:
sembiante vago, prima, e poi
molto più tardi, tratti.

Sei tu ardente, che
sussurrando hai creato
la conchiglia dell'udito
a destra, a manca, là, qui.

Tu che nell'umida cavità,
tirando quella tenda,
hai messo voce, perché
potesse te chiamare.

Cieco ero, nulla più.
Tu, sorgendo, celandoti,
hai dato a me la facoltà
di vedere. Si lasciano scie

così, e si creano così
mondi. Spesso, creati,
si lasciano ruotare così,
elargendo regali.

E, gettata così,
in caldo, in freddo, in ombra, in luce,
persa nell'universo,
ruota la sfera e va.

Iosif Brodskij
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Mar 10 Lug 2012 - 14:22

Le ipotesi di nessuno 

Può essere il vento.
La pagina in bianco. Può essere.
Può essere colui che viene
cancellato dalla pioggia.
Ora ricordo un uomo cieco
un dolce pomeriggio a Friburgo.
Vagava solo nella neve
con un sorriso di beatitudine
e un bastone tanto bianco quanto i fiocchi.
Passò accanto a me senza vedermi.
Io ero il suo Nessuno.
un fantasma in quel regno luminoso.
Può succedere che siamo
i ciechi di Nessuno.
Nessuno forse è il vento
che apre le finestre con colpi senza armonia
per farci parlare nella lingua del sogno.
Può essere uno che lasciò
per sempre il suo cappotto scordato
sulla gruccia del caffè,
un cappotto come una bandiera del vuoto
che scompare un giorno, come il suo padrone.
Può essere colui che non è mai stato.
colui che non sarà mai,
colui che si stancò di essere stato.
Forse sarà nel paese degli scomparsi
l'unico apparso che chiamiamo fantasma,
quello che fa scricchiolare
le scale nella notte
o fa cadere un tegame in cucina,
quello che sposta le posate
che poi non troviamo più,
il ladro delle lontananze.
Può essere il viaggiatore di se stesso,
il nomade di se stesso.
Ha fatto diversi mestieri fuori tempo:
trascina carte nella via solitaria,
porta giornali arretrati
da una parte all'altra della città,
porta un odore da fuori le mura nel suo centro,
strappa le locandine del cinema di ieri,
fa partire i treni
soltanto con il suono di una campana.
Può essere il vento.
La pagina in bianco. Può essere.

Juan Manuel Roca
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 22 Lug 2012 - 18:31

Fili sparsi

Mi ha assalito un’acre nostalgia,
come la gente d’una vecchia foto che vorrebbe
tornare con chi la guarda, nella buona luce
della lampada.

In questa casa, penso a come l’amore
in amicizia muta nella chimica
della nostra vita, e all’amicizia che ci rasserena
vicini alla morte.
E quanto è simile ai fili sparsi la nostra vita
che piú non sperano di tessersi in altro ordito.

Giungono dal deserto voci impenetrabili.
Polvere che profetizza polvere. Passa un aereo
e ci chiude
sotto la lampo di un grosso sacco di destino.

E il ricordo di un viso amato di ragazza
trascorre per la valle, come quest’autobus
notturno: molti
finestrini illuminati, molto viso di lei.

Yehuda Amichai


anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 29 Lug 2012 - 14:48

Silentium

Lei non è dal suo mare ancora nata,
lei è musica ed insieme parola;
è il legame che mai si potrà sciogliere
fra tutto ciò che vive nel creato.
Delle onde respiran calmi i seni,
ma un chiarore impazzito il giorno illumina,
e stanno i lillà scialbi della schiuma
dentro un vaso color celeste-nero.
Acquistino le mie labbra, recuperino
la mutezza lontana, primordiale,
simile a una nota di cristallo
che vibra, fin dal suo nascere, pura!
Rimani quel che sei – schiuma, o Afrodite,
tu, parola, rifluisci in musica,
vergognati del cuore, o cuore, fuso
con l’elemento primo della vita!

Osip Mandel'stam
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  anonimo veneziano il Dom 5 Ago 2012 - 21:07


‎"E allora mi sono guardato negli occhi. Raramente ci si guarda, con se stessi,
negli occhi, e pare che in certi casi questo valga per un esercizio estremo.
Dicono che, immergendosi allo specchio nei propri occhi – con attenzione
cruciale e al tempo stesso con abbandono – si arrivi a distinguere finalmente
in fondo alla pupilla l'ultimo Altro, anzi l'unico e vero Sestesso, il centro di ogni
esistenza e della nostra, insomma quel punto che avrebbe nome Dio. Invece,
nello stagno acquoso dei miei occhi, io non ho scorto altro che la piccola ombra
diluita (quasi naufraga) di quel solito niño tardivo che vegeta segregato dentro di me.
Sempre il medesimo, con la sua domanda d'amore ormai scaduta e inservibile,
ma ostinata fino all'indecenza".

ELSA MORANTE, "Aracoeli"

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  emmegi il Dom 5 Ago 2012 - 23:38

solo per dirti ciao Anonimo Smile
emmegi
emmegi
intrepido
intrepido

Messaggi : 2795
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Sinfonia azzurra - Pagina 3 Empty Re: Sinfonia azzurra

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 3 di 6 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6  Seguente

Torna in alto


 
Permessi in questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum.