CENTOPASSI
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Da qualche parte la poesia ...

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 13 Lug 2011 - 10:09



Anche quando sembra che la giornata
sia passata come un'ala di rondine,
come una manciata di polvere
gettata e che non è possibile
raccogliere e la descrizione
il racconto non trovano necessità
né ascolto, c'è sempre una parola
una paroletta da dire
magari per dire
che non c'è niente da dire.

Patrizia Cavalli
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 13 Lug 2011 - 14:19

Ringrazio tutti coloro che non amo
perché non mi fanno venire il mal di testa
non mi fanno scrivere lunghe lettere
non agitano i miei sogni
non li attendo con ansia
non leggo i loro oroscopi sul giornale
non compongo il loro numero di telefono
non li penso.
Li ringrazio molto
non mi mettono in subbuglio la vita.


Dunya Mikhail
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 13 Lug 2011 - 22:43

Giovane

Mille porte fa,
quando ero una ragazza sola
in una grande sala con quattro garage,
una notte d'estate se ricordo bene,
ero stesa sul prato
e sotto di me, increspato il trifoglio,
e sopra, distese, le stelle,
e la finestra di papà, semichiusa,
un occhio da cui passa chi dorme,
e le assi della casa
erano bianche e lisce come cera
e milioni di foglie sbattevano,
come vele sui loro strani gambi
e i grilli ticchettavano tutti insieme
e io, nel mio corpo nuovo fiammante,
non ancora di donna,
facevo domande alle stelle
e pensavo che Dio vedesse veramente
calore luce dipinta e gomiti
ginocchia sogni buonanotte.


Anne Sexton
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Mer 13 Lug 2011 - 23:38

Vivendo

Contro il vetro

il disegno di un respiro

- prima e dopo, invisibile.

Donatella Bisutti
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Mer 13 Lug 2011 - 23:50

Per favore, non recuperate le lettere smarrite.
Lasciate la busta accanto al tronco dell'albero,
sotto un'anonima pietra, o a rotolare nei giardini.
Ci sono lettere che si scrivono perché non arrivino,
perché dall'altro lato della voce diffidino di tutto,
perché esista una seconda lettera, esplicita e inutile.
Ciò accade con l'assenso di tutti,
con soprassalti premeditati e complicità.
Sono mesi, anni, di matematica innocenza.
In quelle lettere si confessava tutto,
si annunciavano pericoli che poi la pioggia ha ammorbidito;
in quelle lettere c'erano poscritti che premonivano
sul fatto che sarebbero andate smarrite.
La loro vera destinazione era il silenzio,
le erbacce al bordo dei letti,
le ragnatele sui davanzali,
le nuvole sul volto.
Definitivamente,
dall'altro lato della voce non l'aspettavano.
Lasciatela accanto all'albero,
sotto un'anonima pietra,
a rotolare nella memoria del felice mittente.


Alexis Diaz Pimienta
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  anonimo veneziano il Mer 13 Lug 2011 - 23:57

Da qualche parte la poesia ... Maxtzi

Una pozzanghera d'acqua
lasciata sulla sabbia,
è oblio dell'onda.

Una nube smarrita
sui monti lontani,
è oblio del vento.

Una piuma d'argento
caduta a caso sulla terra,
è oblio dell'uccello che passa.

Il bisogno
di sognare e di rimpiangere,
è oblio dei giorni e della giovinezza.

Ryuko Kawagi

anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Gio 14 Lug 2011 - 14:21

Locuta Lutetia

Se il mondo va alla malora
non è solo colpa degli uomini.
Così diceva una svampita
pipando una granita col chalumeau
al Cafè de Paris.
Non so chi fosse. A volte il Genio è quasi
una cosa da nulla, un colpo di tosse.


Eugenio Montale
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Gio 14 Lug 2011 - 16:30

.dulcamara. ha scritto:Locuta Lutetia

Se il mondo va alla malora
non è solo colpa degli uomini.
Così diceva una svampita
pipando una granita col chalumeau
al Cafè de Paris.
Non so chi fosse. A volte il Genio è quasi
una cosa da nulla, un colpo di tosse.


Eugenio Montale

Questa di Montale non la conoscevo.
Meravigliosa Very Happy
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Gio 14 Lug 2011 - 19:42

Ogni giorno reca con sè
un'ora torbida e tesa:
Parlo con la mia pena a voce alta,
senza aprire gli occhi assonnati.
Ed essa batte come il sangue,
riscalda come il respiro,
come l'amore felice
è giudiziosa e cattiva.

Anna Achmatova
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  mirf il Gio 14 Lug 2011 - 20:08

Post Scriptum

Siamo poeti.
Vogliateci bene da vivi di più
Da morti di meno
Che tanto non lo sapremo

V. Lamarque
mirf
mirf
valoroso
valoroso

Messaggi : 9555
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  anonimo veneziano il Ven 15 Lug 2011 - 11:49

Io non posso darti di più
Non sono più di quello che sono.
Vorrei essere sabbia,
sole,
in estate!
Vorrei che ti stendessi su me
riposata a riposare.
Che lasciassi il tuo corpo andandotene,
impronta morbida, tiepida, incancellabile.
E che con te, su te,
se ne andasse il mio bacio lento:
colore,
dalla nuca al tallone,
bruno.
Ah, come vorrei essere
vetro, seta, legno,
che conserva il suo colore
qui, il suo profumo
qui,
nato tremila chilometri lontano!
Essere
la materia che ti piace,
che tocchi ogni giorno,
che vedi senza guardare
intorno a te,
essere le cose
- collana, profumo, seta antica -
che quando ti mancano
ti chiedi: “Ah, ma dov’è?”
Ah come vorrei essere
un’allegria fra tutte,
una sola,
l’allegria che ti fa allegra!

Un amore, un solo amore:
l’amore di cui ti innamori
Ma
non sono più di quello che sono.

Pedro Salinas
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  anonimo veneziano il Ven 15 Lug 2011 - 11:49

Quando venivi a casa mia
dimenticavi spesso qualcosa
- un pettine degli orecchini due anelli -
Ma mi mentivi sempre,
la tua non era volontà di rimanere:
tu volevi andartene sì,
ma tenendomi nel giro del tuo corpo.
Eri eterna allora.
Se aprivo un cassetto
o spostavo una sedia
Mi volevi circondato dalle tue apparenze.
Solo così potevi correre dall'altro
dirgli "amo solo te".
Fu così che la tua menzogna
santificò questa casa,
perché ora che sei come morta
tutto cambia,
tu che mentivi ora sei
quella che ha sempre detto la verità:
per gli oggetti si passa da questo mondo
al nulla, a colui che ora
porta alle dita i tuoi anelli,
che ha nei capelli il tuo pettine
ai lobi i tuoi orecchini spaiati.
Giocavo poco fa coi tuoi oggetti:
stavano in una mano,
non hai più altezza misura
non sanno più dire dove sei.
Per loro saresti l'aria il vuoto
se non ci fossi io a tradirne la fiducia
per trafugare un giorno
la sua immagine per te.
Perché tu allora romperai
l'incantesimo,
restituirai te stessa
agli oggetti a questa casa a me.



Roberto Pazzi
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Ven 15 Lug 2011 - 12:53

Cosa ha detto il dottore

Ha detto che la situazione non è buona
ha detto che anzi è brutta, molto brutta
ha detto ne ho contati trentadue su un solo polmone prima
di smettere di contarli
allora io ho detto meno male non vorrei sapere
quanti altri ce ne stanno oltre a quelli
e lui ha detto lei è religioso s'inginocchia
nelle radure del bosco si lascia andare a invocare aiuto
quando arriva a una cascata
con gli spruzzi che le colpiscono il viso e le braccia
si ferma a chiedere comprensione in momenti del genere
e io ho detto non ancora ma intendo cominciare a farlo subito
lui ha detto mi dispiace veramente ha detto
vorrei tanto darle notizie di tutto un altro genere
e io ho detto Amen e lui ha detto qualche altra cosa
che non ho capito e non sapendo cos'altro fare
siccome non volevo che lui dovesse ripeterla
e io digerire pure quella
me lo sono guardato
per un po' e lui ha guardato me e a quel punto
sono saltato su e ho stretto la mano di quest'uomo che mi aveva appena dato
qualcosa che nessuno al mondo mi ha mai dato prima
mi sa che l'ho pure ringraziato tanta è la forza dell'abitudine

Raymond Carver
(Traduz. di Riccardo Duranti)
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  mirf il Ven 15 Lug 2011 - 13:06

https://www.youtube.com/watch?v=u-Dd3Ud0Zwo#t=1m02s

Lavorare stanca

Traversare una strada per scappare di casa
lo fa solo un ragazzo, ma quest’uomo che gira
tutto il giorno le strade, non è più un ragazzo
e non scappa di casa.
Ci sono d’estate
pomeriggi che fino le piazze son vuote, distese
sotto il sole che sta per calare, e quest’uomo, che giunge
per un viale d’inutili piante, si ferma.
Val la pena esser solo, per essere sempre più solo?
Solamente girarle, le piazze e le strade
sono vuote. Bisogna fermare una donna
e parlarle e deciderla a vivere insieme.
Altrimenti, uno parla da solo. È per questo che a volte
c’è lo sbronzo notturno che attacca discorsi
e racconta i progetti di tutta la vita.
Non è certo attendendo nella piazza deserta
che s’incontra qualcuno, ma chi gira le strade
si sofferma ogni tanto. Se fossero in due,
anche andando per strada, la casa sarebbe
dove c’è quella donna e varrebbe la pena.
Nella notte la piazza ritorna deserta
e quest’uomo, che passa, non vede le case
tra le inutili luci, non leva più gli occhi:
sente solo il selciato, che han fatto altri uomini
dalle mani indurite, come sono le sue.
Non è giusto restare sulla piazza deserta.
Ci sarà certamente quella donna per strada
che, pregata, vorrebbe dar mano alla casa.
mirf
mirf
valoroso
valoroso

Messaggi : 9555
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Ven 15 Lug 2011 - 15:01

Non basta aprire la finestra

per vedere la campagna e il fiume.

Non basta non essere ciechi

per vedere gli alberi e i fiori.

Bisogna anche non aver nessuna filosofia.

Con la filosofia non vi sono alberi: vi sono solo idee.

Vi è soltanto ognuno di noi, simile ad una spelonca.

C’è solo una finestra chiusa e tutto il mondo fuori;

e un sogno di ciò che potrebbe essere visto se la finestra si aprisse,

che mai è quello che si vede quando la finestra si apre.



Fernando Pessoa
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Ven 15 Lug 2011 - 17:34

Da qualche parte la poesia ... Vicolo-del-carretto



’nto dialettu
i puntini puntini
nun ci stanu:
nunn’è lingua ppi cu
nun sapa cca ffari.


Nel dialetto
i puntini di sospensione
non ci stanno:
non è lingua per chi
non sa cosa fare
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Ven 15 Lug 2011 - 17:40

Quannu mi talìu i pedi,
sacciu ca sugnu a figghia ’e Bassu,
a niputi da signora Ddina,
chidda cco culu ’rossu.
Suddu mi talìu l’occhi virdi ’nto specchiu,
si vida ca sugnu a figghia d’a Bassetta,
chidda c’aviva i capiddi bbiondi e llonghi finu ’o culu,
beddu culu,
i cosi ggiusti.
Quannu mi talìu,
sacciu ca sugnu ’mmiscata,
arabi e normanni ca si junciunu,
tantu u culu
sempri culu è,
e a picca a picca,
n’angrossa (quasi) a ttutti.


Quando mi guardo i piedi,
so che sono la figlia di Basso,
a nipote della signora Dina,
quella col culo grosso.
Se mi guardo gli occhi verdi allo specchio,
si vede che sono la figlia della Bassetta,
quella che aveva i capelli biondi e lunghi fino al culo,
bel culo,
giustamente.
Quando mi guardo,
so che sono mischiata,
arabi e normanni che s’uniscono,
tanto il culo
sempre culo è,
e a poco a poco,
ci ingrossa (quasi) a tutti.
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Ven 15 Lug 2011 - 17:54

Da qualche parte la poesia ... 140151_74263094-e078-4fc2-a339-41432a908593_-1_273


Ch’io sia per te
terrestre e sconfinata
metà sognandoti
metà da te sognata.
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  mirf il Ven 15 Lug 2011 - 20:48

PER CUI

(Antonio Ragone)

Per cui
un vecchio come me s’alza dalla sua
sedia senza vacillare e si guarda
d’intorno. E s’accorge, senza averne
spavento, che il tempo scivola come
rena, e che il nuovo è tutto da venire
ancora tutto da venire: e sente
dire in sé sommessamente, dalla vita:
siamo parte dell’humus che prepara
il futuro, noi che ce ne andiamo.
mirf
mirf
valoroso
valoroso

Messaggi : 9555
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Ven 15 Lug 2011 - 22:46

Addio a una visita

Non ce l’ho con la primavera
perchè è tornata.
Non la incolpo
perchè adempie come ogni anno
ai suoi doveri.

Capisco che la mia tristezza
non fermerà il verde.
Il filo d’erba, se oscilla,
è solo al vento.

Non mi fa soffrire
che gli isolotti di ontani seull’acqua
abbiano di nuovo con che stormire.

Prendo atto
che la riva d’un certo lago
è rimasta - come se tu vivessi ancora -
bella com’era.

Non ho rancore
contro la vista per la vista
sulla baia abbacinata dal sole.

Riesco perfino a immaginare
che degli altri, non noi,
siedano in questo momento
su un tronco rovesciato di betulla.

Rispetto il loro diritto
a sussurrare, a ridere
e a tacere felici.

Suppongo perfino
che li unisca l’amore
e che lui la stringa
col suo braccio vivo.

Qualche giovane ala
fruscia nei giungheti.
Auguro loro sinceramente
di sentirla.

Non pretendo alcun cambiamento
dalle onde vicine alla riva,
ora leste, ora pigre
e non a me obbedienti.

Non pretendo nulla
dalle acque fonde accanto al bosco,
ora color smeraldo,
ora color zaffiro,
ora nere.

Una cosa soltanto non accetto.
Il mio ritorno là.
Il privilegio della presenza -
ci rinuncio.

Ti sono sopravvissuta solo
e soltanto quanto basta
per pensare da lontano.


Wislawa Szymborska
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Sab 16 Lug 2011 - 1:42

Avrei voluto rimanerti in testa
come un motivo che ti prende dal mattino
o quelle frasi celebri dei film
che tornano ogni volta, come un bene…
Ti ho dato il nome… mille te ne ho dati
eppure non accende le mie vene
sapere che lo porti, non mi sfama…
Tu resti come un segno lungo il muro
che torna fuori appena cade un quadro,
rappreso tra le pieghe delle mani…
E forse ti dovrò sempre portare
nell'aria che si alza dove passo…
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  zerlina il Sab 16 Lug 2011 - 11:36

In ogni corsa, ogni impennata della vita
mi sei mancato e mi manchi per anni.
Nell' uscire verso il bar delle mattine
tutte le mattine uguali dell'inverno
cercarti, come un gioco per sperare...
Ad ogni cambio di stagione, ad ogni svolta
degli occhi e dell'età non ti ho più perso...
Ti tengo per l'estate quando salgo
nei miei golfi di buio e quando torno
di notte verso casa e fino a quando
non passo il punto esatto in cui le ruote
incrociano le mie con le tue strade,
finché c'è ancora modo di incontrarti
non è finito il giorno.


Isabella Leardini
zerlina
zerlina
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 44
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  anonimo veneziano il Sab 16 Lug 2011 - 13:42

Per lei

Potrebbe essere ovunque
una notte qualsiasi a tua scelta,
nella tua camera vuota e buia

o per strada
o su quelle tenui frontiere
che scorgi a malapena, a malapena sogni.

Non proverai alcun desiderio,
niente ti metterà in guardia,
non un vento improvviso, non l’immobilità dell’aria.

Lei apparirà,
l’aspetto di una donna che conoscevi:
l’amica che ha buttato via la vita,

la ragazza seduta all’ombra della palma.
I bracciali le brilleranno,
diverranno le luci

di un paese cui volgesti le spalle anni fa.


Mark Strand
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  vanity il Sab 16 Lug 2011 - 15:32

Davvero?

Ti servono davvero le mie rime?
Ti dan cibo, coraggio, nelle terse
tue oscure solitudini squisite
- tu, vortice, epicentro, climi in frane -?

Quando ti alieni e senza te ti insinui
e l'intimo tuo vuoto hai smascherato
e non odi la pietra che hai scagliato
giù per l'anima all'imo dei tuoi abissi,
i miei versi potranno rivolare
nelle concave spiagge tue interiori?

potranno accarezzarti, alzarti un cielo,
accenderti un tremore di rossori,
sussurrarti dolcissimo un assillo
di sillabe fiorite, e tu ne pianga?

Gerardo Diego
vanity
vanity
coraggioso
coraggioso

Messaggi : 82
Data d'iscrizione : 14.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Sab 16 Lug 2011 - 22:44

L’Impossibilità, come il Vino
Eccita l’Uomo che l’assapora;
La Possibilità è insipida
Aggiungi una pur pallida
Traccia di Rischio
E nel Sorso di prima
Un incantesimo produce l’ingrediente
Certo come una Condanna


Emily Dickinson
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 1 di 7 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7  Seguente

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum