CENTOPASSI
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Da qualche parte la poesia ...

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Lun 23 Set 2013 - 0:12

Ah smetti sedia di esser cosi sedia!
E voi, libri, non siate così libri!
Come le metti stanno, le giacche abbandonate.
Troppa materia, troppa identità.
Tutti padroni della propria forma.
Sono. Sono quel che sono, solitari.
E io li vedo a uno a uno separati
e ferma anch’io faccio da piazzetta
a questi oggetti fermi, soli, raggelati.
Ci vuole molta ariosa tenerezza,
una fretta pietosa che muova e che confonda
queste forme padrone sempre uguali, perché
non è vero che si torna, non si ritorna
al ventre, si parte solamente,
si diventa singolari.


Patrizia Cavalli
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Gio 3 Ott 2013 - 0:33

La finestra

Stanotte è arrivato un temporale e ha fatto saltare
l'elettricità. Quando ho guardato fuori
dalla finestra, gli alberi erano traslucidi.
Curvi e ricoperti di brina. Una calma enorme
s'estendeva sull'intera campagna.
Pur sapendo che non era vero, in quel momento
avevo la sensazione di non aver mai fatto, in vita
mia, una falsa promessa né d'aver mai commesso
neanche un atto impuro. I miei pensieri
erano pieni di virtù. Più tardi, nella mattinata,
naturalmente, hanno riattaccato l'elettricità.
Il sole è uscito da dietro le nuvole
e ha sciolto la brinata.
E tutto è tornato come prima.


Raymond Carver
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Lun 7 Ott 2013 - 0:14



Ampio fai questo letto
fallo con molta venerazione
Lascia che attenda
che l'ultimo responso sia
eccellente e giusto
...Sia il suo materasso dritto
e il suo guanciale rotondo
Fai che nessun giallo rumore del sorgere del sole
interrompa questo istante.


Emily Dickinson
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Sab 12 Ott 2013 - 0:45

Ordine del giorno

ORDINE DEL GIORNO
TELEFONARE CONSULENTE FISCALE, LAVORARE UN PO'.
MEDITARE SULLA FOTO DI UNA DONNA
CHE SI È AMMAZZATA.
ANDARE A VEDERE QUANDO SI È COMINCIATA A USARE
L'ESPRESSIONE IMMAGINE DEL NEMICO.
DOPO IL TUONO OSSERVARE LE BOLLE
CHE IL NUBIFRAGIO FORMA SUL LASTRICO
E BERE L'ARIA BAGNATA.
FUMARE E GUARDARE UN PO' DI TELEVISIONE SENZ'AUDIO.
CHIEDERSI DI DOVE VIENE IL PRURITO DEL SESSO
DURANTE UNA SQUALLIDA RIUNIONE.
PENSARE PER SETTE MINUTI ALL'ALGERIA.
DAR FUORI IN BESTEMMIE COME UN DODICENNE
SU UN'UNGHIA CHE SI È SPEZZATA.
RICORDARSI DI UNA PRECISA SERA,
VENTUN ANNI FA, ERA DI GIUGNO,
UN PIANISTA NERO SUONAVA IL CHA CHA CHA
E QUALCUNO PIANGEVA DI RABBIA.
NON DIMENTICARE DI COMPRARE IL DENTIFRICIO.
CERCAR DI CAPIRE PERCHÉ
PERCHÉ DIO NON LASCIA MAI
IN PACE GLI UOMINI, E NEANCHE IL CONTRARIO.
CAMBIARE LA LAMPADINA IN CUCINA.
RITIRARE DAL BALCONE, CON CAUTELA,
LA CORNACCHIA FRADICIA, ARRUFFATA, INANIMATA.
CONTEMPLARE LE NUVOLE, LE NUVOLE.
MA ANCHE DORMIRE, DORMIRE.


Hans Magnus Enzensberger
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 16 Ott 2013 - 9:36

Non sono disposta a pensare a te come si fa con un ricordo.
Certo, ho qualche rimpianto che torna in gola,
Insieme a molte parole non consumate,
ho un disegno che non ti ho più portato
e ho sempre la stessa faccia, nonostante tutto.
Perciò non puoi essere qualcosa di diverso
o lontano
dal momento in cui avrei voluto fare quello che non ho più fatto.
È tutto fermo
nonostante l'evidenza.
Soprattutto il fatto che ho sempre questa faccia
ed è troppo presto comunque
per tutto il resto.

*

Una poesia "facile"

Fammi un ritratto del sole
così che io possa appenderlo in camera mia
e possa fingere di scaldarmi
mentre gli altri lo chiamano ” Giorno”!
Disegnami un pettirosso su un ramo
così che io possa ascoltarlo  mentre dormo
e quando cesserà il canto nei campi
anch'io deporrò la mia illusione.
Dimmi se e' vero che fa caldo a mezzogiorno
se sono i ranuncoli quelli che volano
o le farfalle quelle che fioriscono.
Poi, manda via il gelo dai prati
e scaccia la ruggine dagli alberi
dammi l'illusione che ruggine e gelo
non debbano più tornare!

Emily Dickinson
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Gio 17 Ott 2013 - 13:10

[...] Di’, devo mettermi in viaggio? Hai abbandonato
in qualche posto una cosa che si affligge
e che ti vuole seguire? Devo raggiungere un paese
che non vedesti benché ti fosse affine
quanto l’altra metà dei tuoi sensi?
Navigherò i suoi fiumi, scenderò
a terra e chiederò di costumanze antiche,
parlerò con le donne all’uscio
e le starò a guardare mentre chiamano i figli.
Terrò a mente come si avvolgon lì
del paesaggio fuori nell’antico lavoro
dei pascoli e dei campi; pretenderò
d’esser condotto innanzi al loro re,
e indurrò i sacerdoti con la corruzione
a pormi innanzi al simulacro più potente
e ad andar via chiudendo le porte del tempio.
Ma allora, quando avrò saputo molto,
contemplerò semplicemente gli animali, che
un che delle movenze loro scivoli di qua
nelle mie giunture; avrò un’esistenza breve
nelle loro pupille che mi terranno
e lentamente lasceranno, placide, senza giudicare.
Mi farò elencare dai giardinieri
molti fiori, così che nei frantumi
dei bei nomi propri riporti
un resto qui di quei cento profumi.
E frutti comprerò, frutti dove la terra
si ritrova ancora, fino al cielo.
Ché la capivi tu, la pienezza dei frutti.
Li posavi su piatti innanzi a te
e controbilanciavi con colori il loro peso. [...]


Rainer Maria Rilke , da Requiem per un'amica
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 13 Nov 2013 - 0:37

Questo pane che rompo

Questo pane che rompo un tempo fu frumento,
Questo vino su un albero straniero
Nel suo frutto fu immerso;
L’uomo di giorno o il vento nella notte
Gettò a terra le messi, la gioia dell’uva infranse.

Un tempo, in questo vino, il sangue dell’estate
Pulsò nella carne che vestì la vite;
Un tempo, in questo pane
Il frumento fu allegro in mezzo al vento;
L’uomo spezzò allora il sole, abbatté allora il vento.

Questa carne che rompete, il sangue a cui lasciate
devastare per le vene, furono
Frumento ed uva, nati
Da radice e da linfa sensuali; voi
Bevete del mio vino, spezzate del mio pane.

Dylan Thomas
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Sab 7 Dic 2013 - 1:44

Addosso al viso mi cadono le notti

e anche i giorni mi cadono sul viso.

Io li vedo come si accavallano

formando geografie disordinate:

il loro peso non è sempre uguale,

a volte cadono dall'alto e fanno buche,

altre volte si appoggiano soltanto

lasciando un ricordo un po’ in penombra.

Geometra perito io li misuro

li conto e li divido

in anni e stagioni, in mesi e settimane.

Ma veramente aspetto

in segretezza di distrarmi

nella confusione perdere i calcoli,

uscire di prigione

ricevere la grazia di una nuova faccia.


Patrizia Cavalli
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Lun 9 Dic 2013 - 21:41

E a me che importa se non mi ami!
Non hai sentito quando sei mesi, due giorni,
quattro ore, quindici minuti e tre secondi fa
ti ho chiesto: ‘Mi fai un favore, puoi tenermi il cuore
e la sciarpa, che fra un po’ vengo a riprenderli?’
Ovvio, non nego che sei mesi, due giorni
e quattro ore fa mi hai restituito la sciarpa.


Jairo Anibal Niño
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  mirf il Lun 3 Mar 2014 - 20:57

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Cityscapes_h_partb

Da La bambina pugile
(Chandra Livia Candiani)

Certe mattine
al risveglio
c’è una bambina pugile
nello specchio,
i segni della lotta
sotto gli occhi
e agli angoli della bocca,
la ferocia della ferita
nello sguardo.
Ha lottato tutta la notte
con la notte,
un peso piuma
e un trasparente gigante
un macigno scagliato
verso l’alto
e un filo d’erba impassibile
che lo aspetta
a pugni alzati:
come sono soli gli adulti.
mirf
mirf
valoroso
valoroso

Messaggi : 9555
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Lun 31 Mar 2014 - 22:36


Spesso c’è bonaccia sulla pagina.

Inutile girarla per cercare

l’angolo del vento.

Si sta fermi,

il pensiero oscilla,

si riparano le cose

che la navigazione ha guastato.

Valerio Magrelli
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Gio 2 Ott 2014 - 20:30

Piuttosto la vita

Piuttosto la vita che quei prismi senza spessore

anche se i colori sono più puri

Piuttosto che quell’ora sempre coperta

che quelle orribili vetture di fiamme fredde

Che quelle pietre fradice

Piuttosto il cuore a serramanico

Che questo stagno mormorante

Che questa stoffa bianca che canta e nell’aria e nella terra

Che questa benedizione nuziale

che unisce la mia fronte a quella della vanità totale

Piuttosto la vita



Piuttosto la vita coi suoi drappi congiuratori

Le sue cicatrici d’evasioni

Piuttosto la vita piuttosto questo rosone

sulla mia tomba

La vita della presenza nient’altro che della presenza

Dove una voce dice Sei qui dove un’altra risponde Sei qui

Quasi non ci sono purtroppo

E tuttavia quand’anche facessimo il gioco

di ciò che facciamo morire

Piuttosto la vita



Piuttosto la vita piuttosto la vita Infanzia venerabile

Il nastro che parte da un fachiro

Rassomiglia alla guida di scorrimento del mondo

Sebbene il sole non sia che un relitto

Per poco che il corpo della donna gli rassomigli

Tu sogni contemplando lungo tutta la traiettoria

O solamente chiudendo gli occhi

sull’adorabile uragano che si chiama la tua mano

Piuttosto la vita



Piuttosto la vita con le sue sale d’attesa

Quando si sa che non si sarà mai introdotti

Piuttosto la vita che quegli edifici termali

Dove il servizio è fatto da collari

Piuttosto la vita sfavorevole e lunga

Quand’anche i libri si richiudessero qui

su meno dolci scaffali

Quand’anche laggiù si stesse meglio

o qualcosa di più di meglio si stesse liberi sì

Piuttosto la vita



Piuttosto la vita come sfondo di disprezzo

A questa testa sufficientemente bella

Come l’antidoto di quella perfezione

ch’essa chiama e teme

La vita il trucco di Dio

La vita come un passaporto vergine

Una cittadina come Pont-à-Mousson

E giacché tutto è già stato detto

Piuttosto la vita



André Breton
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Mer 5 Nov 2014 - 19:13

In autobus

Da qualche parte fra Greenfield e Holyoke
la neve divenne pioggia
e una bambina mi ha attraversata
Come una persona si muove attraverso la nebbia
come la luna si muove attraverso
una nuvola densa di notte
come se fossi nuvola o nebbia
una bambina mi ha attraversata

Sulla statale che corre
lungo miglia di stoppie
e di fabbriche di tabacco il nostro autobus andando
forte scompigliava la pioggia inclinata
e una ragazza senza nome nuda
con indosso l’ultima nudità de
l’infanzia respirò dentro di me
non una volta
in due fiati
in un sospiro mi sussurrò Ehi tu
comincia di nuovo
Di nuovo?
Di nuovo di nuovo vedrai
è facile comincia di nuovo tanto tempo fa


Grace Paley
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Ven 28 Nov 2014 - 19:51

Gli Alieni

puoi pure non crederci
ma c’è della gente
che attraversa la vita con molto poco
attrito o angoscia.
vestono bene, mangiano bene, dormono bene.
sono soddisfatti della loro vita familiare.
hanno momenti di dolore
ma tutto sommato nessuno li disturba
e spesso stanno decisamente bene.
e quando muoiono
è una morte facile, solitamente nel sonno.
puoi pure non crederci
ma la gente così esiste.

anche se io non sono uno di loro.
eh no, io non sono uno di loro.
non ci vado nemmeno vicino
a essere uno di loro
però loro sono lì
e io sono qui.


C.Bukowski
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Dom 30 Nov 2014 - 22:15

Non ci sono parole per descriverlo

Come divampavano quegli incendi che non esistono più,
come peggiorava il clima, come svaniva l’ombra del
gabbiano senza lasciare traccia. Era la fine di una sta-
gione, la fine di una vita? È stato talmente tanto tempo
fa che pare non sia mai esistito? Cos’è in noi che vive
nel passato e ha nostalgia del futuro, o vive nel futuro
e ha nostalgia del passato? E che importanza ha quan-
do la luce entra nella stanza dove dorme un bambino
e la madre che si sveglia, aprendo gli occhi, desidera
sopra ogni cosa che ciò che non è in grado di nomina-
re infonda in lei l’opposto del risveglio.

*******

Tenere insieme le cose


In un campo
io sono l'assenza
di campo.
Questo è
sempre opportuno.
Dovunque sono
io sono ciò che manca.

Quando cammino
divido l'aria
e sempre
l'aria si fa avanti
per riempire gli spazi
che il mio corpo occupava.

Tutti abbiamo delle ragioni
per muoverci
io mi muovo
per tenere assieme le cose.


Mark Strand






.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  .dulcamara. il Dom 25 Gen 2015 - 18:49

Ulteriori motivi per cui i poeti mentono


Perché l’attimo
in cui la parola “felice”
si esprime,
non è mai l’attimo felice.
Perché all’assetato la sete
non consente di pronunciarla.
Perché in bocca al proletariato
la parola “proletariato” non compare.
Perché colui che dispera
non ha voglia di dire:
“Sono un disperato”.
Perché orgasmo e “Orgasmo”
non sono compatibili tra di loro.
Perché il moribondo, lungi dal dichiarare:
“Adesso muoio”,
non emette che un sordo rantolo,
a noi incomprensibile.
Perché sono i vivi
che rompono i timpani ai morti
con le loro angosciose notizie.
Perché le parole vengono troppo tardi,
o troppo presto.
Perché di fatto è un altro,
sempre un altro,
colui che parla,
e perché quello
di cui si sta parlando
tace.

Hans Magnus Enzensberger
.dulcamara.
.dulcamara.
insuperabile
insuperabile

Messaggi : 20485
Data d'iscrizione : 12.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  anonimo veneziano il Mer 28 Gen 2015 - 0:14

❝ Ho scoperto una piccola fossetta su una spalla, sopra l’ascella, soffice, senza ossa sotto, del tipo di fossette delle guance. Parlo con le labbra sulla fossetta.
«Spalla come guancia», dico. Non si capisce niente.
«Come?» chiede. Ma non le importa nulla di quel che dico.
«Corsa come giugno», dico, sempre nella fossetta. Lei non capisce quello che faccio ma ne è contenta e ride. È una cara ragazza.
«Mare come arrivo», dico, poi tolgo la bocca dalla fossetta e ci poso l’orecchio per sentire l’eco. Non si sente che il suo respiro e, lontano e sepolto, il cuore.
«Cuore come treno», dico.
Italo Calvino, da “Amore lontano da casa”  

Spalla come guancia.
Corsa come giugno.
Mare come arrivo.
Cuore come treno.

Wink
anonimo veneziano
anonimo veneziano
audace
audace

Messaggi : 296
Data d'iscrizione : 13.07.11

Torna in alto Andare in basso

Da qualche parte la poesia ... - Pagina 7 Empty Re: Da qualche parte la poesia ...

Messaggio  Contenuto sponsorizzato


Contenuto sponsorizzato


Torna in alto Andare in basso

Pagina 7 di 7 Precedente  1, 2, 3, 4, 5, 6, 7

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum